One Piece, spoiler capitolo 738

Ritorna One Piece...e lo fa con un capitolo davvero molto intrigante! Eiichiro Oda si sta prendendo molte pause, ma bisogna dargli atto che la saga è ben articolata e che c'è tanta, tantissima carne al fuoco!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 737 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 738.

Riassunto e spoiler capitolo 737 (link)

Spoiler capitolo 738

Leo è determinato: la sua missione è quella di inserire l'acino di Tatababasco nel cesto di frutta di Sugar, e nessuno lo distoglierà dalla sua missione! Ma quando Leo si appresta a compiere il grande gesto, Trebol usa la sua abilità per colpire il muro con tale violenza da provocare un buco nel muro!

Spaventati, gli abitanti del regno di Tontatta, Robin e Usopp non capiscono perché Trebol ha colpito il muro con il suo moccio e questo, rispondendo ai legittimi dubbi di Sugar (che gli chiede, appunto, perché ha colpito il muro), dice che ha visto una mosca e che voleva farla fuori. Robin usa la sua abilità per accertarsi che questo sia vero ed effettivamente, proprio fuori dal complesso dove si trovano Trebol e Sugar, c'è una piccola mosca che giace cadavere al suolo. Leo non sembra spaventato dalla cosa e anzi, sicuro che Trebol non lo beccherà, il piccolo uomo si appresta a compiere la sua missione e, incoraggiato dagli altri, questo va incontro al suo destino. Ma prima che questo possa compiere il grande passo, Robin usa una delle sue mani per fermarlo...

Intanto, in una zona non meglio specificata del porto commerciale/fabbrica degli Smile, alcuni uomini parlano dell'ingenuità degli abitanti del regno di Tontatta e di come questi non si siano insospettiti del fatto che ben cinquecento di loro mancano all'appello. A queste persone non sembra fregargliene poi tanto e, seppur i piccoli uomini non si fanno più vedere nemmeno a Palazzo Reale, decidono di far lavorare di più quelli che sono riusciti a catturare. La cosa si fa evidente quando, in una specie di grande serra, uno degli abitanti del regno di Tontatta viene frustato per la lentezza del suo lavoro e, quando uno degli addetti alla fabbrica scopre che i frutti degli Smile che i piccoli uomini hanno raccolto non sono maturi, questo si inalbera dicendo ai piccoli uomini che non sanno nemmeno riconoscere un frutto maturo da uno acerbo, tradendo la nomina di buoni coltivatori che la tribù conserva da anni. Questi si giustificano dicendo che gli Smile sono frutti artificiali, innaturali, e che per loro è molto difficile capire quando sono maturi o no. Uno dei due piccoli uomini sembra molto affaticato, e il compagno (suo fratello) chiede al carceriere di farlo riposare perché, a quanto pare, il cibo che hanno mangiato stamattina era avariato e questo non si sente molto bene. L'uomo risponde dicendo che ora hanno pure da lamentarsi sul cibo, ma se continuano di questo passo, non riusciranno mai a procurare i frutti necessari per far guarire la loro principessa dalla terribile malattia che l'ha colpita. A quanto pare, la bugia che questi raccontano agli abitanti del regno di Tontatta è davvero questa, e i piccoli uomini sembrano credere alle parole degli uomini...

Tornati da Robin e gli altri, la donna dice a Leo che l'ha fermato perché, se fosse entrato, Trebol l'avrebbe sicuramente fatto fuori in un colpo! L'archeologa ha esaminato il cadavere della mosca e, con somma sorpresa, ha notato che Trebol è riuscito a centrarla in mezzo agli occhi da una distanza considerevole...e Leo, che seppur piccolo non è paragonabile ad una mosca, finirebbe sicuramente schiacciato dalla coordinazione mano/occhi del pericoloso agente di Doflamingo! Robin propone a tutti un cambio di strategia: devono eliminare Sugar solo quando Trebol non sarà con la bambina...

Mentre alcuni degli abitanti del regno di Tontatta attaccano una nave mercantile attraccata al porto fingendosi delle vespe, Robin si presenta davanti a Trebol dicendogli che sono emersi dei problemi con il capitano di una delle navi che, a suo dire, vuole parlare con un agente per una questione di pagamento. Trebol dice che questo pirata ha coraggio e, seppur lievemente insospettito da Robin (che non ha mai visto), l'agente accetta di accompagnare la donna quando sente che questa ha dichiarato che al porto ci sono dei feriti. Robin riesce quindi a far uscire Trebol dalla Torre QG e questo, prima di andarsene, dice agli uomini di guardia di rafforzare le difese alla torre e di avvisarlo se dovesse succedere qualcosa di strano. E mentre Usopp riesce a convincere Leo che al momento opportuno lui lo aiuterà (anche se sappiamo tutti che lo farà solo se costretto), il piccolo uomo e l'esercito del regno di Tontatta si presentano davanti a Sugar in uno scontro a viso aperto! Sugar è sorpresa nel vedere che questi sono apparsi magicamente davanti a lei e, quando vede che questi sembrano trattarla con poco rispetto, l'agente dice a Leo e agli altri che non devono pensare a lei come ad una persona debole. Quando i piccoli uomini attaccano Sugar, la ragazza riesce a difendersi molto bene e, usando la sua abilità, trasforma molti dei combattenti in piccoli orsetti neri giocattolo! Stabilito anche con questi un contratto che li lega fino alla morte, ordina agli abitanti del regno di Tontatta trasformati in giocattoli di cercare e uccidere tutti gli intrusi che si trovano nella torre QG (con somma disapprovazione di Usopp)! Leo non capisce da dove sono sbucati quei giocattoli (come ricordate, l'abilità di Sugar fa dimenticare istantaneamente qualsiasi ricordo della persona trasformata in giocattolo), e si appresta così ad attaccare i suoi amici, che invece conservano ogni ricordo dei loro compagni...

Capito che questa è una trappola, Sugar usa un altoparlante per avvisare Trebol che, ancora in compagnia di Robin, viene convinto dalla donna che i nemici sono quelli che si trovano al porto. Calamitatosi come una furia verso la nave pirata, Trebol chiede a questi cosa sta succedendo e, quando i pirati rispondono dicendo che c'erano solo delle vespe nel carico e che gli accordi con Joker sono rimasti invariati, l'agente capisce subito che è stata Robin a fregarlo! La donna corre a perdifiato per non farsi beccare dall'agente che, con un salto, riesce ad arrivarle addosso senza troppi problemi, bloccandola. Ma Robin usa la sua abilità per scappare e, ora che il suo travestimento è stato svelato, Trebol sembra riconoscere il volto della giovane archeologa...

Sugar dice a Trebol che i Mugiwara sono riusciti ad entrare nel QG e, infuriato, l'agente prende una barca dal porto e la scaglia con violenza verso la torre QG! Cosa succederà ora che il piano è fallito?

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.