Mater Morbi, la Bao Publishing pubblica il fumetto in formato digitale

Il rilancio digitale del fumetto italiano passa anche dalla Bao Publishing che, proprio stamattina, annuncia che la ristampa di Mater Morbi è finalmente disponibile su Kindle, Google Play e iBooks!

Mater-Morbi-Cover-Detail-Bao-Publishing

Finalmente, a un anno circa dalla pubblicazione di Mater Morbi, la Bao Publishing decide di pubblicare il fumetto su tutte le piattaforme per l'acquisto di prodotti digitali, cosa che farà sicuramente piacere a tutti quelli che usano tablet, smartphone ed e-reader per la lettura di contenuti editoriali e opere a fumetti (e non solo). Come ho detto, al sottoscritto fa molto piacere sapere che un prodotto di qualità come il Mater Morbi di Roberto Recchioni e Massimo Carnevale è stata qui trasposta in formato digitale e, ne sono sicuro, i lettori più giovani di Dylan Dog apprezzeranno sicuramente lo sforzo della Bao Publishing di pubblicare la ristampa su App Store, su Google Play e su Kindle. Qualche utente, commentando la notizia sulla pagina Facebook della Bao Publishing, ha chiesto a questi se sarà presentata anche una versione per Kobo (l'e-reader che la Mondadori sta utilizzando per promuovere il suo comparto digitale) e, puntuali e precisi come sempre, i ragazzi della casa editrice hanno risposto dicendo che hanno appena risolto un contratto che permetterà loro di pubblicare tutte le opere in catalogo anche nella piattaforma dedicata all'e-reader che sta dando filo da torcere al Kindle!

Mater Morbi della Bao Publishing: una ristampa che vale

Avendo tra le mani sia il numero originale di Mater Morbi che la ristampa della Bao Publishing, posso affermare che i ragazzi della casa editrice meneghina hanno svolto un lavoro davvero fantastico: il formato è enorme e bellissimo, le pagine sono di pregevolissima fattura, l'inchiostro usato è di ottima qualità e i contenuti extra (tra cui un prologo inedito a colori) valgono da soli il prezzo del volume. Pubblicare ristampe che possono competere con l'originale è sempre molto difficile perché, e parlo da accanito lettore delle opere bonelliane, il formato proposto dalla Sergio Bonelli Editore è di una comodità pazzesca. Abituati come sono alle dimensioni quasi tascabili degli albi bonelliani, i lettori di vecchia data dei prodotti della casa editrice milanese difficilmente riescono ad approcciarsi con curiosità a un prodotto extra-lusso come quello proposto dalla Bao Publishing. Ma alla Bao sanno come fare le cose e, ne sono sicuro, anche il lettore più malizioso avrà apprezzato la qualità del volume e la grande quantità di contenuti in esso riversata!

Digitalizzare il fumetto in Italia: si può fare!

La Bao Publishing, diversamente dalle altre case editrici italiane, ha subito dimostrato di saperci fare con le nuove tecnologie e, avendo un parco fumetti ben assortito e una schiera di grandi titoli a disposizione, per i ragazzi meneghini è stato molto facile attirare l'attenzione dei nativi digitali. Parlo per esperienza personale: mi è spesso capitato di scambiare quattro chiacchiere con ragazzi che hanno conosciuto Zerocalcare proprio grazie al prezzo concorrenziale con cui la Bao Publishing distribuisce i fumetti dell'autore romano su Kindle e, ve lo assicuro, la qualità generale delle opere di Michele Rech in digitale è davvero molto, molto buona!

Spero che la digitalizzazione dei fumetti in Italia possa arrivare, da qui a un paio d'anni, a competere con le varie realtà americane ed internazionali come ComiXology che, come sapete, è ormai diventata un colosso dell'editoria digitale.

via | Bao Publishing Official Facebook Page

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.