Spoiler capitolo 538 di Naruto

Spoiler capitolo 538 di Naruto

Ottimo il capitolo settimanale di Naruto! La pausa ha fatto bene a Masashi Kishimoto che, con uno dei suoi capitoli "a sorpresa", ci porta a scoprire quali sono le "reali intenzioni" di uno dei personaggi più importanti della saga! Ovviamente ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il riassunto breve del capitolo 537 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 538.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

L'arrivo di Madara sul campo di battaglia ha gettato scompiglio tra le file degli shinobi dei villaggi alleati che, ora, devono vedersela con l'enorme Gedo Mazo che l'Uchiha ha evocato tramite il Kuchiyose no Jutsu. Ma gli shinobi non si perdono d'animo e, viste le dimensioni del nemico, gli unici che si occupano di tenerlo a bada sono Choji e Chouza che, con un attacco combinato, sembrano in grado di poter affrontare Gedo Mazo senza troppi problemi. Ma l'evocazione è molto più forte di quel che sembra e, dopo aver "assorbito" l'attacco dei due, usa una specie di "barriera" per respingere Choji e Chouza facendoli volare via con una facilità disarmante!

E così, mentre Naruto "accelera il passo", Ao informa il Raikage e gli altri di quello che sta succedendo sul campo di battaglia compresa, ovviamente, l'avvenuta fuga di Killer Bee e del giovane shinobi di Konoha dall'isola/tartaruga. Il Raikage vuole "spiegazioni" sulla fuga dei due Jinchuuriki ed Ao, immediatamente, dice al Kage che il team delle barriere era preparato per "accogliere" il solo Naruto quindi, a quanto pare, è stata la presenza di Bee ad aver "rotto" gli equilibri. Inoltre urge un cambio di strategia immediato perché, come Shikaku afferma, ora le cose si stanno facendo veramente troppo "pesanti". Il Raikage, dopo un attimo di riflessione, dice a Tsunade che loro due andranno a fermare Bee e Naruto di persona mentre Shikaku, vista la situazione, assumerà il controllo delle operazioni fintanto che loro saranno fuori. Ma il Raikage non sa che Madara sta riuscendo a creare parecchi grattacapi agli shinobi presenti sul campo di battaglia che, pur opponendosi con tutte le loro forze a Gedo Mazo, non riescono a fermare l'avanzata della terribile evocazione. E Madara, che ha usato Gedo Mazo proprio per "tenere occupati" gli shinobi, sa perfettamente quello che deve fare...

Madara si teletrasporta vicino alla Giara Cremisi e, messi fuori gioco due shinobi, l'Uchiha si avvicina minaccioso all'artefatto. Darui cerca di trattenere Madara dicendogli che quella "non è roba per lui" e il nemico, per nulla intimorito, risponde dicendo che è interessato non alla Giara...ma al suo contenuto! Madara non ha però fatto i conti con Shikamaru che, riuscito ad "agguantare" l'ombra del nemico, ora lo tiene fermo interrogandolo sulle sue intenzioni. Intenzioni queste che al ragazzo appaiono subito chiare: Madara non poteva usare subito il potere dei gemelli e per questo li ha mandati sul campo di battaglia in modo che gli shinobi, in un modo o nell'altro, li avessero "immobilizzati". Madara si complimenta con Shikamaru per la sua astuzia, ma egli non ha tempo da perdere con lui e, con un comando mentale, ordina a Gedo Mazo di colpire con un "pestone" il ragazzo...

Shikamaru viene salvato da Choji, ma la Giara è caduta nelle mani di Madara che, a detta di Kabutomaru, vuole usare il "mezzo potere" ottenuto dalla coda dell'Hachibi e dal chakra dei gemelli per portare a compimento "quella cosa". Madara è sicuro che riuscirà a terminare il suo piano entro le prossime 24 ore mentre gli shinobi, compreso Naruto, si stanno mobilitando perché questo non avvenga...

Spoiler capitolo 538:

Naruto sta usando il chakra del Kyuubi per "illuminare" il buio sentiero che lui e Killer Bee stanno percorrendo e, preoccupato, l'Hachibi chiede al fratello dei Raikage di tenere d'occhio il ragazzo. Killer Bee risponde con uno "yeah" e, mentre viaggiano ad una velocità considerevole, Naruto sente dentro di se la voce di qualcuno che lo chiama...

È Kyuubi che, un po' irritato, dice a Naruto di non sprecare il suo chakra in questo modo "meschino". La volpe dice a Naruto che l'ha osservato per "ogni maledetto giorno della sua vita" e, a suo dire, il ragazzo è sempre stato un "povero ingenuo". Naruto, sorpreso da questa vena "amichevole" del Kyuubi, dice alla volpe che se vuole fare amicizia questo non è il momento adatto anche se, vedendolo li tutto solo, il ragazzo dice alla bestia che tutta quella solitudine l'avrà sicuramente reso più "socievole". Ma Kyuubi ha ben altro per la testa: secondo la volpe, Naruto non è in grado di fermare la guerra da solo e, se non vuole soccombere, dovrà utilizzare sempre di più il suo chakra. Naruto non cede alle lusinghe del Kyuubi che, con con una risatina, dice al ragazzo che è diventato "un po' più furbo" e il giovane shinobi, seccato, dice alla bestia che parleranno solo dopo la fine della guerra. Ma per Kyuubi è proprio questo il problema: se Naruto scoprirà che uno o più dei suoi amici sono caduti in battaglia si farà trasportare dall'odio generato dalla guerra e, così facendo, diventerà esattamente come Pain/Nagato. Kyuubi sa bene quello che sta dicendo perché la guerra non fa altro che provocare odio tra gli uomini e, se Naruto vi parteciperà, sarà egli stesso "catturato" da quell'odio...

Naruto, serio come non mai, si volta verso il Kyuubi (che, ricordiamo, è ancora chiuso dietro a quel "cancello" eretto dal sigillo) e gli dice di smetterla di sottovalutarlo e questo, per la volpe, è uno smacco al suo infinito ego. La bestia si infuria e, ricordando a Naruto che da solo non potrà mai farcela a sopportare tutto l'odio generato dalla guerra, gli rammenda che egli stesso non è stato nemmeno in grado di cambiare una persona che dell'odio ha fatto la sua ragione di vita...ovvero il suo amico Sasuke! Secondo il Kyuubi, Naruto ha sempre saputo che Sasuke era "accecato" dall'odio e, per fargli capire che egli non sta dicendo una bugia, lo "prega" di ricordare un episodio passato della sua vita...

Naruto ricorda quando, piccolissimi, lui e i suoi amici facevano "sparring" sotto gli occhi vigili di Iruka-sensei che, oltre ad insegnarli le buone regole per un combattimento tra shinobi, "obbligava" i bambini a compiere i gesti rituali adatti per questo genere d'occasioni (il saluto prima del combattimento e il "Gesto dell'Armonia" quando questo è finito). I primi a combattere sono stati Shikamaru e Choji, ma visto che il primo reputava la cosa noiosa e il secondo non voleva attaccare l'amico, Iruka ha interrotto il combattimento pregando i bambini di compiere i gesti rituali senza battagliare. Naruto, vedendo che tutti hanno occhi per Sasuke, vuole che sia lui a combattere contro l'Uchiha e Iruka, quasi ad "assecondare" i desideri del bambino, mette contro i due giovani shinobi. Ma ne uno e ne l'altro sembrano voler rispettare i rituali impartiti da Iruka che, ovviamente, si arrabbia molto. Naruto pensa che sconfiggendo Sasuke potrebbe diventare più popolare di lui per questo, gasatissimo, il bambino promette di dare tutto se stesso nel combattimento. Ma appena questi compiono il saluto Sasuke, con un balzo velocissimo, salta addosso a Naruto e lo sconfigge con una facilità disarmante! Tutti gli occhi delle bambine (comprese Ino e Sakura) sono per Sasuke e Naruto, incavolato, se la prende con l'avversario insultandolo. Questo risponde ed Iruka, seccato, dice ai due di compiere il Gesto dell'Armonia senza fare storie. Ma quando le dita dei due bambini stanno per incrociarsi, entrambi si prendono per il collo della camicia e continuano ad insultarsi! Iruka è infuriato e Naruto, sentendosi "offeso", riesce a sgattaiolare fuori dall'edificio. Ma Naruto, durante il combattimento con Sasuke, ha notato che lo sguardo del ragazzo è pieno dell'odio che la gente ha verso di lui quando lo vede anche se, invece che osservare lui, il compagno pareva guardare "altrove". E quello sguardo, seppur pieno di quello stesso odio che Naruto conosce bene, sembrava avere qualcosa di "diverso"...di più "profondo"...

Tornati al presente, Kyuubi dice a Naruto che il ragazzo non è mai stato in grado di sopportare o reprimere neanche l'odio di Sasuke che, sicuramente, durante tutti questi anni ha continuato a far crescere il suo odio diventando sempre più pericoloso. Secondo Kyuubi, Sasuke ormai è stato "consumato" dall'odio e Naruto, per tutto questo tempo, non è mai riuscito a far niente per il compagno e quindi, in questo momento difficile, la volpe non sa spiegarsi come farà il suo "contenitore" a sopportare l'odio del mondo intero. Naruto, serio e composto, si avvicina a una colonna e dice al Kyuubi che se fosse per lui egli dovrebbe rimanere seduto a guardare quel che succede e, così dicendo, il ragazzo inserisce la sua mano vicino al sigillo della bestia. Naruto richiama il Kyuubi dicendogli di avvicinarsi, ma quando il sigillo è aperto e i cancelli si alzano, il ragazzo ritira la mano facendo cadere la pesante inferriata in testa alla bestia! Naruto dice a Kyuubi che l'unico "credulone" qua è lui e la volpe, guardandolo con occhi di sfida, chiede al ragazzo come fa ad essere così sicuro di se nonostante sa benissimo che Sasuke è ormai un caso "irrecuperabile". Naruto, specchiandosi nell'occhio del Kyuubi, risponde alla volpe dicendogli che sono finiti i momenti in cui non credeva in se stesso e, prima o poi, troverà il modo di fermare sia la guerra che Sasuke!

Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto
Spoiler capitolo 538 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: