C2E2, Batman festeggia i 75 anni nel panel della DC Comics

Ci siamo: al C2E2 aka Comic & Entertainment Expo di Chicago il panel della DC Comics ha festeggiato i 75 anni di Batman, vediamo quali sono le novità che ci attendono in merito all'Uomo Pipistrello.

Secondo voi è possibile comprimere 75 anni in 60 minuti? Ebbene sì, soprattutto se siamo al C2E2 o Comic & Entertainment Expo di Chicago e se ci troviamo al panel della DC Comics per parlare di Batman. Sul palco introdotti da John Cunningham si sono avvicendati per parlare dell'Uomo Pipistrello il mitico scrittore di Batman Scott Snyder, James Tynion IV di Batman Eternal, i disegnatori di Eternal Jason Fabok e Dustin Nguyen, lo scrittore Peter Tomasi di Batman & Robin e il disegnatore Pat Gleason. E ha fatto la sua comparsa anche Jim Chadwick. Non perdiamo tempo e andiamo a vedere cosa è saltato fuori.

Batman Eternal domina il panel DC Comics al C2E2


Batman Eternal

Prima di tutto ha preso la parola Cunningham anticipando che la DC Comics avrebbe festeggiato il 75esimo anniversario di Batman con uno speciale Batman Day nel mese di luglio: al momento non si conoscono ulteriori dettagli, ma verranno rivelati ben presto. Poi si è scherzosamente parlato di un problemino relativo al trovare nuovi corti animati di Batman da vedere, salvo poi passare a parlare di ciò che interessa maggiormente i lettori: i prossimi volumi dedicati a Batman.

Si parte con il volume Grayson, Snyder ha annunciato che lo slogan sarà "Tu pensi di conoscere Nightwing, ma non conosci Dick". In realtà Snyder ammette che non sa se la DC utilizzerà questa frase a livello promozionale, ma se non dovesse comparire sui manifesti ecco che invita i lettori a esercitare pressioni sulla casa editrice in modo da utilizzarlo.

Snyder continua parlando del suo Batman #30, mostrando anche alcuni sketch di Greg Capullo relativi all'arco narrativo finale di Zero Year dove Batman combatte contro un leone e dichiarando: "Questo è l'arco dove lui affronta l'Enigmista in una Gotham post apocalittica... questa è una ricompensa [per i nostri lettori]. E' questa la parte divertente" e ancora "Gli F16 stanno arrivando su Gotham e ci saranno esplosioni ovunque... questo arco narrativo è nato per essere divertente e sopra le righe". Snyder spiega poi che questo arco narrativo serve per trasformare il trauma psicologico del Bruce Wayne in qualcosa di positivo. Il che spiega perché la trama si alterna fra momenti divertenti e d'azione e altri dove la depressione, l'ansia e l'angoscia la fanno da padroni.

Snyder e Tynion passano poi a parlare del settimanale Batman Eternal: i due sostengono di aver richiesto di poter scrivere questa storia solamente se fosse stata grande abbastanza, 52 volumi potrebbero essere troppo pochi per raccontarla e altro paletto fermo era il fatto di poter espandere il cast all'intera Gotham City. Dopo l'opening, l'arco narrativo di Batman Eternal seguirà le vicende delle classiche organizzazioni criminali e le loro reazioni al vigilante. E Tynion promette che questo cambierà ogni cosa per Batman, anche se siamo solo all'inizio.

Il quarto volume delle serie uscirà la prossima settimana, scritto da John Layman e disegnato da Nguyen. A quanto pare comincerà una nuova storia incentrata sulle avventure di Batgirl: la ragazza cercherà di dimostrare in tutti modi l'innocenza del padre. In merito a ciò Tynion avrebbe affermato: "I primi tre numeri li abbiamo intesi come un pilot per la serie TV che è Batman Eternal. Nei prossimi tre numeri vedremo i semi delle altre storie che originano dal cuore centrale della serie". Mentre per quanto riguarda le uscite future, le trame saranno maggiormente concentrate sull'elemento crime e sovrannaturale di Eternal.

A questo proposito, qualcuno ha chiesto come l'elemento di flashforward comparso in Batman #28 sarebbe stato inserito in Eternal ed ecco che pare che dovrebbe fare la sua ricomparsa intorno al volume #35, praticamente una volta che Catwoman si sia affermata come boss della criminalità di Gotham. Il volume dovrebbe rappresentare un punto di svolta per la storia e per Eternal.

Prendono poi la parola Tomasi e Gleasone in merito all'annunciata storia Robin Rises che dovrebbe completare la precedente Hunt e spiegano "In realtà non è il finale dove un qualsiasi Robin ritorna, ma è piuttosto l'inizio di una storia dove Robin tornerà". A quanto pare il primo volume di Robin Rises sarà denominato come un volume Omega a luglio, disegnato da Andy Kubert, mentre il numero di dicembre è stato programmato come Alpha. E i due hanno aggiunto di aver voluto realizzare una sorta di storia pazza ed epica, dove Batman dovrà muoversi in territori mai esplorati prima e spiegano "In New 52 si vuole cambiare alcuni personaggi per umanizzarli. Lui non può essere un esperto detective per tutto il tempo".

Tomasi ha poi avvertito che sulla copertina rigida dell'arco narrativo Hunt for Robin, i lettori potranno ammirare i disegni originali del volume Frankenstain (ovvero cosa c'era sotto il lenzuolo che copriva il corpo di Robin). E Gleason trova anche il tempo di ringraziarli per aver inserito così tanto di DCU in questa storia, inclusi alcuni riferimenti a un volume di Aquaman.

Prende ora la parola Chadwick, il quale parla di Batman '66 che continua il suo ruolo di prima serie digitale. Al momento il disegnatore Jonathan Case è tornato al lavoro insieme allo scrittore Jeff Parker in una storia che ripropone tutti i principali personaggi dell'originale spettacolo con Adam West. E Tomasi scherza: "Perché diavolo sta sorridendo Batman?".

La discussione si sposta poi su Batman ' 66 Meets The Green Hornet, una co-produzione con la Dynamite Entertainmente. Sarà Alex Ross ad occuparsi delle cover della serie. E il panel prosegue con i corti d'animazione diretti da Bruce Timm e Darwyn Cooke.

La parola ai lettori: inizia la sessione delle domande

E il panel della DC Comics dedicato a Batman termina come di consueto con le domande dei fan. Un primo lettore chiede quando ritornerà Rene Montoya: "La chiave di tutto sta nel trovare il modo giusto per reintrodurre questi personaggi" risponde Snyder, parlando del desiderio del ritorno di Montoya e comparandolo a quello di Stephanie Brown in Eternal. Tynion ribadisce ulteriormente che Montoya faceva parte di Eternal, ma che per una precisa scelta editoriale non hanno voluto realizzare un background per il personaggio nelle forze di polizia di Gotham. E Cunningham rincuora i fan di Montoya dicendo che dovrebbero vedere la serie Gotham della Fox il cui debutto è previsto per il prossimo autunno.

E sempre rimanendo in tema di spoiler, Snyder ha anche parlato brevemente del ritorno di Joker a Gotham. Dopo Death of the Family, storia concentrata su come il Joker mostra a Batman quanto lo ami e dopo che essa finisce con la morte metaforica del personaggio, la prossima storia dovrebbe parlare di quanto il Joker odi il Dark Knight: "E' sempre stata una storia in due parti, ma dovrete pazientare ancora un pochino".

Nguyen ha poi parlato di quanto sia rimasto a lungo bloccato col personaggio. E si termina con una domanda inerente la nuova identità di Bluebird di Harper Row: ci sarà una storia concentrata su di lei? E Snyder accontenta i lettori e promette che in futuro è prevista una storia su di lei più lunga di una mini storia o di un one-shot. E questo è tutto, adesso correte a leggere le novità relative al panel di Spiderman e di Daredevil al C2E2.

Via | Comicbookresources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.