Jonathan Steele - arriva un volume disegnato da Massimo Dall’Oglio

jonathan steele

C'è un personaggio con una storia editoriale assai frammentata e che ogni tanto torna a mostrarsi al pubblico.

E' Jonathan Steele, biondo eroe creato da Federico Memola (visto anche su Nathan Never, Legs Weaver, Martin Mystère e Zona X), che si riaffaccia in fumetteria con un volume da 72 pagine dove è stata inserita la sceneggiatura originale della storia “Le vite degli altri” scritta da Memola, accompagnata dalle matite del grande talento Massimo Dall'Oglio. La storia in questione è stata pubblicata in un albo della Star Comics: Jonathan Steele Extra n. 1. Sarà possibile scoprire ogni particolare ed ogni sforzo creativo degli autori in questo libro speciale intitolato La macchina da scrivere n.1 – Jonathan Steele di Federico Memola & Massimo Dall’Oglio (72 pagg., b/n, € 6,90), prodotto da Edizioni Arcadia.

Debutta, dunque, la collana La macchina da scrivere, per “svelare i vari meccanismi che si celano dietro la realizzazione delle storie a fumetti, presentando principalmente sceneggiature originali, ma anche saggi e interventi di affermati professionisti che operano nel settore.” Jonathan Steele è da considerarsi una sorta di “modern fantasy” e quella con Arcadia, come già sottolineato, non è la sua prima avventura editoriale. Fu proprio la Sergio Bonelli Editore a renderlo celebre, per poi “passarlo” alla Star Comics. Ecco una breve descrizione del fumetto: “Ne sono protagonisti Jonathan Steele (titolare della serie), un moderno avventuriero, Jasmine Rashad, una potente maga, e Myriam Leclair, figlia di un essere umano e di una fata. Partendo da Parigi, dove ha sede l’Agenzia Incantesimi, i tre affrontano pericoli e minacce di varia natura in un mondo in cui la magia è sempre esistita e nel quale, camminando per strada, è possibile imbattersi in elfi, fate, orchi, e altre creature tipiche della letteratura fantasy classica.”

via | MForever

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.