Il meglio del 2006 secondo Alessandro Di Nocera

DoonesburyAlessandro Di Nocera ha una passione innata per i fumetti ed ha scritto molti articoli su riviste come Schizzo, Fumo di China, Linea chiara, Star Magazine; è anche autore del saggio Supereroi e superpoteri.

Recentemente sul suo blog ha postato una classifica dei suoi 10 fumetti preferiti pubblicati nel 2006. Veniamo subito al dunque e conosciamo la classifica con le sue preferenze e i suoi commenti alle opere.

1)Garry B. Trudeau, Doonesbury: La lunga strada verso casa, Arcana: "Politico, vibrante, commovente, esilarante, umano, corrosivo".

2) J. Sacco, Gorazde Area Protetta, Mondadori: "Joe Sacco rappresenta una guida imprescindibile per poter comprendere qualcosa circa i conflitti che devastano le aree calde del mondo".

3) M.A. Martin, The Complete Brian The Brain, Coniglio Editore: "Un mondo raggelante in cui qualsiasi scampolo di sentimento o di umanità sarebbe stato schiacciato dalla più perversa delle macchine socio-politico-industriali".

4) M. Millar – J. Romita jr., Wolverine, Nemico pubblico & Wolverine, Agente dello Shield, su “Wolverine” (nuova serie) nn. 20-31, Marvel Comics (in Italia su “Wolverine”, nn. 190-197, Panini-Marvel Italia): "La run di Wolverine realizzata da Millar e Romita jr offre invece quanto di meglio un lettore di fumetti avventurosi e fantastici possa sperare di trovare".

5) P. Cossi, La storia di Mara, Lavieri: "Realistico, espressionista, grottesco, umoristico".

6) E. Brubaker – S. Phillips, Sleeper, Solo tra le iene & Sleeper, Solo mosse false, Wildstorm/DC Comics (in Italia pubblicato da Magic Press): "Sleeper è un The Spirit così come l’avrebbe probabilmente concepito un Will Eisner diciottenne all’inizio del XXI secolo".

7) X. Dorison – A. Alice, Il Terzo Testamento, Giovanni o Il Giorno del Corvo, Eura Editoriale: "Uno dei capolavori del fumetto transalpino dell’ultimo decennio", "Un gioiello dell’avventura e dell’arte del fumetto, da scoprire e apprezzare appieno".

8) L. Bartoli, R. Recchioni – W. Dell’Edera, John Doe n. 34, La Via della Spada, Eura Editoriale: "In La Via Della Spada, Roberto Recchioni si ricorda finalmente di essere una delle poche promesse del fumetto nostrano in procinto di essere mantenute".

9) A. Jodorowsky – M. Manara, I Borgia vol. 2, Il Potere e L’Incesto, Mondadori: "Una delle opere a fumetti più politiche che sia mai stata pubblicata in Italia da dieci anni a questa parte".

10) P. Parisi, Fame, autoproduzione:"Fame è un colpo allo stomaco sferrato con rapidità e freddezza, una storia breve ma con ampi riverberi d’intensità in cui l’autore bada alla sostanza, lasciando da parte effetti paesaggistici superflui e menate retoriche sull’inferno e la dannazione".

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: