Brasile 2014, Holly e Benji (Captain Tsubasa) in mostra a Tokyo per i Mondiali di Calcio

Siete pronti per Mondiali di Calcio FIFA? Brasile 2014 si avvicina e il Giappone sarà pronto: a Ueno (Tokyo) è prevista una mostra dedicata niente meno che a Holly e Benji aka Captain Tsubasa. Nel video intanto tornate indietro con la memoria alla prima mitica sigla italiana dell'anime.

Ci siamo, manca poi ai Mondiali di Calcio FIFA, Brasile 2014 è sempre più vicino. E anche il mondo dei fumetti non è esente da questa febbre calcistica ed ecco che per celebrare l'evento l'Ueno Royal Museum di Ueno a Tokyo ha deciso di realizzare una mostra niente meno che dedicata al mitico Captain Tsubasa, meglio conosciuto qui da noi come Holly e Benji. La mostra aprirà i battenti il 14 giugno e rimarrà aperta fino al 16 luglio. Il titolo esatto dell'esposizione sarà "The Ball is My Friend: Captain Tsubasa Exhibition" (che tradotta diventa più o meno: La palla è mia amica: la mostra di Captain Tsubasa) e in mostra troveremo disegni originali tratti dal manga, sketch a grandezza naturale della mangaka Yoichi Takahashi, un diorama di Nankatsu City dove la serie è ambientata e anche le sagome dei protagonisti a grandezza naturale vestiti con la divisa della nazionale giapponese. E ovviamente i visitatori potranno acquistare gadget vari nell'immancabile gift shop.

Per quanto riguarda il costo del biglietto, siamo sui 400 yen (poco meno di 3 euro) per gli studenti delle elementari, 800 yen (circa 5,60 euro) per gli studenti delle medie e delle superiori e 1.600 yen (11,3 euro e rotti) per gli adulti. Per coloro che prenoteranno i biglietti è previsto uno sconto di 200 yen (1,40 euro circa), così come anche la possibilità di comprare una t-shirt basata proprio sulla divisa della squadra della Nankatsu School FC.

Storia di Holly e Benji


Holly Benji mostra

Che ne dite se andiamo a parlare un po' del manga di Holly e Benji? Captain Tsubasa, questo il nome originale giapponese, nasce come uno shonen sportivo scritto e disegnato da Yoichi Takahashi. La sua pubblicazione comincia nel lontano 1981 sulla rivista Shuukan Shounen Jump di Shueisha: la serie originale è formata da 37 tankobon. Captain Tsubasa non è mai arrivato nei paesi del Nord America, mentre in Italia è stato pubblicato da Star Comics. Da questa prima serie sono poi nate diverse saghe collaterali: Boku wa Misaki Tarou (side story), Captain Tsubasa - Shounen Jump 40 Shuunen (side story), Captain Tsubasa Pilot Chapter (storia alternativa), Captain Tsubasa Pilot Chapter (prequel), Captain Tsubasa Tanpenshuu: Dream Field (side story), Captain Tsubasa: Saikyo no Teki! Holland Youth (sequel) e Captain Tsubasa: World Youth Hen (sequel).

Dalle prime tre serie di Captain Tsubasa è poi stato tratto il famoso adattamento anime, giunto da noi come Holly e Benji con i suoi campi da gioco chilometrici (nel vero senso della parola, c'è chi ha calcolato la lunghezza del campo da calcio della serie), le sue acrobazie mirabolanti, i misteriosi attacchi di narcolessia di arbitro e guardalinee durante i colpi proibiti di Mark Lenders e via dicendo. L'ultima serie in ordine di tempo è Captain Tsubasa: Rising Sun e viene pubblicata sulla rivista Grand Jump di Shueisha dallo scorso 28 dicembre.

La trama di Holly e Benji è semplice: si gioca a calcio e il Giappone vince tutto. Beh, scherzi a parte l'undicenne Tsubasa Ohzora (Holly) si trasferisce nella nuova scuola e ben presto diventa la stella della squadra di calcio dell'istituto. Il suo allenatore di origine brasiliana Roberto Hongo nota il potenziale del giovane atleta e presto gli offre l'opportunità di andare in Brasile con lui. Tsubasa aka Holly continua a giocare, diventando sempre più abile: i vecchi nemici diventano grandi amici e la Coppa del Mondo appare sempre più vicina.

Via | AnimeNewsNetwork

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.