Gli Archivi Bonelli, la nuova uscita targata Rizzoli/Lizard è incentrata su Tiziano Sclavi

In libreria potete trovare un nuovo volume de "Gli Archivi Bonelli", collana prodotta da Rizzoli/Lizard. La nuova uscita è incentrata su Tiziano Sclavi e le sue storie su serie come Dylan Dog, Zagor e Mister No.

rizzoli lizard sclavi bonelli

Rizzoli/Lizard ha rilasciato il secondo volume de Gli Archivi Bonelli, dedicandolo questa volta a quel grande scrittore chiamato Tiziano Sclavi.

Tutto sul papà dell'Indagatore dell'Incubo

Mentre il primo tomo della collana presentava dettagliatamente il mitico Guido Nolitta/Sergio Bonelli, la nuova e corposa uscita è incentrata sul papà di Dylan Dog. Per introdurre l'opera è stato scelto il filosofo Giulio Giorello, il quale nella sua prefazione ha espresso un giudizio universale:

"Tiziano Sclavi lascia uno spiraglio all'idea che almeno raccontare delle belle storie sia un modo per non sprofondare nel niente. E per noi leggerle lo è di certo".

Le sue parole sono confermate dalla selezione di storie proposta in questo nuovo tomo formato da oltre 540 pagine! Il curatore dell'iniziativa è Michele Ginevra, il quale ha raccolto alcune chicche speciali che sorprenderanno tutti gli appassionati di fumetti. All'interno troverete storie come "Memorie dall'invisibile" (illustrata da Giampiero Casertano), "Gli orrori di Altroquando", "Il fantasma del terzo piano", "L'appartamento n.13" e "L'incubo è finito".

Lavori fuori dall'orrore

Ma non si parla solo di Dylan Dog in quest'opera che analizza a 360° un genio della scrittura. Ci vien data la possibilità di rileggere la duecentesima avventura di Zagor intitolata "Il tesoro maledetto" (disegnata da Gallieno Ferri); c'è anche un'avventura di posto a Mister No a tinte fantastiche ("Ufo") illustrata da Fabio Civitelli. Inoltre, il volume è stato arricchito con un'intervista inedita a Tiziano Sclavi ed alcune pagine di sceneggiatura tratte da "L'alba dei morti viventi" (primo numero di Dylan Dog). Le sorprese non finiscono qui, poiché viene mostrato un inedito Dylan, ovvero un riccioluto cacciatore di indiani protagonista di un western malinconico, realizzato sul finire degli anni' 70 con la collaborazione di Lorenzo Mattotti.

Cliccate qui per sfogliare una gallery contenente alcune pagine in anteprima.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.