Ao no Haha, nuova serie horror per Sayaka Mogi di Pupa

Sulla rivista Montlhy Action di Futabasha sta per arrivare la nuova serie horror di Sayaka Mogi di Pupa (di cui qui vedete il trailer dell'adattamento anime), titolo Ao no Haha.

Sull'anteprima del numero di maggio della rivista Monthly Action di Futabasha è stato annunciato che la mangaka Sayaka Mogi, nota per lo shonen horror/fantasy Pupa, inizierà a pubblicare il suo nuovo fumetto horror dal titolo Ao no Haha (in inglese diventa Mother of Blue) sul prossimo numero del magazine, quello in vendita in Giappone dal 24 marzo 2014. La trama seguirà le vicende di una giovane donna che, durante il corso di una cerimonia, vede una bambola che la fissa. La donna si troverà invischiata con le vicende senza cuore del villaggio, gettata in un vero e proprio mondo d'incubo. Perché sono state create quelle bambole? E chi la Blue Mother?

Per invogliare ulteriormente i lettori, poi, come se il richiamo alla serie Pupa non fosse abbastanza, ecco che la rivista lancia lo slogan "Nel villaggio dove umani e bambole si mescolano, lei vive in un incubo, maledetta da un triste destino".

Storia di Pupa


Pupa

Per capire chi è Sayaka Mogi, andiamo a dare uno sguardo più da vicino al suo Pupa. Pupa nasce come uno shonen horror/fantasy/psicologico, scritto e disegnato da Sayaka Mogi. La sua pubblicazione comincia nel 2011 sulla rivista Comic Earth Star di Earth Star Entertainment: la serie si compone in totale di cinque tankobon (si è conclusa a dicembre) ed è anche arrivata in Nord America grazie a JManga (almeno fino a quando la casa editrice non ha chiuso i battenti). Inoltre la serie ha ricevuto anche un adattamento anime.

La trama di Pupa racconta la storia di Utsutsu e Yume Hasegawa, fratello e sorella che hanno sempre vissuto per conto loro. Un giorno, Yume vede una farfalla rossa e qualcosa di strano comincia ad accadere al suo corpo. Non appena i due fratelli vengono sfiorati dalle ali di Pupa, ecco che inizia la storia del loro eroico amore.

Via | AnimeNewsNetwork

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.