Yume no Shizuku, Ougon no Torikago, 1 milione di copie in circolazione per il fumetto

Opera meravigliosa di Shinohara Chie, dal titolo Yume no Shizuku, Ougon no Torikago, ha ormai in circolazione più di un milione di copie.

Ancora non nota ai più l'opera Yume no Shizuku, Ougon no Torikago, pubblicata sul magazine Anekei Petit Comic della casa editrice Shogakukan dal 2010, in 4 volumetti e in corso.

Diamo in primis un'idea riguardante la trama:

ci troviamo nel 16esimo secolo, in un piccolissimo villaggio ucraino. Alexandra vive da sempre in questo piccolo paesello, lavora, ha delle amiche ed è fondamentalmente triste. Sua madre e sua nonna sono nate e vissute sempre nello stesso vllaggio e si prospetta esattamente lo stesso genere di esistenza per lei. Ma Alexandra ha dei sogni: guarda il volo degli uccellini e vorrebbe essere liera come loro. Un giorno accade l'impensabile: lei e altre giovani del villaggio vengono rapire da mercanti di schiave. Ad Alexandra va piuttosto bene poichè viene salvata e acquistata da un uomo molto bello e gentile di nome Mateus.

Questi le dona la libertà: la tiene a casa sua facendo in modo tale che la ragazza impari le maniere, oltre a farsi una certa cultura per diventare una vera signora del tempo! Quando la sua educazione ha un termine, Alexandra pensa e spera di diventare la moglie di Mateus, del quale si è profondamente innamorata. Purtroppo anche il giovane è uno "schiavo" seppur ormai è un aristocratico di alto rango, deve comunque obbedire a Suleiman il grande, ossia l'imperatore dell'impero Ottomano. Alexanda si propone di fare qualcosa: desidera la libertà per se stessa e per l'uomo che ama, è dunque disposta a tutto pur di rompere le catene che li tengono avvinti! Questa sarà quindi la storia di Alexandra, una schiava, una donna che un giorno sarà conosciuta come Roxelana, imperatrice del grande impero Ottomano.

Storia avvincente, ben strutturata, senza momenti di stallo e perennemente coinvolgente. I personaggi principali sono ben tratteggiati: il lettore simpatizza immediatamente con loro. La grafica mi ricorda moltissimo quella dei "classici", d'altra parte la Shinohara è in attività da ormai un ventennio, dunque sa molto bene su che tasto premere per avvincere il lettore. Nulla da eccepire riguardo quest'opera: bella sotto ogni punto di vista e priva di manchevolezze. Successo meritatissimo!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.