Shinigami-kun, è iniziato il live action

E' difficile trovare punti deboli per il dorama Shinigami-kun.

La prima puntata è stata estremamente piacevole: Satoshi Ohno a parer mio è perfetto come shinigami( una specie di angelo della morte, che traghetta gli esseri umani nell'aldilà). I messaggi che passano da questa puntata sono tutti molto belli, primo tra tutti che è meritevole più chi ha un bel cuore, di un bell'aspetto, oltre al fatto che, anche se nella vita ci sono tante piccole scocciature da superare e affrontare con decisione, tutto diventa insignificante di fronte alla morte: l'unico problema irrisolvibile.

Cosa deciderà di fare una persona che sa di dover morire entro tre giorni? Questo è l'obiettivo della prima puntata: mostrarci qualcosa di interessante, farci comprendere quali sono le cose più importanti nella vita, seppur talvolta la puntata abbia qualche intoppo e un ritmo un po' lento.

Ma veniamo alla trama del primo episodio:

Fukuko è una ragazza bruttarella( per lo meno così viene giudicata dai suoi compagni di scuola che la bulleggiano) ma ha una amica molto bella di nome Mami. Mami un giorno si brucia il volto e viene ricoverata in ospedale, tenta il suicidio ma senza successo, poichè viene fermata da uno shinigami. Lo stesso shinigami, il numero 413, annuncia entro qualche minuto alla migliore amica di Mami, Fukuko, che le restano 3 giorni di vita, quindi di concludere alla svelta tutti i suoi affari terreni.

Dopo momenti di incredulità e sconforto, la giovinetta si decide a fare ciò che deve. Ringrazia la sua famiglia di averla sempre supportata, parla con il ragazzo che le piace e lui si dimostra estremamente gentile con lei, infine si rapporta con Mami e ci "litiga". Mami la attacca dicendo che Fukuko non può capire come ci si sente ad essere brutti e con un volto sfigurato. Questa è la goccia che fa traboccare il vaso, dato che Fukuko è sempre rimasta in secondo piano, all'ombra di Mami, quindi sa perfettamente cosa significhi sentirsi brutte.

Il finale della puntata non riserva grosse sorprese, anche se è di fatto commovente. Ma cosa accade? Shinigami-kun perde il suo libretto con gli appunti di tutti coloro che moriranno a breve: chi mai recupera tale libretto? Scopriremo questi nuovi dettagli nella prossima puntata...

Mi piacciono sempre le storie che lanciano un messaggio positivo, si parla della morte, un tema molto molto molto pesante, e la scelta di Satoshi Ohno come angelo della morte a parer mio è azzeccatissima: il suo bel faccino è in netto contrasto con le cattive notizie che dà, sempre con fare serio e compito. La protagonista della puntata è una bella persona, e lo dimostra fino alla fine, comunicandoci che sì, il mondo è terribilmente ingiusto ma, in qualche modo c'è una compensazione.

E' una serie che indubbiamente continuerò a seguire!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.