Comic Heroes - I fumetti europei hanno poco appeal

fumetti

La rivista Comic Heroes è stata chiara: i comics americani hanno molto più appeal dei fumetti europei.

Tanto è stato decretato dopo un'indagine che ha svelato che tra i primi dieci protagonisti dei fumetti più celebri ben nove sono tutti made in Usa. E' quasi un miracolo trovare nella lista un personaggio partorito in terra europea. Facile intuire chi è questo fortunato: Tintin, protagonista del fumetto belga Le avventure di Tintin di Hergé. La sua presenza, inoltre, è anche giustificata da un elemento che non premia ulteriormente i fumetti europei: c'è stato bisogno di un film ad alto budget, affidato ad uno dei più grandi registi internazionali come Spielber, per dare al fumetto di Hergé la meritata fama. Una realtà molto triste e che mette in luce alcuni difetti del mercato europeo che ha sempre avuto grande difficoltà ad estendersi a macchia d'olio ed a raggiungere i lettori più lontani dai confini. Al contrario, i comics sono serviti come il pane sulle tavole di tutti i lettori del nostro Continente.

Tintin c'è e non scherza affatto, avendo strappato addirittura un sesto posto in questa classifica riservandosi uno spazio dignitoso, scavalcato da personaggi che non abbandoneranno difficilmente la loro posizione. Il grande campione è proprio Batman (Dc Comics), seguito dal sempre allegro Spider-Man (Marvel Comics); segue Superman al terzo posto, seguito dall'artigliato Wolverine, mutante della Marvel in grado di essere presente (al pari dell'Uomo Ragno) su decine di testate contemporaneamente. Il quinto posto è tutto una sorpresa: c'è il Giudice Dredd, con alle spalle Capitan America, Wonder Woman. Poi ecco spuntare un'altra istituzione del fumetto americano: Spirit di Will Eisner. In coda troviamo la Cosa dei Fantastici Quattro.

via | Afnews

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

3 commenti Aggiorna
Ordina: