unastoria di Gipi al Premio Strega, il graphic novel approda tra i 12 finalisti

Gipi ha rilasciato un'intervista dichiarando di aver preso a ridere la notizia della candidatura del suo graphic novel unastoria al Premio Strega, che intanto approda tra i 12 finalisti.

Il graphic novel unastoria di Gipi è stato candidato al Premio Strega e la notizia ha fatto ben presto il giro d'Italia, scatenando anche dibattiti interessanti sulla natura del premio e sul significato di "Nona Arte".

L'ultimo ad aver aperto bocca in merito, svelando tutte le sue sensazioni ed emozioni, è proprio lo stesso artista che ha svelato su Facebook che unastoria è entrato nei 12 finalisti del premio Strega, approfittandone anche per ringraziare Domenico Procacci e Igor e Sandro Veronesi e Nicola Lagioia, che hanno dato al suo libro estrema fiducia.

Il fumetto di Gianni Pacinotti, pubblicato da Coconino Press-Fandango, ha compiuto un grande passo ulteriore, approdando nella lista dei dodici candidati al Premio Strega 2014. E' il primo fumetto della storia ad esser stato preso in considerazione dal prestigioso riconoscimento letterario italiano e la cosa ha lasciato a bocca aperta lo stesso artista il quale, come riportato dall'Ansa.it, ha dichiarato di aver preso "a ridere" la notizia.

In questa sua intervista ha chiarito di non sapere nulla su cosa significhi gareggiare allo Strega, così come non sa quali sono i criteri di selezione dei libri. Raccontare storie è lo fa stare bene e, per capacità tecnica ed esperienza, si sente a suo agio con il fumetto. Inoltre, reputa che nel 2014 dovrebbe esserci l'abitudine all'immagine, visto che film, video e fumetti ormai si alimentano tra di loro, avendo in comune un solo grande cuore, il quale viene prima della forma: il racconto!

Gipi è un gran narratore ed un suo singolo disegno è in grado di trascinare il lettore nella sua fantasia, strappandolo dalla realtà e coinvolgendolo in tutto e per tutto.

Il momento per fare il tifo

gipi fumetto 2013

Anche per questo Domenico Procaccio ha deciso di sposare la candidatura al Premio Strega, ritenendo che in unastoria c'è tantissima narrativa e tanta narrazione, ovvero ci sono tutti gli elementi che solitamente vengono ricercati nei libri.

Tra gli appassionati di fumetti, c'è chi preferisce tenere distante la Nona Arte dalla letteratura di diverso genere. Noi riteniamo che non è il tempo delle discussioni, ma quello di incrociare le dita e sostenere il capolavoro di un idolo.

via | Ansa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.