Tamayura Hitotose - anime autunnali 2011 prima impressione

Tamayura Hitotose è una bella animazione, o questa per lo meno è l'impressione ricevuta dalla prima puntata. Delicata e fragile, una puntata che ben rappresenta il Giappone, nelle piccole e grandi cose.

Uno splendido ritratto di un paesino, più piccolo e contenuto rispetto alle grandi città, più vivibile e con una perfetta immagine di quei negozietti caratteristici realmente presenti lungo le strade turistiche. Coinvolgente e che riporta la memoria di posti visti una volta e ricordati con affetto e trasporto. Il tempietto di quartiere, le memorie di gioventù. La meravigliosa vista sull'oceano quando si prende il treno per arrivare alla meta finale, e ancora tanti bei ricordi malinconici.

E proprio qui volevamo arrivare, conoscendo la protagonista: una fanciulla, Fu Sawatari, si trasferisce nella vecchia cittadina in cui è nato il padre. Incontra nuovamente le sue amiche di infanzia: rivivrà la città in cui è si recava da piccina con il papà. Molto commovente il "tadaima" ("sono tornata a casa") sul finale.

Un'animazione promettente, quelle da me molto amate e che sanno trasmettere qualcosa, soprattutto a chi è stato in Giappone e ne apprezza da un lato la sua modernità, dall'altro lo scorrere del tempo più "lento", la facciata calma e più tradizionale.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.