C2E2, DC Comics svela il futuro delle nuove testate e dei crossover nel panel New 52

Continua il nostro viaggio all'interno della C2E2 di Chicago: andiamo a vedere l'incontro della DC Comics relativo al panel New 52, dove si è parlato del futuro delle nuove testate e dei crossover (prima che protestiate: il video si riferisce all'anno scorso).

Che ne dite se torniamo ancora un attimo al C2E2 di Chicago? Abbiamo già parlato del panel relativo a Batman, adesso continuiamo a rimanere nell'ambito della DC Comics, ma andando a vedere il panel New 52 dedicato alle nuove testate e ai crossover. Qui sono saliti sul palco lo scrittore Dan Jurgens di Future End, Gail Simone di Batgirl, l'autore Jimmy Palmiotti di Harley Quinn, l'Executive Editor Bobbie Chase e, come al solito, è toccato a John Cunningham fare da moderatore. Solo in un secondo momento il gruppetto è stato raggiunto da Aaron Kuder di Superboy e Action Comics.

Le novità della DC Comics del panel New 52


Batgirl Gail Simone

Cunningham ha cominciato doverosamente il panel parlando delle celebrazioni per il 75esimo anniversario di Batman, annunciando anche qui il Batman Day previsto per luglio 2014. Poi prende la parola Jurgens a proposito di Futures End, la serie a scadenza settimanale che inizia su Free Comic Book Day: "Siamo veramente felici di come la DC Comics stia gestendo tutto questo. La serie esplorerà come il DC Universe si sia presentato negli scorsi 35 anni fino ad ora e, cosa più importante, cosa sarà da adesso a cinque anni nel futuro".

Jurgens ha poi continuato a parlare del suo nuovo Aquaman and the Others, che parla di come questi personaggi saranno nel futuro dopo aver ricevuto i poteri noti come Atlantean. Lo scrittore ha specificato poi come ci siano dieci poteri e non tutti sono stati rivelati. E potrebbe anche essere che si sfiorerà anche Futures End, non si sa mai.

Successivamente prende la parola Chase, parlando di Action Comics dove attualmente viene pubblicata Prelude to Doomed, l'imminente storyline inerente Doomsday. Durante l'intervento è stata mostrata anche una scena dove Doomsday decapita un orso polare (un minuto di silenzio per il povero orsetto).

Passiamo ora a Kuder, il quale sta scrivendo attualmente Superboy, mentre Chase ha suggerito come Chase stia facendo cose veramente brutte a Jonathan Lane Kent. L'editore ha poi ritenuto opportuno specificare come al momento Kuder sia stroppo indaffarato per riuscire a star dietro a tutto, ma non è da escludere come possibilità nel futuro: riuscirà a scrivere una serie e a disegnarne un'altra in contemporanea?

Il microfono passa a Palmiotti e al suo Harley Quinn, disegnato fra l'altro dalla moglie, l'acclamata disegnatrice Amanda Conner: "Sapevamo che Harley era molto popolare; noi abbiamo approcciato il volume pensando che in fin dei conti amavamo questo personaggio, ma purtroppo c'erano così tante versioni differenti. Abbiamo cercato di realizzare un miscuglio di tutti quei personaggi". E anche qui i fan sono stati deliziati da una slide dove si vedere Harley rovinare uno spettacolo di burlesque: lei pensava che fosse reale. La particolarità di questo volume è che ovunque vi aspettiate di andare, non è quella la direzione dove finirete. Palmiotti ha poi anticipato l'uscita del one-shot Harley Quinn Invades Comic-Con: qui sei differenti artisti si sono divertiti a disegnare un capitolo ciascuno per ogni giorno dell'evento. Cunningham ha poi specificato che il volume è stato approvato dal Comic-Con International e si sono assicurati che tutti avessero recepito alla perfezione le istuzioni "Dovete essere sicuri che in ogni panel vengano indossati i badge: nessuno entra al Comic-Con senza badge!". Palmiotti ovviamente era al settimo cielo, non era sicuro che il progetto venisse approvato: "Penso che il trucco sia di non lasciare il tempo alle persone di dire di no". Jurgens chiede poi a Palmiotti se per caso Harley fosse andata a Tijuana, ma Palmiotti ribatte che non ne ha bisogno. E aggiunge sibillino: "E vi dirò che ci sono delle celebrità che appaiono, ma non si tratta di persone che sono famose per chi è al di fuori di questa stanza".

Palmiotti lascia poi stare per un attimo Harley Quinn e parla di Star-Spangled War Stories Featuring G.I. Zombie, volume che parlerà di un soldato americano che combatte in tutte le nostre guerre. La serie è frutto di una collaborazione con Justin Gray, mentre alle matite troviamo Scott Hampton. Si tratta di una storia che in parte è pazzia e in parte horror. Anche All Star Western ci permetterà di tornare al selvaggio West, dove Jonah Hex smaschererà un impostore che ha preso il suo posto: questa storia dovrebbe fare capolino sul numero #34 e sarà disegnata da Darwyn Cooke.

Palmiotti finalmente cede il microfono a Simone, il quale ci delizia con Batgirl: pare che ci aspetti una grande storia sul numero #32-34, storia su cui ha insistito fin da quando è iniziata l'avventura del New 52. Ci sono un sacco di cose da mostrare, cose che la gente ha chiesto insistentemente. Inoltre Barbara scoprirà di avere degli alleati insospettabili.

Ma ecco che Kuder sbuca a sorpresa nel panel, Cunningham rimette la slide dell'orso polare e scherza "Sono stato veramente tentato di inserire qui una lattina di Coca Cola". Intanto Kuder torna nel seminato sostenendo che una volta che terminerà l'arco di Superboy, si dedicherà a quello di Action. Per quanto riguarda quell'arco, Kuder ha detto che si concentrerà sul fatto che Jonathan Lane Kent sta morendo: anche se è stato accennato in altre storie, è arrivata l'ora di focalizzarsi su questo punto.

E giunge il tempo delle domande

Ma adesso Cunningham annuncia il momento delle domande. Un lettore chiede quando New 52 evolverà in store più complesse per quanto riguarda Superboy, dopo la semplificazione della continuity avvenuta con il reboot: Jurgens spiega che la semplificazione non faceva davvero parte del progetto e Simone che ribadisce che New 52 è più di un reframing di quel mondo.

Un altro fan chiede a gran voce la nascita di una serie su Poison Ivy, ma Simone lo delude subito: al momento non è prevista nessuna saga su di lei, tuttavia dovrebbe tornare come personaggio su Batgirl. Per quanto riguarda il ritardo di Forever Evil #7, è lo stesso Cunningham a spiegare che, avendo ormai raggiunto la fine, Geoff Johns ha scoperto di aver bisogno di più pagine. E quando qualche fan protesta per l'aumento del prezzo di copertina, ecco che la risposta è stata inevitabilmente che... si trattava di un volume più grande. Mentre non ci sono aggiornamenti su un ritorno delle serie animate, qualcuno chiede se ci sia in cantiere una serie su Shazam e Simone ribatte che è otto anni che chiedono sempre la stessa cosa. Qualcun altro chiede spiegazioni in merito ai cambiamenti del personaggio di Doomsday e Jurgens spiega che è un character difficile da rappresentare perché non parla e non pensa. E per quanto riguarda un servizio simile a quello digitale di Marvel Unlimited, pare che al momento non sia in programma, ma comunque stanno studiando qualcosa di simile.

E non ci sono neanche serie in cantiere per Deathstroke, tuttavia comparirà in New Suicide Squad di luglio. E per quanto riguarda Donna Troy, Cunningham sostiene che "La pazienza verrà premiata nel New 52", alludendo chiaramente al recente ritorno di Wally West in Flash Annual #2. Ed ora non vi rimane che leggere le novità relative ai panel del C2E2 dei Boom! Studios, di Daredevil e di Spiderman.

Via | Comicbookresources

Foto | Craveonline

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.