Godzilla 2014, presentato il fumetto Godzilla: Awekening

Mancano poco più di due settimane dalla prima italiana di Godzilla, ennesimo reboot cinematografico dedicato al Kaij? giapponese creato dalla Toho nel 1954 e noi, incuriositi dall'evento, siamo andati a sbirciare i contenuti di un prodotto correlato proprio all'uscita della pellicola...

Sto parlando di Godzilla: Awekening, graphic novel scritta da Greg e Max Borenstein e disegnata da un team di artisti composto da Eric Battle, Yvel Guichet, Alan Quah e Lee Loughridge (con cover del bravissimo Arthur Adams). Stando alle poche indiscrezioni trapelate su questo prodotto, pare che la Legendary Pictures (in collaborazione con la Warner Bros) abbia in mente di serializzarlo una settimana prima dell'uscita ufficiale del reboot cinematografico di Godzilla, creando così un filo narrativo cross-mediale tra il fumetto e la pellicola. Si perché Godzilla: Awekening è praticamente il prequel del film diretto da Gareth Edwards che, con questo nuovo reboot cinematografico, vuole rilanciare la figura del lucertolone atomico giapponese nell'immaginario collettivo del nuovo millennio. Ma di cosa parlerà Godzilla: Awekening?

Prequel fumettistico per un rettile di cellulosa

Godzilla-Awkening-2014-Godzilla-Movie-Film-Trailer

Anche se la cellulosa non è più utilizzata come un tempo, avete sicuramente capito dalla mia affermazione di cui sopra che questo Godzilla: Awekening è in realtà un prequel del film che andremo a vedere il 15 maggio 2014. Ambientato alcuni decenni prima delle vicende raccontate nel film, in Godzilla: Awekening saremo testimoni della nascita e dei primi disastri del Kaij? più famoso del mondo, che qui dovrebbe rintanarsi nelle profondità del mare prima di riemergere a causa di Muto, nemico che costringerà il lucertolone a ritornare in superficie. Essendo un prequel e presumendo che Greg e Max Borenstein avranno ricevuto informazioni molto chiare su come devono svolgersi gli eventi, posso affermare che in questo volume di appena settantadue pagine ci sarà sicuramente una cronistoria più o meno dettagliata della nascita del Kaij?. Sarà quindi una storia ambientata durante i test atomici degli anni cinquanta? Credo proprio di si...

Una cosa che non mi ha convinto è però il mistero che gravita attorno a questa storia: perché produttori e autori non si sono ancora sbilanciati in nessun commento su questo Godzilla: Awekening? Magari si vuole lasciare ai lettori la possibilità di esplorare il mondo di questo "nuovo" Godzilla assaporando il piacere di questa storia cross-mediale, ma è anche vero che un paio di preview ben dettagliate non avrebbero sicuramente guastato.

Film e fumetti: accoppiata vincente!

Ormai cinematografia e fumetti vanno quasi di pari passo e, quando c'è da promuovere un film dedicato a un eroe di carta ed inchiostro, le grandi case di produzione americana si danno così tanto daffare che è praticamente impossibile ignorare le campagne mediatiche dedicate a questi prodotti. Di contro, quando ci sono dei film che possono avere un buon appeal fumettistico, i produttori decidono di darsi alla cross-medialità più sfrenata ordinando, e non sempre con buoni risultati, fumetti tratti dai film più apprezzati o attesi dai cineamatori mondiali. Godzilla: Awekening è solo l'ultimo di questa seconda categoria di prodotti che, in base al successo del film, riescono a vendere quel tanto che basta da ripagare gli sforzi dei produttori e dei manager.

Tra l'altro, essendo un prequel, Godzilla: Awekening può essere acquistato sia prima che dopo la visione del film. Certo, alcuni di voi diranno che questo è un modo come un altro per fare soldi, ma se il prodotto è valido e allo spettatore è piaciuto Godzilla, l'acquisto del fumetto può essere un buon palliativo in attesa di un possibile sequel. Di contro, se un lettore si incuriosisce dopo la lettura di Godzilla: Awekening, può sempre andare al cinema e guardarsi il film da cui è tratto il fumetto...avete capito cosa voglio dire, vero?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.