Historica n. 8 della Mondadori, disponibile Vae Victis! Giulio Cesare e la conquista della Gallia

Il nuovo numero della collana Historica della Mondadori contiene la storia intitolata Vae Victis! Giulio Cesare e la conquista della Gallia.

mondadori

La casa editrice Mondadori ha rilasciato Historica v. 8: Vae Victis!  - Giulio Cesare e la conquista della Gallia. Continua così la pubblicazione dei volumi che ripropongono la grande Storia narrata attraverso la Nona Arte.

La serie proposta con questa nuova uscita è stata scritta da Simon Rocca e disegnata da Jean -Yves Mitton. Questo libro - verrà distribuito nelle edicole, fumetterie e librerie a partire dal 31 maggio 2013 - propone integralmente gli album dal 5 all'8 della serie Vae Victis! pubblicati da Soleil Productions fra il 1994 e il 1996. Simon Rocca Georges Ramaïoli è originario di Nizza ed è diventato noto nel mondo con lo pseudonimo di Simon Rocca. Ama la Storia antica ed in particolare la civiltà romana, così come ha fatto intendere attraverso il suo Vae Victis!. Dopotutto ha parlato anche di altre civiltà come quella persiana (ne Le Khan), mentre la sua serie più longeva è Zoulouland, l'epopea del popolo Zulu. Per la casa editrice Soleil ha adattato i romanzi di James Fenimore Cooper, dando vita a La saga de Bas de Cuir. Nel 2003 ha realizzato con Mitton l'opera Colorado, ma questa volta invertendo i loro ruoli di scrittore-disegnatore.

Jean-Yves Mitton Nato (nato a Tolosa) è uscito fuori dall'Accademia delle Belle Arti di Lione, riuscendo nel 1975 a farsi ingaggiare per la realizzazione di due episodi del personaggio Marvel Comics Silver Surfer. Chiuso il capitolo internazionale, nel 1987 ha dato vita con François Corteggiani alle serie L'Archer Blanc e Noël et Marie. Oggi è conosciuto come uno dei migliori artisti specializzati in adattamenti storici: ha scritto nel 1997 Attila... mon amour, con Franck Bonnet ai disegni, poi Quetzalcoatl e Ben Hur.

Vae Victis! Giulio Cesare e la conquista della Gallia è una storia ambientata nel 57 a.C., periodo in cui Gaio Giulio Cesare ha conquistato gran parte della Gallia, ma soffrendo la presenza a nord dei bellicosi Belgi, un popolo fiero e guerriero, capace di dare battaglia sia sulla terraferma che in mare. Nella sinossi vien dato spazio ad un quesito: "ma cosa spinge veramente Cesare cosi lontano da Roma nella folle corsa verso nord?". La risposta è semplice: c'è una ragazza speciale, dai capelli rossi e che i romani chiamano Ambra e i celti Budicca.

  • shares
  • Mail