È morta Janice Valleau, una delle prime fumettiste americane

Si è spenta, alla veneranda età di novant'anni, una delle pioniere dell'industria del fumetto americano: Janice Valleau.

Il nome di Janice Valleau potrebbe dir poco ai tanti appassionati di comics americani nostrani, ma questa fortissima ragazza del New Jersey è stata una delle protagoniste della Golden Age del fumetto americano, nonché una delle prime donne a lavorare in un'industria che, fino a quel momento, era praticamente dominata dal testosterone! Una donna tostissima la Valleau che, con gli pseudonimi di Ginger e Janice S., fu una delle più entusiaste e attive disegnatrici ed inchiostratrici degli anni trenta/quaranta/cinquanta. Ma chi era la Valleau? E perché questa è stata una delle più importanti disegnatrici della Golden Age del fumetto?

Janice Valleau: più forte della poliomelite

Nata nel 1923 da John McChesney e da Gertrude (Kaiser) Valleau, la Janice Valleau è cresciuta a Teaneck, nel New Jersey. Colpita da poliomelite in tenera età, la Valleau ha dovuto protare delle protesi alle gambe sino all'età adulta, ma questo non le ha assolutamente impedito di iscriversi e laurearsi in Commercial Art al Phoenix Art Institute. Finite le scuole, la Valleau iniziò a lavorare per la MLJ Publications (vecchio nome della Archie Comics) dove, incontrato il grande Bob Montana (anche lui un vecchio alunno del Phoenix Art Institute), Janice disegnerà per alcune delle testate più importanti della casa editrice americana (Veronica And Betty su tutte). In veste di artista e inchiostratrice, la Valleau lavorerà anche per la Charlton Comics, la Novelty Press e la Quality Comics, firmando opere quali Toni Gayle (Young King Cole), Smash Comics e Nyoka the Jungle Girl.

Colpita dalle critiche al fumetto americano di Fredric Wertham (che diedero poi vita al terribile Comics Code americano), la Valleau si dedicò ad altre attività abbadonando, per un po', il mondo dei comics americani. Tornerà saltuariamente a disegnare qualche illustrazione, ma non si dedicherà più a pagine disegnate o inchiostrate...

Il lascito di Janice Valleau

Morta Janice Valleau, le fumettiste di tutto il mondo piangono oggi una delle pioniere della nona arte che, seppur menomata da una malattia terribile quale la poliomelite, non si è arresa ed anzi, con impegno e devozione, ha lavorato ad alcuni dei progetti più importanti del fumetto americano anni cinquanta. Erano i ruggenti anni della Golden Age e, per una donna come la Valleau, far parte di un humus culturale di quel tipo rappresentava sicuramente motivo di vanto. Dispiace moltissimo che la Valleau si fece spaventare dal Comics Code a tal punto da abbandonare il mondo del fumetto, ma io la capisco perfettamente: non essere liberi di scrivere/disegnare qual che si vuole dev'essere tremendo, soprattutto quando sai che non stai facendo assolutamente niente di male.

Noi di Comicsblog auguriamo alla famiglia di Janice Valleau le nostre più sentite condoglianze.

via | Bleeding Cool

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: