Anime primaverili 2011- Sket Dance prima impressione

A lungo ho letto di Sket Dance e da parecchio tempo attendevo con ansia l'anime che, diciamocelo, non mi è piaciuto quasi per nulla. Non ho sentito alcuna "ventata di fresco" nè, guardandolo, mi sono entusiasmata o ho accennato ad una sola risata.

La puntata inizia con l'arrivo a scuola di un nuovo studente, molto timido e riservato. Subito questo Sket-club, formato da persone molto bizzarre, tenta di coinvolgerlo al fine di farlo entrare nel gruppo eterogeneo, composto da: una ragazza molto forte, l'unica che mi ispira un po' di simpatia, un otaku che parla solo tramite computer e un "capo" club con uno strano cappellino.

La sostanza della prima puntata è la presentazione dei protagonisti e la spiegazione di cosa fa il club: sono infatti dei "tuttofare" che mantengono allegra e sicura la vita nel campus scolastico. Peccato che i tre componenti abbiano pessima fama e vengano loro assegnati esclusivamente compiti sciocchi o inutili, dunque il gruppetto trascorre la maggior parte della giornata ciondolando in giro e non facendo nulla. Ma qui entra l'incidente: la parte che dovrebbe colpire ed interessare.

Il nuovo arrivato si presenta infatti coperto di vernice al club e chiede di investigare riguardo il colpevole di tale atto. Non voglio rovinarvi la "sorpresa" finale che, personalmente, ho trovato patetica.

Per quanto riguarda l'animazione o la grafica non c'è molto da dire: non è male, ma non mi par avere quello spunto in più che mi aspettavo. Insomma, decisamente non è cosa buona avere elevate aspettative che, puntualmente, vengono deluse. Voi cosa ne pensate? Avete apprezzato? E il raffronto con il manga?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.