Romics Cosplay Award 2013, Italia 2 manda in onda lo speciale

Vi ricordate il contestatissimo Romics Cosplay Award 2013? Beh, dopo mesi di silenzio, Mediaset ha finalmente pronto lo speciale da mandare in onda su Italia 2 che, e ormai è ufficiale, sarà trasmesso domani alle 21:20.

Domani sapremo quindi come Mediaset ha impostato le riprese dello show e, riprendendo qui il discorso che la nostra Simona aveva intrapreso proprio all'indomani della chiusura della kermesse, riporteremo immediatamente all'attenzione di voi lettori le varie polemiche susseguitesi al Romics Cosplay Award 2013. Polemiche, queste, che sono continuate per parecchio tempo e che, come andremo a vedere, hanno un po' falsato quello che i cosplayer hanno sempre visto come un concorso sano, ben organizzato e decisamente importante (chi ha vinto il Romics Cosplay Award volerà dritto a Nagoya per il World Cosplay Summit in rappresentanza dell'Italia). Sarà quindi compito mio riassumere quello che è successo durante il Romics Cosplay Award 2013 cercando, insieme a voi, di capire cosa succederà quando lo speciale verrà messo in onda...

Romics Cosplay Award 2013: cosplayer contro Mediaset!

Se volete un riassunto dettagliato della vicenda, potete consultare il post che la nostra Simona aveva scritto in merito alla partecipazione di Mediaset e Zodiac Active alla kermesse romana, dove troverete anche le testimonianze di alcuni dei cosplayer che hanno visto, con i loro occhi, quello che è successo durante il Romics Cosplay Award 2013. Se non avete tempo e voglia di leggere, cercherò di riassumere brevemente quello che è successo durante le esibizioni, sempre rifacendomi al post di cui sopra e ricordandomi le varie polemiche che ho letto su Facebook. Sostanzialmente, possiamo riassumere le polemiche dicendo che Mediaset e la Zodiac Active non hanno rispettato il mondo del cosplay italiano, entrando con prepotenza in un universo dove le telecamere delle TV generaliste non hanno mai voluto (fino all'edizione 2013) mettere piede. La cosa è abbastanza grave perché, come abbiamo avuto modo di leggere, gli addetti ai lavori hanno trattato a malo modo i ragazzi, gettando via le scenografie dal palco e strattonandoli quando l'esibizione era terminata. Se a tutto ciò aggiungete le interviste a guisa di "confessionale del Grande Fratello", le continue interruzioni per montare al meglio le riprese e gli avvisi non molto chiari, beh...avete già un quadro generale di quello che è avvenuto al Romics Cosplay Award 2013.

Ma c'è dell'altro, e forse questo è ancora più grave: la televisione, con i suoi tempi e il suo modo di fare, ha ridotto drasticamente il numero di partecipanti alle varie categorie in concorso, modificandone la struttura stessa. Immaginate quindi la rabbia dei cosplayer che si sono iscritti al Romics Cosplay Award 2013 e che non hanno avuto modo di partecipare perché una categoria era stata esclusa, o peggio...che non erano riusciti ad essere tra i fortunati a poter partecipare alla categoria a cui intendevano gareggiare. Per non parlare del presentatore che, a quanto pare, non sapeva neanche chi fosse Akemi Takada...

Cinque mesi per uno speciale?

Polemiche a parte, domani sapremo finalmente come è stato montato quello che possiamo considerare il primo speciale sul mondo del cosplay italiano girato interamente durante una kermesse di richiamo come lo è il Romics Cosplay Award. La cosa che più mi ha incuriosito e che, nonostante Mediaset e Zodiac Active abbiano praticamente monopolizzato l'evento, questi hanno montato il suddetto speciale in qualcosa come cinque mesi...non vi sembra un po' troppo? Io non conosco i tempi televisivi e quindi non so quanto ci vuole per montare uno speciale, ma mandare uno speciale sul Romics 2013 a distanza di così tanto tempo mi sembra una cosa abbastanza ridicola, anche perché qui potevano rimanere sul pezzo e mandare lo speciale a distanza di qualche giorno dal Lucca Comics and Games 2013.

Domani sarà quindi molto interessante, per il sottoscritto, vedere cosa ha realizzato Mediaset in merito al Romics Cosplay Award 2013 e, con la speranza che il prodotto sia almeno godibile, chiedere all'emittente televisiva di rispettare la passione di questi ragazzi.

via | Mediaset Official Site

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

1 commenti Aggiorna
Ordina: