RAI #1, la Valiant Comics pubblica un video-trailer del fumetto

La Valiant Comics sta spingendo sull'acceleratore e, in tempo record, la casa editrice americana è riuscita ad anticipare la pubblicazione di RAI #1, nuovo fumetto scritto da Matt Kindt e disegnato da Clayton Crain!

Come hanno giustamente sottolineato i ragazzi di Newsarama, questo è uno dei rari casi in cui una casa editrice è riuscita ad anticipare la data di pubblicazione di un suo prodotto (da metà maggio circa al 30 aprile 2014) e questo, a mio modo di vedere le cose, è davvero positivo. Certo, la Valiant Comics non è la Marvel ne tantomeno la DC Comics, ma i fumetti che sta proponendo non sono affatto male e, ve lo assicuro, se vi piacciono le storie un po' sci-fi e con innesti tipicamente supereroistici, l'approdo all'etichetta statunitense vi verrà assolutamente naturale. Se poi considerate che l'universo narrativo è stato profondamente riformato da due anni a questa parte (con tanto di reboot mirati e ben strutturati), allora questo è il momento giusto per recuperare qualche fumetto della Valiant Comics! Ma parliamo di RAI #1, un fumetto (e non un canale televisivo) che si spinge nel lontano 4001, dove un autore di peso come Matt Kindt si è cimentato nel raccontare le avventure di un eroe così particolare e diverso come Rai...

Anno 4001, Giappone...

La storia di Rai è decisamente interessante anche perché, se conoscete un po' le produzioni di Matt Kindt, questa è una delle poche volte in cui l'autore si è spostato così in avanti nel futuro...anzi, direi che stavolta è decisamente troppo avanti! Ambientata nel Giappone del 4001 A.C., la storia vede come protagonista Rai, eroe solitario al servizio dell'intelligenza artificiale conosciuta con il nome di Father. Governato da tempo da Father, il Giappone è riuscito qui a prosperare così tanto da superare i confini dell'Oceano Pacifico e, se ho capito bene, l'isola è ormai distaccata dalla terraferma anche grazie a un sistema geo-gravitazionale. Come ho detto, Rai è il protettore di miliardi di persone e, ovviamente, il suo lavoro è quello di applicare a menadito la legge di Father...

Ma un inaspettato omicidio (evento capitato per la prima volta dopo mille anni) getta le basi per una profonda riflessione in Rai, che vedrà come la società giapponese è cambiata nel corso di tutti questi anni di apparente pace e tranquillità. Che ci sia la mano di Father dietro a tutto questo? E cosa farà Rai che, come abbiamo detto, lavora proprio alle dipendenze dell'intelligenza artificiale che governa il Giappone?

Il futuro secondo la Valiant Comics

Quella di Rai sembra una storia decisamente interessante, dove i cliché delle produzioni sci-fi più apprezzate si mischiano sapientemente alle trame tipiche del mondo dei supereroi...ma con l'unica differenza che, al momento, l'unico supereroe di cui siamo a conoscenza è proprio Rai! Sicuramente Matt Kindt ha dedicato parecchio del suo tempo ad architettare un qualcosa che possa svilupparsi in maniera molto più approfondita, quindi sono sicuro che Rai troverà presto sulla sua strada alleati e nemici. Ma a me piace pensare che Rai sia una specie di supereroe solitario che si ribella ad un sistema corrotto dove, dopo un millennio di pace e tranquillità, gli uomini abbiano di nuovo imparato tutta quella serie di comportamenti antisociali e criminali che hanno preceduto questo momento così idilliaco. Ma non è da escludere che, proprio quando tutti pensavano che non succedesse più nulla di così disdicevole, questi comportamenti non siano stati perpetuati...anzi!

Lo ammetto: Rai mi intriga parecchio, e spero che qualche casa editrice italiana acquisti i diritti di pubblicazione del fumetto!

via | Newsarama

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.