One Piece, spoiler capitolo 742

La pausa di una settimana ha fatto davvero bene ad Eiichiro Oda, che torna su Weekly Shonen Jump con un capitolo meraviglioso di One Piece! Questo 742 segna una svolta importante per la saga corrente, e sono sicuro che dal prossimo capitolo ne vedremo delle belle!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 741 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 742.

Riassunto e spoiler capitolo 741 (link)

Spoiler capitolo 742

Le battaglie di Kyros all'interno del Colosseo Arena durano per ben nove anni e, arrivato alla vittoria numero tremila, il gladiatore ha fermato la sua mano assassina solo quando ha riconosciuto nel suo ultimo avversario un mascherato Re Riku, che per l'occasione s'era presentato al pubblico con il nome di Ricky. Mentre il pubblico acclama Kyros, il gladiatore si avvicina a Re Riku per chiedergli come mai ha provato a combatterlo all'interno dell'arena, e questo risponde dicendo che voleva mettere a frutto due o tre cose ha imparato da lui in questi anni. Ma Re Riku ha visto che Kyros ha fermato la sua mano quando l'ha riconosciuto quindi, da adesso, il titolo di "bestia" gli viene ufficialmente revocato! Re Riku ha altri piani per Kyros e, ben conscio che la punizione del gladiatore è durata nove anni, il regnante di Dressrosa decide di far uscire l'uomo dalla gabbia dov'è stato rinchiuso per così tanto tempo...

Come via per l'espiazione, Re Riku propone a Kyros di diventare il capo dell'esercito di Dressrosa, compito che il gladiatore ha accettato di buon grado. Avendo qui la possibilità di proteggere il popolo in prima persona, Re Riku spera che Kyros possa assolvere il suo compito in modo da far dimenticare a tutti il suo passato da delinquente e, a vedere come le donne pronunciano il nome del nuovo capitano dell'esercito, sembra proprio che il regnante di Dressrosa abbia centrato appieno il suo obbiettivo! L'unica che sembra ricordare molto bene il passato di Kyros è Scarlet, la figlia maggiore di Re Riku che, accompagnata da una giovanissima Violet, affronta l'ex-gladiatore dicendogli che a lei non va proprio giù il fatto che sia diventato capitano dell'esercito di Dressrosa e che, prima o poi, riuscirà a smascherare le sue vere intenzioni davanti a tutti. Scarlet impone a Kyros di non toccarla mai e per nessun motivo e, quando Violet guarda nel cuore dell'ex-gladiatore con il suo potere, la sorella la ferma dicendole di non scrutare l'anima nera di "quell'uomo". Ma sembra proprio che Violet abbia visto qualcosa di diverso in Kyros...

Tempo dopo, alcuni pirati provarono a rapire Violet che, per sua fortuna, è stata salvata solo grazie all'intervento tempestivo di Kyros. La principessa è sporca, spaventata e piangente e, quando Kyros si scusa con lei per averla toccata, la ragazza si aggrappa all'uomo dicendogli che ha avuto tanta paura (con Kyros che le chiede continuamente scusa per averla toccata). Dopo quell'incidente, Scarlet ha iniziato a nutrire un sentimento d'amore nei confronti di Kyros...sentimento che il gladiatore ricambia a tal punto da rinunciare al ruolo di capitano dell'esercito di Dressrosa! Per Re Riku questo è un problema: se presi singolarmente, gli abitanti di Dressrosa non avrebbero nulla da ridire sul matrimonio tra Violet e Kyros, ma come "entità sociale", questi alzerebbero delle barriere sulla moralità dell'atto stesso. Insomma...seppur convertito, Kyros rimane lo stesso un assassino! Ma Scarlet vuole sposare a tutti i costi il suo amato Kyros, tanto da decidere di morire per lui...

La ragazza era seria quando ha detto di voler morire per Kyros...così seria da inscenare la sua morte, rinunciando così ai suoi privilegi da membro della famiglia reale e diventando una semplice cittadina. Kyros si scusa con Re Riku per avergli portato via qualcuno di così importante per lui, ma il sovrano dice che avrebbe permesso solo a lui e a lui soltanto di fare una cosa del genere. Dall'amore tra Scarlet e Kyros nasce poi Rebecca, che il gladiatore preferisce non toccare direttamente con le sue mani "sporche di sangue" per non insozzarla (arriva addirittura a mettersi dei guanti). Kyros promette a sua figlia che la proteggerà e che sarà sempre al suo fianco e, quando arriva il fatidico giorno della rivolta capitanata da Doflamingo, il gladiatore commette il grave errore di lasciare sola Scarlet per andare a sincerarsi delle condizioni del sovrano. Prima di andare al Palazzo Reale, Kyros chiede a Scarlet di aspettarlo al Campo dei Fiori Rossi, sicuro di riuscire a salvare sia Re Riku che il regno...una cosa che, purtroppo per lui, Kyros non è riuscito a fare!

Arrivato al Palazzo Reale, Doflamingo ammanetta ad una gamba Kyros con delle catene di Agalmatolite, convinto che l'uomo sia dotato dei poteri di un qualche Frutto del Diavolo. Doflamingo tenta poi di convincere Kyros che Re Riku ha fatto del male al suo popolo e, non riuscendo a far crollare la fiducia che il gladiatore ripone nel suo sovrano, lo Shichibukai dice a questo che ha mandato qualcuno ad occuparsi di sua moglie e sua figlia. La cosa manda in bestia Kyros che, mentre ascolta queste parole, vede Re Riku minacciato dalla spada di Doflamingo: tagliandosi la gamba imprigionata, Kyros prova un assalto frontale a Doflamingo, arrivando ad un tiro di schioppo dal nemico! Interviene qui Sugar che, usando i suoi poteri, trasforma Kyros in un soldatino di latta con una gamba sola davanti agli occhi esterrefatti di Re Riku. Nonostante tutto, Kyros riesce a portare in salvo Re Riku che, per effetto dei poteri di Sugar, non ricorda più niente dell'uomo che gli ha salvato la vita (e che ora è diventato un giocattolo). Re Riku ringrazia comunque Kyros che, dopo aver congedato il sovrano, torna a Campo dei Fiori Rossi per vedere se Scarlet e Rebecca lo stanno aspettando. Ma il destino si accanisce ancora una volta contro di lui: impotente, Kyros intercetta Scarlet proprio quando Diamante (esecutore materiale dell'omicidio) riesce a sparare al cuore della donna, uccidendola in un colpo solo! Kyros salta velocemente all'indirizzo di sua moglie che, non riconoscendolo, chiede a quel soldatino di latta di andare da sua figlia che, in questo momento, la sta aspettando affamata come non mai. Kyros non riesce neanche a sentire il tepore di Scarlet prima che questa esali l'ultimo respiro e, disperato, il gladiatore piange la morte dell'amata...

Tornati nel presente, Violet avvisa Soldatino e Rufy dell'approssimarsi di una truppa di sgherri di Doflamingo che, avendo visto il sangue della ragazza, stanno seguendo le tracce fin sopra all'ultimo piano. Soldatino/Kyros pensa che, per come si stanno mettendo le cose, non dovrebbe essere poi un azzardo tentare di attaccare Doflamingo adesso, anche perché Usoland e gli altri ci stanno mettendo davvero troppo. Soldatino/Kyros chiede quindi a Rufy se sono pirati e questo, credendo che la cosa disturbi il giocattolo, chiede se ci sono problemi di sorta o meno. Per Soldatino/Kyros non c'è nessun problema: se i loro obbiettivi combaciano, allora è felice di averlo dalla sua parte!

Intanto, nelle fondamenta di Colosseo Arena, gli uomini adibiti alla sicurezza stanno osservando che gli attacchi di Burgess sono così potenti da minare alla struttura e alla stabilità stessa dell'edificio! Di sopra, infatti, Burgess sta scatenando tutta la sua furia combattiva contro il falso Rufy, che riesce a scansare tutti gli attacchi del pirata con estrema facilità. Ma mentre Burgess e il falso Rufy si divertono, Rebecca deve fare i conti con il suo passato: nonostante Bartolomeo abbia bloccato Diamente con la sua barriera, questo attacca verbalmente Rebecca rivelandole la verità sull'omicidio di sua madre, dichiarando alla ragazza che è stato proprio lui ad uccidere Scarlet! Rebecca è così sconvolta da non riuscire neanche a parlare e, distrutta dal dolore, la gladiatrice ripensa a Soldatino-san e alle sue parole...

Scopriamo infine che Franky è stato sconfitto dagli uomini di Doflamingo e, nonostante tutto, il Cyborg continua a riporre le sue speranze in Usopp, sicuro come non mai che questo possa scatenare il panico a Dressrosa. Tutti, al Porto Sotterraneo, credono che Usopp ce la possa fare: sia i piccoli abitanti del regno di Tontatta e sia tutti gli uomini tramutati in giocattoli (compresi i partecipanti alle varie Battle Royale) fanno il tifo per Usopp, convinti che il giovane pirata possa davvero riuscire a riportare tutti alla normalità. Ma le loro speranze si infrangono nel moccio di Trebol...moccio in cui è imprigionato un incosciente Usopp! Doflamingo, allarmato, chiama Trebol per chiedergli di portare immediatamente Sugar a palazzo, ma l'agente si sente al sicuro ora che anche Usopp è stato neutralizzato, tanto da rispondere dicendo che non c'è nessun problema. Sugar si trova proprio davanti ad Usopp e, nonostante questo sia incosciente, questa gli ficca in bocca l'acino di Tatababasco dicendogli che è giunto il momento di restituirgli quello che volevano riservarle. I piccoli uomini del regno di Tontatta vedono tutte le loro speranze infrangersi davanti all'immagine di Sugar che fa ingoiare ad Usopp l'acino di Tatababasco, ma qui succede qualcosa di davvero strano...

L'acino è così piccante da risvegliare immediatamente Usopp che, ustionato a morte dalla terribile bacca, lancia un urlo così spaventoso da lasciare di sasso Sugar! L'agente è spaventata sia dall'urlo che dalla faccia di Usopp e, proprio davanti agli occhi esterrefatti di Leo e Trebol, Sugar schiuma dalla bocca e...sviene!

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.