Naruto, spoiler capitolo 653

Un capitolo decisamente intenso questo di Naruto anche se, rispetto alle ultime uscite, in queste pagine non v'è neanche uno scontro! Masashi Kishimoto si prepara a un nuovo colpo di scena che, sono sicuro, sconvolgerà ancora un volta il suo manga...

Noi, come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di Naruto, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 652 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 653.

Riassunto e spoiler del capitolo 652 (link)

Spoiler capitolo 653

Obito, messo con le spalle al muro da Naruto, risponde al ragazzo dicendo che tirare fuori il suo nome adesso non cambia assolutamente nulla: unendosi al Juubi, Obito Uchiha ha perso quel barlume di umanità che aveva prima, diventando a tutti gli effetti qualcosa che ha ormai trasceso la bestia stessa e che lo ha trasformato, a tutti gli effetti, nel nuovo Eremita dei Sei Sentieri. Ma Naruto non è d'accordo perché, dopo aver unito il suo chakra a quello di Obito, il ragazzo ha visto chiaramente il passato dell'Uchiha e questo, come lui, nutriva (e nutre) forte il desiderio di diventare Hokage...proprio come Naruto!

Naruto dice ad Obito che sono davvero simili: entrambi sono cresciuti senza genitori e, essendo cresciuti da soli, entrambi hanno temuto così tanto la solitudine che hanno sempre provato a far si che la gente li riconoscesse, in un modo o nell'altro. Obito ascolta Naruto in silenzio e, a testa bassa, questo rivede se stesso mentre osserva la rupe dei Kage di Konoha...le parole di Naruto hanno fatto effetto, anche perché il ragazzo sa bene cos'è la solitudine e cosa si prova ad essere terrorizzati dal rimanere soli al mondo. Ma Naruto non condivide quello che ha fatto Obito perché, iniziando questa guerra e dicendo a tutti che è solo per il loro bene, sta facendo l'esatto contrario di quello che dovrebbe fare un Hokage, manipolando la realtà a suo uso e abuso. Naruto conclude dicendo che questo non è giusto e che Obito una volta era come lui e Obito, interrompendolo, conferma quanto detto dal ragazzo aggiungendo una postilla importante...

Obito dice che non vedeva l'ora di poter ammirare la faccia di Naruto quando avrebbe scoperto che questa realtà porta solo dolore e sofferenza, ma allo stesso tempo voleva capire se la via che aveva intrapreso sino a quel momento era giusta o sbagliata. Ogni volta che Obito scambia un colpo con Naruto, l'Uchiha prova a vedere se il ragazzo riuscirà a cadere e a cedere alla disperazione come lui. Obito vuole questo perché sa che Naruto è davvero molto simile a lui e, se mai cadrà, allora l'Uchiha avrà dimostrato a se stesso che il mondo è davvero come lui lo ha sempre interpretato. Ma questa cosa manda su tutte le furie Naruto che, ben sapendo d'essere molto simile a Obito, risponde dicendo che gettarsi tutto alle spalle non è il modo giusto di vedere le cose. Obito risponde dicendo che, seppur in maniera abbastanza particolare, si sta comportando esattamente come farebbe un Hokage...ovvero, sta cercando un modo per portare la pace nel mondo. Ma quando Naruto sente che Obito ha detto di voler "plasmare la pace universale", il ragazzo risponde chiedendogli se è davvero questo quello che sta facendo adesso...

Obito, piegando la testa, ripensa a un episodio del suo passato, dove Rin stava curando una ferita che lo shinobi s'era procurato. Obito, nel ringraziare Rin, dice all'amica che ha appena salvato il mondo, perché lui diventerà Hokage e farà si che la pace regni sovrana su tutta la Terra. Rin sorride dicendo che è un po' difficile da immaginare e Obito, in una specie di goffa dichiarazione, chiede all'amica se fino a quel momento sarà al suo fianco, ricevendo un altro bellissimo sorriso come risposta...

Rivissuta quella situazione, Obito risponde dicendo a Naruto che si, lo pensa davvero: lui plasmerà la pace. Quello che vuole fare lui è creare una via alternativa, una scorciatoia, che gli shinobi potranno percorrere per evitare di dover camminare sui cadaveri dei propri compagni. Ma questa risposta non soddisfa Naruto che anzi, decisamente serio, dice a Obito che a loro non serve una scorciatoia...a loro serve un uomo che possa dirgli come fare a superare quella strada così sconosciuta e pericolosa! Anche se la destinazione è la stessa, il compito di un vero Hokage sarebbe quello di aprire la strada ai compagni in modo che questi possano percorrerla senza pericoli, e non di usare una scorciatoia che, a conti fatti, è la scorciatoia che OBito sta cercando per diventare Hokage. Le parole di Naruto colgono ancora una volta nel segno e Obito, voltandosi, ricorda un altro episodio della sua vita...

Ancora una volta, RIn stava curando Obito dalle sue ferite e, con la scusa che della polvere gli è entrata negli occhi, il ragazzo stava piangendo davanti alla sua amata kunoichi. Rin lo guarda storto e, quando Obito ha iniziato a inventarsi scuse su scuse per provare a convincere l'amica che non gli sta facendo male, Rin finisce di medicarlo e, guardandolo dritto in faccia, dice all'Uchiha che i suoi occhi sono sempre posati su di lui! Rin ricorda ad Obito che questo le ha promesso di diventare Hokage e di porre fine a tutte le guerre, e questa rimarrà al suo fianco fino a quando quel giorno sarà arrivato...perché salvarlo è come salvare il mondo! Obito piange e Rin, sorridendo, lo prende per mano dicendogli di evitare di dirgli bugie e di diventare il miglior Hokage che lei abbia mai visto, rincuorandolo con parole che in quel momento sono state molto gradite al ragazzo...

Naruto scopre che Obito è riuscito a sopprimere il Juubi proprio grazie al ricordo dei suoi compagni e, contrariamente a quanto aveva detto a Kakashi, l'Uchiha è effettivamente legato al suo ex-compagno, a Rin e al Quarto Hokage. A detta di Naruto, è stato lo stesso Obito a volere che quei ricordi rimanessero con lui, e sono stati i suoi compagni a dargli la forza di sopprimere il Juubi e di rimanere esattamente quella persona che voleva essere. Naruto dice ad Obito che, pur avendo dato prova della sua umanità, il ragazzo non può perdonare l'Uchiha per quello che ha fatto e che sta facendo, ma se tornerà ad essere Obito Uchiha, allora può anche accettare la sua punizione ed evitare così di fuggire dalla solitudine. Naruto pensa che se Rin fosse ancora viva avrebbe detto ad Obito di smetterla di mentire e di nascondersi dietro a una maschera e, porgendogli la mano, il ragazzo dice all'Uchiha che i suoi occhi saranno sempre su di lui. Naruto offre quindi ad Obito la possibilità di smettere di fuggire e di accettare la realtà...ce la farà il nemico a tornare nel mondo che tanto odia con il suo vero nome?

Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto
Spoiler capitolo 653 di Naruto

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.