X-Men: Apocalypse, Bryan Singer rivela che il film sarà ambientato negli anni '80

Bryan Singer ha già le idee chiare sul nuovo film X-Men: Apocalypse ed ha rivelato che sarà ambientato negli anni ottanta.

Possiamo iniziarci a fare un'idea più chiara su quel che sarà il prossimo film legato all'universo mutante della Marvel Comics: X-Men: Apocalypse.

Il regista Bryan Singer ha già le idee chiare e ha scelto un periodo ben preciso per ambientare la nuova pellicola. La storia si svolgerà negli anni '80, una soluzione che ha una logica tutta sua, coerente con lo spirito di questa nuova trilogia ambientata nel passato.

E' chiaro che X-Men: First Class, X-Men: Days of Future Past e X-Men: Apocalypse saranno collegati da una certa continuity. Mentre la prima pellicola della trilogia era ambientata negli anni '60, sono gli anni '70 ad "ospitare" i protagonisti nel film che arriverà fra qualche mese nelle sale. Di conseguenza, Singer ha deciso di introdurre Apocalisse nel decennio successivo.

Il regista ha precisato che cercherà di introdurre l'idea che i mutanti sono una specie antica e che la loro prima apparizione risale a migliaia di anni fa (i lettori dei fumetti sanno bene che En Sabah Nur è nato nel 3000 a.C. nell'antico Egitto):

“We’re going to deal with the notion of ancient mutants – the fact they were born and existed thousands of years ago. But it’ll be a contemporary movie – well, it’ll take place in the ’80s… The ’80s is a period now – it’s hard for me to believe that!”

Dove lo spettacolo non era mai giunto prima

marvel film

Aspettiamoci una pellicola spettacolare da tutti i punti di vista, un film dove capiremo il significato delle parole "distruzione di massa". Dalle sue parole Singer appare abbastanza carico e motivato, pronto a superare se stesso ancora una volta:

“Apocalypse will have more of the mass destruction that X-Men films, to date, have not relied upon. There’s definitely now a character and a story that allow room for that kind of spectacle”

Gli X-Men hanno avuto un trattamento privilegiato (al cinema), soprattutto grazie alla presenza di un attento Bryan Singer che ha dimostrato un grande affetto per i personaggi dei comics. I Marvel Studios non avranno in mano i diritti dei mutanti, ma la Casa delle Idee può essere soddisfatta per quanto fatto vedere fino ad oggi.

Video: chi è Apocalisse? Un breve riassunto della sua vita.

via | Comic Book

Foto via: Geekhizzle

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.