Marvel Disk Wars: The Avengers, online il promo video

Uno dei prodotti d'animazione giapponese più bizzarri del 2014 si svela finalmente a noi poveri mortali: ecco il promo video di Marvel Disk War: The Avengers, anime che la Walt Disney Television International Japan ha prodotto in collaborazione con la Toei Animation!

Presentato come una collaborazione tra la Walt Disney Television International Japan e la Toei Animation, questo Marvel Disk Wars: The Avengers è un prodotto che strizza l'occhio ai telespettatori più giovani che, abituati ad anime con articoli da collezione quali Pokemon, Yu-Gi-Oh!, Beyblade e altri, troveranno parecchio godimento nel vedere i personaggi più famosi della Marvel trasformati in Disk che i giovani protagonisti useranno per sconfiggere le forze del male! Forze del male, queste, che fanno capo al viscido Loki, le cui macchinazioni hanno provocato un'anomalia nel sistema di cattura di supercattivi inventato da Nozomu Akatsuki, geniale inventore che ha creato questi dispositivi (chiamati appunto DISKs) per garantire la pace nel mondo. L'intervento di Loki ha però creato alcuni problemi e, oltre ai supercattivi, anche i supereroi più forti della Terra sono stati vittime del sistema di cattura inventato da Akatsuki...ed è qui che entrano in campo i protagonisti dell'anime!

In viaggio con gli Avengers!

I cinque protagonisti dell'anime (Akira, Hikaru, Chris Taylor, Edward Grant e Jessica Shannon) sono dotati ognuno di un DISKs legato ad uno degli Avengers e, grazie all'aiuto di Spider-man/Peter Parker, i ragazzi dovranno viaggiare per il mondo alla ricerca dei DISKs perduti, battagliando con le truppe di Loki. Iron Man, Thor, Capitan America, Hulk e Wasp saranno quindi gli "avatar" (se così possiamo dire) dei cinque protagonisti, mentre Spider-man (fuggito miracolosamente alla cattura) fungerà da supporto. L'idea, come abbiamo detto, è da anime con prodotti da collezione al seguito, tanto che la Bandai si è già procurata i diritti di pubblicazione dei gadget e del merchandise che verrà distribuito durante la programmazione della serie.

Da notare che la serie vede come direttore quel Toshiaki Komura che è stato dietro a progetti come Digimon e Ultimate Muscle e Yes! Precure 5 GoGo!, quindi una persona rodatissima e dalla grande esperienza. Il produttore è invece Yasuhiko Nukaga, un altro nome molto importante all'interno dell'animazione e dell'intrattenimento per ragazzi (a lavorato su parecchie serie targate Precure).

La Marvel vuole piacere ai ragazzini giapponesi?

Sto anime mi lascia un po' interdetto anche se, come ho avuto modo di avvisarvi, alla serie ci stanno lavorando alcune personalità molto importanti dell'animazione giapponese per ragazzi. La mia domanda è questa: perché la Marvel vuole provare ad accattivarsi i ragazzini giapponesi con un anime del genere? Le risposte potrebbero essere tante, e tutte validissime, ma alla fin fine sappiamo tutti che alla "Casa delle Idee" conta, come per tutte le case editrici, la regola del "profitto a tutti i costi". Quindi si, questo è sicuramente un anime che punta al cuore dei ragazzini giapponesi che, provando ad immedesimarsi nei protagonisti della serie, dovrebbero qui affezionarsi anche ai supereroi più forti della Terra, qui resi in maniera decisamente (troppo) esagerata.

A me ha fatto un po' impressione vedere come è stato realizzato Thor (che sembra la versione "Saint Seiya 2.0" del dio norreno), ma devo dire che Iron Man, Spider-man e Wasp sono stati resi veramente bene. Paradossalmente, quello che doveva essere il più possente di tutti (Hulk), è qui reso in maniera molto più mingherlina (se così vogliamo dire) mentre Capitan America, al pari di Thor, sembra aver qui assunto una corazza degna del miglior mech umanoide/personaggio dei videogames stile Master Chief di Halo!

Non so quando l'anime arriverà in Italia, ma intanto date un'occhiata al video e alle immagini con le schede dei personaggi della serie!


via | Anime News Network

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.