Temprism, nuova serie in arrivo per Mashito Soda di Capeta

Se siete fan di Capeta sarete felici di sapere che il suo autore Masashi Soda sta per pubblicare una nuova serie dal titolo Temprism. Nel video intanto potete vedere l'opening di Capeta.

Il numero di quest'anno della rivista Big Comic Spirits di Shogakukan ha annunciato ufficialmente che Masahito Soda, mangaka del famoso Capeta, sta per iniziare la serializzazione di un nuovo manga nel prossimo numero del magazine, quello che verrà venduto a partire dal 19 maggio 2014. Il titolo di questa serie sarà Temprism e la trama parlerà delle vicende di Tsunan, un principe che è stato abbandonato nel suo regno ormai perduto, Karan. Tsunan si aspetta che coloro che lo circondano siano in grado di risvegliare i suoi poteri sopiti in modo da far rivivere il regno, ma piuttosto che combattere Tsunan ama giocare nel mondo dei libri. Comunque sia Tsunan dovrà mettere la testa a posto ben presto, in quanto un nuovo esercito sta cercando di invadere Karan.

Storia di Capeta


Temprism

Capeta è uno shonen sportivo/comedy scritto e disegnato da Masahito Soda. La sua serializzazione era cominciata nel 2003 sulla rivista Gekkan Shounen Magazine di Kodansha ed è finita solamente lo scorso anno dopo trentadue tankobon. La serie non ha titoli alternativi e non vanta serie collaterali, tuttavia ha ispirato un adattamento anime televisivo di 52 episodi nel 2005-2006, realizzato dallo Studio Comet e andato in onda anche qui da noi in Italia sul canale Man-ga di Sky (fino a poco tempo fa se non ricordo male). Ricordiamo poi come Capeta abbia vinto il prestigioso premio nella categoria Best Shonen nei Kodansha Manga Awards 2005 (qui troverete invece tutti i vincitori dei Kodansha Manga Awards 2014).

La trama di Capeta di Masahito Soda racconta la storia di Taira Capeta, un ragazzo che ha perso la madre quando era molto piccolo. Anche se di fronte al padre finge di essere un duro, in realtà si sente molto solo. Un giorno il padre porta parti di spazzatura a casa dal suo posto di lavoro e con esse costruisce un kart da corsa. Ecco che allora Capeta e il padre vanno al circuito per guidare il kart. Capeta scopre ben presto che il suo telaio è piegato e quindi in teoria non può correre dritto, ma grazie al suo talento innato e alla sua tecnica riesce brillantemente a gestire il kart. E non solo: è riuscito a stare dietro al kart più veloce ed è stato quasi sul punto di superarlo, nonostante il kart danneggiato e artigianale. Il conducente del kart più veloce era Minamoto Naomi, il campione del Giappone orientale nella categoria Junior Kart. Ecco che allora la madre di Naomi, Minamoto Nanako, consiglia a Capeta di prendere parte alle gare ufficiali.

Via | AnimeNewsNetwork

Foto | Mangahere

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.