DMZ, il fumetto di Riccardo Burchielli e Brian Wood diventerà un serial TV

Da quando The Walking Dead ha fatto il suo ingresso nel panorama televisivo statunitense, i produttori dei maggiori network americani hanno iniziato ad interessarsi al mondo del fumetto in maniera quasi morbosa...ma stavolta siamo davvero felici che lo facciano!

DMZ-Riccardo-Burchielli-Cover

Perché dico che siamo felici? Semplice: pare che il network televisivo Syfy abbia in cantiere un progetto televisivo basato su DMZ, fumetto scritto da Brian Wood e disegnato dall'italianissimo (e simpaticissimo) Riccardo Burchielli per la Vertigo! A dire il vero, reputavo strano che qualche network televisivo statunitense non avesse ancora preso in considerazione l'idea di realizzare un serial su DMZ che, a conti fatti, si presta davvero benissimo per un adattamento televisivo. Ma fortunatamente, i produttori di Syfy (network statunitense che fa capo alla NBCUniversal) sono stati abbastanza accorti da aver capito il potenziale di DMZ e, assunte due personalità di spicco del mondo della televisione americana, questi si sono subito messi al lavoro per produrre un pilot sugli script fin'ora prodotti. Andiamo quindi a scoprire chi sono i due executive producer della serie...

Andre e Maria Jacquemetton: da Mad Men a DMZ!

Ad occuparsi della serie dovrebbero esserci i coniugi Andre e Maria Jacquemetton che, per chi non lo sapesse, sono stati i produttori della prima serie di Mad Men, famosissimo serial TV americano della AMC. Abbiamo quindi due figure di primissimo piano del panorama televisivo statunitense che, e ne sono sicuro, avranno già pensato a come adattare al meglio il fumetto di Brian Wood e Riccardo Burchielli, rendendolo così ancor più appetibile al grande pubblico americano. Certo, si può dire che ormai i telespettatori americani hanno lo stomaco ben rodato (The Walking Dead, Breaking Bad, i vari CSI, Dexter o Sons of Anarchy sono serie che colpiscono duro con le loro immagini e le loro storie), ma qui si tratta di mettere in mezzo parecchia politica e, quando ci sono queste tematiche, è sempre meglio ragionare bene sul dafarsi...

DMZ: un'America come non l'avete mai vista

DMZ è in assoluto uno dei fumetti più innovativi e intelligenti degli ultimi anni anche perché, libero di poter fare quel che voleva, Brian Wood è riuscito a confezionare una storia davvero intrigante e molto, ma molto profonda. Protagonista delle vicende di DMZ è il fotoreporter Matthew "Matty" Roth che, per conto del Liberty News Network, dovrà testimoniare quanto avviene all'interno della DMZ (acronimo di demilitarized zone, ovvero zona demilitarizzata) dell'isola di Manhattan. E perché c'è una zona demilitarizzata nel cuore pulsante dell'economia americana e mondiale? Semplice...perché l'America raccontata da Wood e Riccardo Burchielli (che ha svolto un lavoro meraviglioso, sotto ogni punto di vista) è una nazione devastata da una guerra civile di proporzioni simili (se non superiori) a quella che il continente nord-americano ha vissuto verso la seconda metà dell'ottocento!

Sono sicuro che, se il pilot piacerà e se la serie andrà in porto, DMZ potrebbe presto diventare un serial cult per tutti gli appassionati del genere e, conseguenzialmente, questo porterà alla rivalutazione del fumetto di Wood e Burchielli...di cui auspico presto una ristampa (magari da edicola) per il mercato italiano!

via | Comic Book Resouces

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.