Spoiler capitolo 659 di One Piece

Spoiler capitolo 659 di One Piece

Bellissimo e ricchissimo di colpi di scena questo 659 di One Piece! Ormai Eiichiro Oda è partito e, quando il mangaka inizia a scrivere "come sa", lo sapete...non ce n'è per nessuno! Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto breve del capitolo 658 e gli spoiler (con immagini) del capitolo 659.

Cosa è successo nel capitolo precedente:

Nami, Usopp, Franky, Sanji e la testa del samurai si sono trovati davanti a una scena un po' particolare: nella struttura dove sono tenuti prigionieri, ci sono alcuni bambini di dimensioni...giganti! I piccoli sembrano un po' spaventati dagli estranei, ma quando vedono Franky i maschietti si "innamorano" subito del cyborg, scambiandolo per una specie di robot-giocattolo...

Un po' straniti, i ragazzi cercano di capire cosa ci fanno tanti bambini di queste dimensioni in una struttura del genere e, mentre Franky pensa che sia una specie di "asilo" per giganti, Nami gli fa notare che ci sono anche bimbi di taglia normale e che, quindi, la sua ipotesi è sbagliata. Ma mentre i ragazzi cercano di "fare amicizia" con i bimbi, la testa urla ai piccoli se qualcuno di loro conosce Momonosuke e, vedendo una testa gridare in quel modo, i bambini si spaventano ed iniziano a scappare da loro. Dopo aver giustamente punito la testa (che, per il disonore, vorrebbe fare seppuki), Nami prova ad parlare ancora una volta con i bambini, ma questi vengono interrotti dall'arrivo dei soldati in tuta che, dopo aver detto ai bimbi che i Mugiwara sono "cattivi", ordinano ai piccoli di spostarsi. I bambini non sembrano delle stesse intenzioni e, piangendo a dirotto, alcuni di loro chiedono alla "sorellona" Nami di farli fuggire dalla struttura perché, ora, loro "stanno bene" e non hanno più bisogno d'essere curati! Nami, impietosita dalle lacrime dei bambini, decide quindi di rimanere qui e di proteggere la fuga dei piccoli, contravvenendo alla logica che vorrebbe che lei, e gli altri, scappassero immediatamente da li. Trovatosi d'accordo con il gran cuore della ragazza, Sanji e gli altri decidono di aiutarla in questa sua missione e, mentre Franky e il cuoco copriranno le retrovie, Nami e il "Tanuki Kung-fu" (Chopper) porteranno i bambini in un luogo sicuro...

E così, mentre scopriamo che il capo della struttura è uno strano liquido semovente e parlante (che, a quanto pare, ha tutta l'intenzione di recuperare i Mugiwara scappati e di "gassare" la nave della Marina che ha gettato ancora vicino alla costa), Usopp e Robin si mettono in contatto con Brook scoprendo, grazie allo scheletro canterino, che la Sunny è stata portata nella parte innevata dell'isola e che i loro compagni sono, momentaneamente, scomparsi. A questo punto Usopp si arrende e decide così di seguire gli altri mentre Rufy, dopo aver fatto amicizia con uno strano centauro (mezzo uomo e mezzo giaguaro), colpisce questo con un calcio solo perché le sue "gambette" sono state insultate! Robin, invece, si occupa del centauro/giraffa che cercava di attaccare Rufy alle spalle...

Intanto, sulla nave, Smoker dice ai suoi sottoposti che il gas fuoriuscito or ora dall'isola è molto strano perché, nonostante l'isola fosse stata base degli esperimenti di Vegapunk cinque anni orsono, questa è stata accuratamente bonificata. Non solo: l'isola dovrebbe essere completamente disabitata, visto che due anni fa fu scelta da Aokiji e Akainu come terreno per la loro battaglia...cosa che, come possono vedere tutti, ha modificato completamente il clima dell'isola!

Spoiler capitolo 659:

Smoker, Tashigi e il resto dei marines hanno indossato le apposite maschere antigas e, ai comandi del vice-ammiraglio, i militari fanno esplodere un grosso pezzo di ghiaccio che rivela, una volta sgretolato, un fiume che porta dritto dritto all'interno dell'isola! Gli uomini del G-5 si chiedono come abbia fatto Smoker a capire che ci fosse un fiume e questo, rimproverandoli, dice loro che non sono neanche bravi a guardare le correnti perché, se l'avessero fatto, sicuramente si sarebbero accorti anche loro che quel grosso pezzo di ghiaccio ostruiva sicuramente un fiume...

Smoker pensa che qualcuno abbia messo quel grosso iceberg li di proposito e, dopo aver girato la nave, il vice-ammiraglio da l'ordine di risalire il fiume. Ma la cosa, ad alcuni marines, pare strana: se davvero quest'isola fosse abitata, la gente dovrebbe per forza vivere con le maschere antigas addosso, vista l'incredibile quanto strana quantità di gas velenoso che questa sprigiona. Tashigi, però, ricorda che la voce che hanno intercettato diceva chiaramente che si trattava proprio di Punk Hazard quindi, secondo la bella spadaccina, invece di sprecare il fiato in "chiacchiere" gli uomini, ora, dovrebbero concentrarsi sul rimuovere gli iceberg che li circondano! E così, seguendo alla lettera gli ordini di Tashigi, i marines iniziano a distruggere tutti gli iceberg che intralciano il loro cammino...

Intanto, nella parte "infuocata" dell'isola, Rufy e gli altri cercano di capire come fare ad oltrepassare lo strano lago mezzo infuocato/mezzo ghiacciato che separa la parte "calda" da quella "fredda". Zoro vorrebbe farsela a nuoto (visto che ha sudato parecchio), ma Robin e Rufy non possono stare a galla per via dei poteri del Frutto del Diavolo quindi, se proprio vogliono fare come ha detto lo spadaccino, Usopp e il compagno dovranno per forza di cose portarli a spalla! E Usopp, ovviamente, non ci tiene a fare una faticata del genere quindi, presi alcuni semi speciali dalla sua saccoccia, il ragazzo crea da questi una piccola barca/banana e alcuni remi/foglia per permettere, a tutti, di attraversare il lago senza troppe difficoltà. Robin e gli altri sono sorpresi dalla varietà di semi che Usopp ha trovato e il ragazzo, felice, dice agli amici che questi l'hanno aiutato a tirarsi fuori dai guai più di una volta...insomma, quei due anni all'arcipelago Boin si sono rivelati molto preziosi per la crescita di Usopp! E così, saliti a bordo della barchetta, i ragazzi iniziano a remare per arrivare dall'altra parte dell'isola, ma sulla sponda infuocata succede qualcosa di strano: il centauro precedentemente sconfitto da Rufy urla al proprio "capo" di sistemare i ragazzi che, a suo dire, sono degli "intrusi". Sentendo quanto detto dal centauro, i ragazzi capiscono che quel "capo" a cui si riferisce la creatura potrebbe essere proprio quello che il tizio che aveva lanciato l'S.O.S. stava inutilmente chiamando e, un po' dubbiosi, Rufy e gli altri non capiscono come mai questi vogliono attaccarli quando sono andati li proprio per salvarli. E, arrivati abbastanza vicino alla parte ghiacciata dell'isola, i nostri vedono alcuni centauri in penombra e una figura, molto più grande di loro, che vedendo le katane di Zoro dice subito agli altri che quello dovrebbe essere il samurai che ha fatto fuori i suoi compagni...

Intanto, nel complesso, Nami e Chopper stanno guidando i bambini verso un luogo sicuro, anche se ne il "Tanuki Kung-fu" ne tantomeno la ragazza sanno, di preciso, dove stanno andando! Però Nami è felice che l'amico la stia aiutando e questo, contento di sapere che la ragazza conta su di lui, le risponde dicendo di non preoccuparsi...perché lui difenderà tutti! Sanji e Franky, invece, si stanno dando parecchio da fare nelle retrovie e, quando i nemici capiscono che possono usare il gas velenoso per uccidere i ragazzi, il cuoco usa i suoi calcioni per levare a tutti le maschere antigas...se proprio vogliono gassarli, allora dovranno morire insieme a loro! I nemici sono un po' confusi mentre la testa del samurai, abbandonata in un angolo, sembra avere qualche problema. Franky gli chiede cosa c'è e questo, visibilmente affaticato, dice che il suo "torso" sta avendo qualcosa che non va...

Ed, effettivamente, il torso del samurai sta combattendo contro Brook che, spaventato, non capisce come sia possibile che un torso se ne vada girando così liberamente con due katane...sapendole usare bene, tra l'altro! Il combattimento tra i due sembra volgere a favore del torso e Brook, spaventatissimo, fugge dicendo che quella cosa gli fa "veramente schifo"!

E così, mentre nella struttura il liquido misterioso/capo dice ai suoi sottoposti di nascondere le navi (entrando, anch'egli, in delle piccole ampolle), Smoker e gli altri sono arrivati davanti al portone del grande complesso di ricerca, ben conosci che quello dovrebbe essere proprio il laboratorio usato cinque anni prima da Vegapunk. Smoker, che sta suonando ininterrottamente il citofono del laboratorio, dice agli altri che se nessuno risponderà potranno buttare giù il portone a cannonate, ma come giustamente gli fanno notare i suoi sottoposti...non è citofonando che questi gli apriranno! Ma improvvisamente la porta si apre e, meraviglia delle meraviglie, all'ingresso della struttura li aspetta...Trafalgar Law! I marines del G-5 non vogliono avere niente a che fare con il pirata perché, a quanto pare, per poter essere ammesso all'interno dei Shichibukai, questo ha "spedito" al Governo Mondiale la bellezza di 100 cuori di pirati...

Ora che il "cacciatore bianco" e il "chirurgo" sono faccia a faccia, Smoker chiede a Law perché si trova in un posto a cui il Governo Mondiale ha posto i sigilli e il pirata, sorridendo, dice che questa è la sua "residenza per le vacanze" e che, se non sbaglia, anche il vice-ammiraglio fa parte del Governo Mondiale...proprio come lui!

Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece
Spoiler capitolo 659 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.