Juana Knits the Planet, ecco il fumetto più piccolo del mondo

Dopo il fumetto più costoso, quello più venduto, quello più bello e quello più lungo del mondo … povera mancare il più piccolo?

Vi piacciono le cose strane e stravaganti? Allora quella del fumetto più piccolo del mondo è la storia che fa al caso vostro! Ebbene si, a quanto pare “Juana Knits The Planet”, fumetto ad opera di Claudia Puhlfürst, sarebbe a tutti gli effetti il più piccolo fumetto del mondo, talmente piccolo da essere stato addirittura inciso su un capello umano! Per riuscire a trasporre il fumetto sul capello pare sia servita una tecnologia avanzata nota come “Focused Ion Beam”, che mediante l’impiego di un laser molto fine, avrebbe permesso di intagliare la striscia a fumetti di dimensioni microscopiche.

Il motivo di una simile impresa? Quello di promuovere la tecnologia che sarà presentata in occasione dell’imminente Ehsm (Exceptional hardware software meeting), che si terrà in Germania, dal 27 al 29 Giugno 2014.

Curiosità sul fumetto più piccolo del mondo

Juana Knits The Planet

Come dicevamo, la striscia dal titolo “Juana Knits The Planet” è stata creata da Claudia Puhlfürst, ed è visibile solamente mediante l’utilizzo di un microscopio. Come potete vedere nel video all’inizio dell’articolo, protagonista del brevissimo fumetto è una ragazzina dai capelli lunghi che compie delle “attività ricreative”.

Ora, dobbiamo ammettere che la trama del fumetto non è esattamente chiarissima, ma è innegabile che si tratta senza dubbio di una striscia che desta molta curiosità, non trovate anche voi?

Insomma, accanto al fumetto più venduto del secolo, quello più longevo d'Italia, e quello più costoso, non poteva proprio mancare il più piccolo, non trovate anche voi?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Comicsalliance
Foto | YouTube

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.