X-Men: Apocalypse, Bryan Singer rivela alcuni dettagli sul film

Neanche il tempo di far arrivare nelle sale X-Men: Days of Future Past che Bryan Singer, regista specializzato in pellicole mutanti, rivela alcune piccole indiscrezioni sul terzo film dedicato alla nuova trilogia cinematografica dedicata ai personaggi marveliani!

Intervistato dai ragazzi di Empire (dove sono state pubblicate le prime immagini di X-Men: Days of Future Past), Bryan Singer ha svelato ai lettori della rivista quelli che sono i primi contenuti di X-Men: Apocalypse che, presumo, andrà qui a chiudere la seconda trilogia di film dedicati ai mutanti dell'universo marveliano. Il regista sembra molto contento d'aver avuto la possibilità di scrivere quello che lui chiama "qualcosa di più" del seguito di X-Men: Days of Future Past e, pur non svelando direttamente gli script della pellicola, il regista riesce a dare qualche informazione interessante su cosa andremo a vedere nel futuro prossimo degli X-Men. La preoccupazione maggiore di Singer è sembrata quella di specificare sia quello che avverrà durante il finale di X-Men: Days of Future Past e sia gli attori che andranno a recitare in X-Men: Apocalypse quindi, per capire bene cosa ha voluto dire il regista con le dichiarazioni rilasciate su Empire, andiamo a rileggere quanto hanno riportato i ragazzi di Comic Book Resources.

X-Men: Apocalypse: nessun alieno all'orizzonte

Partiamo subito dall'indiscrezione più importante che Bryan Singer ha rivelato: nel finale di X-Men: Days of Future Past non ci sarà nessun riferimento ad Apocalypse! Singer ha voluto precisare la cosa perché, sin da quando è stato rivelato il titolo del terzo film dedicato al nuovo franchise degli X-Men, alcuni temevano che Apocalypse sarebbe stato presentato dai produttori come un alieno venuto da chissà dove e che, udite udite, avrebbe dovuto possedere il corpo di...Magneto! Ovviamente il regista ha smentito questa bufala, anche perché Singer sembra invece intenzionato a presentarci Apocalypse attenendosi quasi scrupolosamente alle informazioni sul mutante che abbiamo appreso durante il corso degli anni, specificando che:

    "One thing that interests me is the notion of ancient mutants [...] What would people thousands of years ago, without the benefit of science, think mutants were? And more importantly, what would mutants thousands of years ago think they were? Gods? Titans? Angels? Demons? And if such mutants did exist thousands of years ago, what became of them? Did one survive?"

Questa dichiarazione di Singer mi piace un casino, perché sembra che i produttori e gli screenwirter vogliano dare una giusta connotazione storico/culturale ad Apocalypse e a quello che un mutante del passato (meglio dire un "mutante antico") ha dovuto sopportare quando la società umana non sapeva ancora cosa fosse il gene X.

Casting e dubbi sulla partecipazione di Singer

Molto informato sullo stato d'avanzamento dell'idea originale di questo X-Men: Apocalypse, Bryan Singer ha rivelato che della pellicola faranno sicuramente parte Michael Fassbender, Jennifer Lawrence e James McAvoy, protagonisti assoluti delle ultime produzioni cinematografiche mutanti. Singer conferma quindi che non ci saranno gli attori della prima trilogia anche se, e qui il dubbio è tutto mio, se nella pellicola avremo un Wolverine tutto nuovo, non credo che Hugh Jackman la prenderà bene...anzi! Tralasciando questo particolare, c'è un altro punto dell'intervista a Singer che va analizzato: la presenza o meno del regista dietro la macchina da presa. Nonostante Singer sia produttore e co-ideatore della storia di X-Men: Apocalypse, il regista è ancora in negoziazione con gli stati generali della Twentieth Century Fox per il ruolo che più gli si confà, ovvero quello del direttore artistico della pellicola.

Io spero tanto che Singer riesca a prendersi il ruolo di regista, ma prima voglio vedere cosa è riuscito a fare su X-Men: Days of Future Past...che ne dite? Siete d'accordo con me?

via | Comic Book Resources

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.