I vincitori del Osamu Tezuka Cultural Prize 2011: a Fullmetal Alchemist il New Artist Prize

Osamu Tezuka Cultural Prize 2011

Il quotidiano nipponico Asahi Shimbun ha annunciato lunedì i vincitori della XV edizione del Premio culturale Osamu Tezuka, riconoscimento annuale nel campo del fumetto giapponese dedicato alla memoria dell’indimenticabile “dio dei manga”.

Il Comics Grand Prize, ovvero il primo premio, va in ex aequo a Jin, di Motoka Murakami, edito da Shueisha, e a Takemitsuzamurai di Issei Eifuku e Taiyo Matsumoto (Tekkonkinkreet), pubblicato da Shogakukan. Seinen del 2000 dalle tinte soprannaturali scritto e disegnato da Murakami per la rivista Super Jump, Jin ha per protagonista il neurochirurgo Minakata che, dopo un intervento per rimuovere uno strano embrione cancerogeno dal cervello di un paziente, è proiettato indietro nel tempo fino al periodo Edo. Qui incontra persone comuni e personaggi illustri che grazie alle sue conoscenze mediche moderne può curare da malattie e ferite altrimenti mortali, riscrivendo con i suoi bisturi storie ed episodi di vita. Il volume 20, distribuito a febbraio in patria, è l’ultimo della serie. In Takemitsuzamurai (Il samurai con la spada di bambù), all’alba di uno dei primi giorni del nuovo anno, il ronin Seno Soichiro si presentò nel quartiere popolare di Katagi in Edo. Inizialmente gli abitanti lo guardarono con paura e sospetto: Kankichi, il figlio del carpentiere, pensava che quell'individuo, circondato da un'aura di sangue di cui anche i gatti del rione avvertivano la puzza, non fosse realmente umano.

Ma presto Soichiro impegnò la propria spada e, sostituitala con una replica in bambù portata in vita, si dedicò a un’esistenza tranquilla come insegnante di quartiere. I mesi passarono, i giorni sembravano scorrere tranquilli, ma i guai non potevano stare lontani per troppo tempo... La serie, in corso dal 2006 sul seinen magazine Big Comic Spirits, si è conclusa quest'anno a 8 volumi. Il New Artist Prize, noto anche come New Hope Award, va invece espressamente a Hiromu Arakawa per Fullmetal Alchemist, che pur avendo esordito nel 2001 è rientrato nella rosa dei nominati grazie alla pubblicazione dell'ultimo volume, il 27, lo scorso anno. E' infine premiato nella categoria Short Work Prize per le sue storie brevi il mangaka Keisuke Yamashina, autore di C kyuu sarariiman kouza. La cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti, che conferirà ai vincitori un nastro, una statuetta e un assegno di 2 milioni di yen (circa 17.645 euro) per il Grand Prize e 1 milione di yen per le altre categorie, si terrà a Tokyo presso la sede principale dell'Asashi Shimbun il prossimo 27 maggio.

Jin di Motoka Murakami

Jin di Motoka Murakami capitolo 1 (01)
Jin di Motoka Murakami capitolo 1 (02)
Jin di Motoka Murakami capitolo 1 (03)
Jin di Motoka Murakami capitolo 1 (03)

Takemitsuzamurai di Issei Eifuku e Taiyo Matsumoto

Takemitsuzamurai capitolo 1 (01)
Takemitsuzamurai capitolo 1 (02)
Takemitsuzamurai capitolo 1 (03)
Takemitsuzamurai capitolo 1 (04)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.