Orfani di Roberto Recchioni, l'autore rivela alcuni dettagli sulla serie della Sergio Bonelli Editore!

Sin dai tempi del suo annuncio ufficiale, Orfani di Roberto Recchioni e Emiliano Mammucari è stato coperto da una specie di "segreto di stato" indecifrabile. Fino ad oggi...

Intervistato dai ragazzi che curano il nuovo sito della Sergio Bonelli Editore, Roberto Recchioni ha svelato alcune chicche sulla creazione di Orfani e sulle tematiche di cui l'autore andrà a trattare nella serie. La prima domanda è ovviamente riservata a quella che sarà la trama di Orfani, e Recchioni risponde illustrandone brevemente i punti salienti: gli orfani del titolo sono dei ragazzini sopravvissuti ad un attacco che una misteriosa minaccia aliena ha lanciato sulla Terra e, per vendicare i torti subiti dalla popolazione terrestre, questo gruppetto di orfanelli verrà addestrato per diventare un team di soldati d'élite. Ma l'intervista offre tanti spunti di riflessione, quindi andiamo tosto ad analizzare le risposte che Recchioni ha offerto ai suoi interlocutori...

Orfani vs Nathan Never: due modi di fare fantascienza

Uno dei contenuti più importanti emersi da quest'intervista a Roberto Recchioni riguarda la differenza di tematiche tra Nathan Never e Orfani. Sicuramente qualcuno avrà azzardato una specie di collegamento tra le avventure futuristiche di Nathan Never e quelle che andremo a leggere su Orfani, e Recchioni è intervenuto spiegando sapientemente (e con cognizione di causa) quelle che sono le differenze sostanziali tra le tematiche proposte dai due fumetti: la fantascienza narrata su Nathan Never è di tipo molto descrittivo, con ampie divagazioni sulle tematiche che, di volta in volta, possono cambiare in base alla storia che il personaggio va a vivere...quella di Orfani è invece stilizzata, pura e semplice fantascienza bellica, con uno spettro di tematiche ben definite che l'autore ha fissato sin da subito.

Roberto Recchioni e l'improvvisazione

Un altro pezzo molto bello di questa intervista riguarda la serializzazione di Orfani, dove ci viene ricordato che la serie sarà composta da due stagioni, ognuna composta da dodici uscite. Qui l'intervistatore chiede a Roberto Recchioni se, dal punto di vista narrativo, l'autore è riuscito a chiudere il tutto o si è lasciato lo spazio necessario per improvvisare. Scopriamo qui che Recchioni ama molto improvvisare e, pur avendo già delineato quello che sarà il finale della seconda seconda serie, lui e Mauro Uzzeo (che sta collaborando con l'autore per la realizzazione delle sceneggiature di Orfani) non hanno ancora bene in mente come fare ad arrivare a quella conclusione. Sarà quindi la voglia di sorprendersi che aiuterà Recchioni nella stesura del viaggio degli Orfani...

Il percorso promozionale di Orfani

Tralasciando un attimo lo spezzone dove Roberto Recchioni ci parla dei romanzi che l'hanno aiutato nella stesura di Orfani e di come il progetto sia stato accolto alla Sergio Bonelli Editore, reputo importante capire come sarà diffuso il fumetto e quali saranno le scelte che la casa editrice adotterà per promuovere al meglio l'opera. Qui Recchioni ci svela che, grazie all'accordo con la Multiplayer Edizioni, il numero Zero di Orfani (anche questo a colori) sarà distribuito gratuitamente nella catena di negozi Game Stop. Non solo: a quanto pare, oltre ad avere un suo spazio personale al Lucca Comics and Games 2013 (ove avverrà il lancio ufficiale della testata), di Orfani se ne occuperà anche Repubblica XL, che uscirà con un numero speciale dedicato al fumetto.

Insomma, la Sergio Bonelli Editore sta davvero cambiando e, per fortuna, grazie all'interessamento di una persona come Recchioni, la casa editrice italiana sta iniziando a muoversi in maniera molto più coerente rispetto ai tempi che corrono. Il mio consiglio è solo quello di non bruciare velocemente le tappe, ma di muoversi con estrema tranquillità verso un percorso che, se ponderato e ben costruito, può dare alla Sergio Bonelli parecchi profitti. E sono convinto che sarà proprio Recchioni l'artefice di questo percorso...

via | Sergio Bonelli Editore

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.