WAaI!, Ichijinsha chiude temporaneamente questa rivista

A quanto pare la casa editrice Ichijinsha ha deciso di chiudere la rivista WAaI!, tuttavia ci ha tenuto a precisare che si tratta solamente di una mossa temporanea.

WAal Ichijinsha

Questo non deve essere un bel periodo per le riviste giapponesi. Qualche giorno fa avevamo parlato del fatto che Kodansha chiude le riviste Kiss Plus e Gekkan Shonen Magazine Plus (anche se le sostituirà con altre due), adesso tocca alla casa editrice Ichijinsha dare la notizia che la sua rivista WAaI! (nota anche con il titolo esteso di WAaI! boys in skirts) sospenderà temporaneamente le pubblicazioni. A dare la notizia ci ha pensato proprio il 16esimo numero del magazine (quello che fra l'altro ha dato anche la notizia dell'arrivo dell'adattamento anime dello yonkoma Himegoto di Norio Tsukudani), specificando che le pubblicazioni sono sospese "per adesso".

Ovviamente i membri della redazione di WAaI! si sono subito scusati con i lettori, anche per la concisione della notizia, ma hanno assicurato i fan che comunque sia i previsti tankobon dei titoli delle serie pubblicate sulla rivista verranno regolarmente venduti così come da programmazione. Inoltre hanno avvisato i lettori di tenere sott'occhio l'account Twitter e il sito web di WAaI!, visto e considerato che ulteriori, futuri annunci verranno dati lì.

Qualche informazione su WAaI! e Ichijinsha

Partiamo da Ichijinsha (Kabushiki kaisha Ichijinsha), come dicevamo si tratta di una casa editrice giapponese fondata nell'agosto del 1992 e che si occupa di pubblicare riviste, fumetti e libri. La sede principale dell'editore è a Tokyo, il presidente è Osamu Harada. Ichijinsha in origine si chiamava Studio DNA ed era nata con lo scopo di modificare alcuni shonen già esistenti, tuttavia nel gennaio 1998 lo Studio DNA decide di cambiare rotta e di dedicarsi direttamente alla pubblicazione di materiale inedito. Nel 2001, intanto, nasce un'azienda chiamata Issaisha, la quale pubblica la rivista Monthly Comic Zero Sum.

Arriviamo così al marzo 2005, quando lo Studio DNA e la Issaisha si fondono: da questa unione nasce l'attuale Ichijinsha. Fra le riviste pubblicate da questa casa editrice, oltre a WAaI! ricordiamo anche Chara Mel, Comic Rex, Comic Yuti Hime e Comic Yuri Hime S, Manga 4-koma Kings Palette, Monthly Comic Zero Sum e Comic Zero Sum Zokan Ward.

Per quanto riguarda la rivista WAaI!, era stata lanciata da Ichijinsha nel 2010 ed era prettamente dedicata a ragazzi che, per qualche motivo, dovevano travestirsi da ragazze. Per esempio nel citato Himegoto il protagonista per sfuggire alla yakuza è costretto a farsi salvare dalle ragazze del consiglio studentesco della scuola che frequenta. Ma non gratis: le ragazze risolveranno i suoi debiti con la yakuza e lo terranno al sicuro, ma a patto che lui finisca i suoi anni da liceale travestito da ragazza.

Via | AnimeNewsNetwork

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.