Tohan, finisce il seinen di Shigeru Tsuchiyama

In Giappone è appena finito su Web Comic Action di Futabasha il seinen Tohan (scritto anche Touhan) di Shigeru Tsuchiyama.

Touhan

Sul sesto numero della rivista Web Comic Action di Futabasha è stato pubblicato l'ultimo capitolo del seinen Tohan o Touhan di Shigeru Tsuchiyama. Ancora non è dato sapere quando verrà pubblicato il secondo e ultimo tankobon di questa mini serie, né se in futuro vedremo un eventuale sequel. Quello che è certo è che di sicuro vedremo nuovamente in azione il mangaka Tsuchiyama, visto che è un autore assai prolifico: fra le sue opere ricordiamo anche Oogui Koushien, Shin Shakuou, Otokomen, Jadou, Bakumeshi!, Houchou Mushuku Shoubu Tabi e Gokudō Meshi (questo terminato nel 2012 e corredato di un film in live-action del 2011).

Storia di Tohan

Tohan nasce come un seinen scritto e disegnato dal mangaka Shigeru Tsuchiyama. La sua pubblicazione era cominciata relativamente di recente, si parla del 2012, sulla rivista Web Comic Action di Futabasha: attualmente è stato pubblicato solamente un tankobon (nel corso del 2013), quindi si può presumere che la serie completa sarà formata da due volumi, il secondo dei quali dovrebbe raccogliere gli ultimi capitoli. La serie non è arrivata nei paesi del Nord America, la trovate scritta sia con il titolo Tohan che Touhan e non vanta al momento delle serie correlate.

La trama di Tohan di Shigeru Tsuchiyama racconta la storia di Tomekichi, un uomo che è nato nel centro della città di Osaka. Per alcuni particolari motivi, il nostro Tomekichi finisce per essere gravata da un debito imponente. Nel tentativo di sfuggire ai creditori, comincia a correre alla cieca e finisce per ritrovarsi in una casa nascosta in un vicolo. In questa casa vede un ring da combattimento all'aperto. Al suo interno due insegnanti di Tohan stanno combattendo fra di loro utilizzando alcuni strumenti insoliti: una ciotola vuota e due bacchette.

Via | AnimeNewsNetwork

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.