Spoiler capitolo 533 di Naruto

Spoiler capitolo 533 di Naruto

Dinamico, intrigante e pieno di rivelazioni: ecco il nuovo capitolo di Naruto! Il buon Masashi Kishimoto si sta dando parecchio da fare e, con questi "micro-cicli" di avventure che formano questa "maxi-saga", il mangaka sta mettendo "i puntini sulle i" su tutte quelle questioni rimaste "in sospeso" nella narrazione del manga. Ovviamente ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto breve del capitolo 532 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 533.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

Mifune è riuscito a sconfiggere Hanzou e, riposta la spada, il samurai cerca di far ricordare allo shinobi quel che è successo durante il loro primo incontro. Parte così un flashback molto interessante che ci mostra un giovanissimo Mifune sconfitto dall'abilità di Hanzou che, avendo intriso la lama con il suo potentissimo veleno, avvisa il samurai che morirà tra poche ore, ma non senza aver sofferto dei terribili effetti dell'avvelenamento...

Hanzou spiega a Mifune che il veleno del suo falcetto proviene direttamente dalla una sacca velenifera che lo shinobi, tempo addietro, si è fatto impiantare direttamente nel suo corpo (più precisamente nel fianco). Questa sacca velenifera appartiene alla terribile Salamandra Nera, un rettile molto raro ed estremamente pericoloso ed è per questo che, da quel momento in poi, tutti hanno identificato Hanzou con il soprannome "delle Salamandre". Questo veleno è così pericoloso che Hanzou stesso deve indossare una maschera per non esserne colpito ed ecco perché, durante il loro scontro, lo shinobi ha cercato di concludere velocemente la battaglia: se Mifune avesse colpito la sacca velenifera, la quantità di veleno sprigionata sarebbe stata tale che lo stesso Hanzou sarebbe morto! Hanzou, però, denota che il giovane Mifune si è battuto con onore per salvare i suoi compagni e, nonostante la sua spada sia stata "lenta", lo shinobi riconosce nell'avversario una poderosa forza di volontà. Mifune, ormai allo stremo delle forze, chiede ad Hanzou di lasciar stare i suoi compagni e di prendere la sua vita e lo shinobi, colpito ancora una volta dalle parole del giovane samurai, decide di curarlo. Purtroppo l'antidoto non è sicuro e deve essere Mifune stesso a voler sopravvivere e, arrivati a questo punto, Hanzou dice al giovane samurai una cosa molto importante: morirà per la sua fede (il "credo" della spada di cui Mifune ha parlato ad Hanzou) o riuscirà a sopravvivere?

Tornati al presente, Hanzou (senza maschera) abbassa il capo e capisce che è giunta la sua ora quindi, estratta una lama, applica su di se un seppuku colpendo con forza la sua stessa sacca velenifera! Mifune ordina ai suoi uomini di arretrare e, notato che questo faceva tutto parte di un piano architettato da Hanzou stesso, il samurai ordina ai suoi uomini di immobilizzare il nemico con la tecnica del bendaggio. Hanzou è stato furbo: ha aspettato che il veleno lo paralizzasse completamente e, nonostante Kabutomaru cercasse in tutti i modi di farlo tornare a combattere, ormai Hanzou era praticamente "bloccato" e quindi facile preda degli alleati di Mifune. Il samurai capisce che la "fede" del nemico non è mai venuta meno e, ricordandosi quel che gli disse Hanzou quella volta (ovvero della promessa di parlare agli altri del samurai come "un grande uomo"), Mifune decide che farà lo stesso con questo coraggioso e onorevole shinobi...

Intanto, sul fronte che vede il trio composto da Shikamaru, Choji e Ino opporsi al sensei Asuma, il grassottello del gruppo ha la possibilità di poter "stendere" il maestro, ma il troppo affetto verso di lui gli impedisce di colpirlo. Ino, Shikamaru e Asuma (che, per il momento, non ha subito l'annullamento della personalità di Kabutomaru) redarguiscono Choji e, allarmato per quello che sta per fare, il maestro ordina ai suoi allievi di allontanarsi al più presto da lui...

Spoiler capitolo 533:

Choji non è riuscito a colpire Asuma che, non avendo il controllo del proprio corpo, usa una delle sue tecniche per "disperdere" i ragazzi con un grande spostamento d'aria. E così, mentre i ragazzi si riorganizzano, tutt'attorno a loro la battaglia procede in maniera abbastanza confusa: Tenten è riuscita a sconfiggere parecchi nemici usando il "Ventaglio Banana" che ha recuperato sul campo di battaglia, il padre di Choji sta affrontando Dan con molte difficoltà e i due ex-alleati di Asuma stanno inseguendo Kakuzu usando le loro catene...

Shikamaru "rimprovera" Choji dicendogli che non deve farsi sopraffare dai sentimenti perché, oltre al giuramento che si sono fatti, quello che ora è davanti a loro è si Asuma...ma è solo una persona "resuscitata", un "morto"...una persona che non ha più niente di "vivo"! Ma Choji è molto sensibile e vedere il maestro lo ha sconvolto ed Asuma, che sembra aver capito le difficoltà del ragazzo, lo insulta dandogli del "grassone". Choji, sentendo l'offesa, si lancia rabbioso all'indirizzo di Asuma ma, una volta arrivato davanti al maestro, il ragazzo ripensa ai momenti felici passati con lui e, nuovamente, evita di colpire il sensei con il suo pugno. Shikamaru nota le difficoltà di Choji e lancia i pugnali che erano di Asuma verso il maestro che, con dei kunai, li evita facilmente. Ino, invece, usa il capovolgimento spirituale per "impossessarsi" del corpo di Choji permettendogli così di attaccare Asuma...ma la ragazza non fa i conti con uno degli Zetsu bianchi che stava osservando la scena e Shikamaru, usando la sua tecnica dell'ombra, riesce a "legarsi" all'amica permettendole di dare un calcio al nemico...

Entrata nella mente dell'amico, Ino ricorda a Choji il "Giuramento degli Orecchini" e quello che rappresenta quella cerimonia per le loro famiglie e il ragazzo, ancora un po' "sconvolto", ricorda alcuni episodi del suo passato...

Choji ricorda quando Asuma ha "sciolto" il team 10 rendendoli, di fatto, liberi di poter scegliere i membri più adatti per formare tre squadre distinte. Il sensei sembrava molto felice e, ricordando anche lui come si svolge la "Cerimonia degli orecchini", dice loro che è giunto il momento di restituire ai loro capifamiglia gli orecchini "a cerchio"...

Ino non ce la fa più a rimanere nel corpo di Choji e, schivato un attacco di Asuma, i ragazzi vengono interrotti dalla "caduta" del padre di Choji che, a quanto pare, sta avendo molte difficoltà a combattere contro Dan. Approfittando di questo momento di confusione, Shikamaru urla a Choji che ora loro non sono più ragazzini e che devono prendersi cura degli altri perché, ricordando le ultime parole di Asuma prima di morire, i "Re" del futuro saranno i bambini che nascono giorno dopo giorno al Villaggio della Foglia. Disperato, Shikamaru dice a Choji che se non fermeranno Asuma questo potrebbe addirittura uccidere suo figlio! Ino dice a Choji che Shikamaru ha ragione e, rivolgendosi al figlio, Chouza aggiunge che questo non è il momento per "fare i timidi" perché lui, ora, appartiene di fatto alle sedicesima generazione degli Akimichi...

Choji, sentendo le parole del padre, ricorda per filo e per segno tutto quello che è legato agli orecchini e all'amicizia che i tre clan (Akimichi, Nara e Yamanaka) si scambiano da generazioni. Gli orecchini sono stati, nel corso della vita di Choji, un elemento fondamentale per la costituzione del suo carattere e della sua formazione come shinobi e, una volta arrivato all'età giusta per restituire quelli che erano gli orecchini "da ragazzo", il ragazzo ha ricevuto dal padre quelli che egli dovrà tramandare alla generazione successiva alla sua...

Chouza viene "chiamato" dagli altri per aiutarli a sconfiggere Dan e Choji, ricordando le parole del giuramento, riesce a far spuntare dalla sua schiena un paio di ali da farfalla senza usare le sue pillole speciali...finalmente, Choji ha capito che è giunto il momento di combattere per le generazioni che verranno!

Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto
Spoiler capitolo 533 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: