Bisco Hatori (Millennium Snow) lancia una nuova serie

Nuova serie a fumetti in arrivo per Bisco Hatori.

La fumettista giapponese Bisco Hatori lancerà presto una serie a fumetti nuova di zecca. L’annuncio sarebbe stato lanciato attraverso il quarto e ultimo numero della serieMillennium Snow”, uscito lo scorso mercoledì, dove è stato preannunciato che la nuova serie sarà disponibile in Giappone a partire da questa estate. Per il momento però non conosciamo altri dettagli in merito a questo progetto, per cui le fan delle serie ad opera della celebre mangaka dovranno mettere il cuore in pace, in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Per chi non la conoscesse, Bisco Hatori è autrice di una serie di opere che hanno riscosso davvero molto successo. Fra queste troviamo ad esempio la celebre “Host Club - Amore in affitto”, serie pubblicata a partire dal 5 agosto 2003 ed adattata in una serie di CD drama, in un anime, una visual novel ed un dorama.

Proprio nei giorni scorsi peraltro, sulle pagine della rivista Ane LaLa magazine è stata pubblicata una storia ad opera della stessa autrice, uno one-shot dal titolo Petite Pêche. Fra le serie più famose realizzate dalla Hatori troviamo inoltre lo shojo sovrannaturale Sennen no Yuki o Millennium Snow, al quale è ispirato il video che trovate qui sopra.

Millennium Snow, la trama della serie


Millennium Snow

 

La serie a fumetti “Millennium Snow” ruota intorno alle vicende vissute da Chiyuki Matsuoka, una ragazza di 17 anni nata con dei gravi problemi cardiaci che potrebbero portarla alla morte da un momento all’altro. Co-protagonista della storia è Touya, un vampiro che si rifiuta di condividere questa sua condizione con una persona umana. Riuscirà la nostra Chiyuki a far capire a Touya che in realtà lui non è destinato a vivere per sempre da solo?

Non ci rimane a questo punto che attendere ulteriori aggiornamenti in merito alla nuova serie in arrivo!

 

via | ANN

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.