Hitsugi no Chaika, animazioni primaverili 2014 prima impressione

Quando una serie di animazione inizia con qualcuno di misterioso che fa un discorso privo di senso, non mi sembra che la storia prometta proprio benissimo. E così Hitsugi no Chaika prosegue su questa rotta, in cui il protagonista, addentrandosi in una foresta alla ricerca di monete( si sa che le monete in un boschetto pullulano...piovendo dagli alberi!) si ferma poichè vede un cespuglio che si muove. Aspetta pensando ci sia una lepre ma, sorpresa: spunta una ragazza dotata di bara sulle spalle( come facesse a camuffare una intera bara di 2 metri dentro ad un cespuglio, resta un mistero).

Ma andiamo ancora avanti: Toru, questo è il nome del ragazzo, vede un unicorno ( da sempre creatura benevola...tranne che in questa serie di animazione!) afferra per un braccio la giovane dotata di bara e la trascina in un fiume con tanto di salto acrobatico. Usciti dall'acqua la giovinetta mostra a Toru cosa c'è di tanto prezioso nella bara: un'arma parecchio potente. L'unicorno si ripresenta mentre i due chiacchierano amorevolmente e Toru capisce che deve trattenerlo fino a che l'arma per sconfiggerlo non sarà costruita da Chaika( questo il nome della fanciulla). L'unicorno fa una fine orrenda: sangue ovunque, mentre viene letteralmente tranciato a metà. E anche qui, gli ideatori, potevano evitare tale violenza.

Ma arriviamo all'assurdità maxima:

Toru e sorella, che si presenta nel frattempo accusando il fratello di non fare nulla nella vita se non procurare problemi, si accordano per aiutare Chaika, ricordiamolo, perfetta estranea, a rubare qualcosa all'interno di una magione nobiliare.

Tale magione è ben sorvegliata anche da un gruppo di altre persone che perseguono, evidentemente, lo stesso obiettivo della fanciullina. E qui, il colpo di genio: penetrando in una casa con guardie a custodirla per rubare qualcosa implica rapidità, leggerezza, velocità nel furto. Ma no! Perchè agire in maniera sensata? Chaika porta con sè l'intera bara, giusto per appesantire un tantinello il tragitto e rendere il furto stabilito assolutamente una farsa. Ovviamente vengono immediatamente trovati. Ho paura a pensare a cosa accadrà in seguito.

Mi domando chi abbia messo insieme tale accozzaglia di elementi tutti sbagliati: maghi svampiti, sangue e violenza ingiustificata, scene ridicole che nemmeno fanno ridere. Quale era il proposito o il fine? A quale tipo di spettatore si rivolge questo genere di animazione? Non dimentichiamoci dei dialoghi, in cui ogni tanto vengono "infilate" delle parole magiche a casaccio. Anche questa serie di animazione per me è da cancellare: non riveste il benchè minimo interesse.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.