Jiro Taniguchi- L'uomo che cammina

jiro taniguchi l'uomo che camminaL'uomo che cammina è un manga di Jiro Taniguchi, pubblicato nel 1990 sul magazine Morning Party della Kodansha, formato da 17 brevi storie. Edito in Italia dalla Planet Manga nel 1999, ora reperibile facilmente on line.

E' davvero difficile per me fare una "recensione" di questo volumetto. Fino ad ora non ho mai letto o ammirato nulla di Taniguchi che non fosse un piccolo capolavoro formato cartaceo. Questo volumetto non si discosta molto da quella che dovrebbe e potrebbe essere la reale vita di un uomo giapponese.

Il protagonista, presente in ogni storiella, è un uomo maturo, sposato, con un cane, che si è appena trasferito in una nuova casa. La prima breve storiella riguarda infatti l'esplorazione da parte dell'uomo di tutta la zona nei pressi della sua nuova abitazione. Sostanzialmente, e questo quasi per tutto l'andare di ogni singolo raccontino, non ci sono parole. Dunque ci troviamo di fronte ad un invito esplicito, da parte dell'autore, ad osservare.

E che cosa dobbiamo osservare? Cosa ci perdiamo ogni giorno? Perchè noi corriamo, sempre, senza soffermarci mai a godere delle piccole cose, di quelle che ci circondano e che non notiamo neppure.

Partiamo da una bella passeggiata nella natura, guardiamo gli alberi, gli uccellini, traiamo gioia dal concederci un dolce che amiamo, dal camminare sotto la pioggia, dal respirare l'aria a pieni polmoni, dal fare dei lavoretti per migliorare la nostra casa. Il tutto sempre in silenzio, andando a vedere la parte profonda delle cose, non guardandone solo la superficie come, purtroppo, in troppi fanno.

Inutile dirvi che più che da leggere, è un manga da sfogliare con calma. Così come per i Giapponesi è fondamentale il cambio delle stagioni, noi camminiamo insieme al protagonista passando dal caldo estivo alla neve invernale, il tutto in perfetta armonia.

Manga assolutamente consigliato.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

3 commenti Aggiorna
Ordina: