Naruto, spoiler capitolo 676

Svolta molto importante quella che accade nel capitolo 676 di Naruto, dove Masashi Kishimoto ha sicuramente aperto le danze ad un processo narrativo che ci porterà inevitabilmente al vero e proprio scontro finale della serie...

Noi, come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di Naruto, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 675 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 676.

Riassunto e spoiler del capitolo 675 (link)

Spoiler capitolo 676

Madara esce dalla dimensione del Kamui insieme ad Obito e, aprendo entrambi gli occhi, l'Uchiha rivela ai presenti che è riuscito finalmente ad entrare in possesso anche del Rinnegan sinistro! Il nemico è quindi riuscito ad avere il potere che desiderava tanto e, rivolgendosi a Naruto, Sasuke, Sakura e Kakashi, Madara dice loro che se moriranno tutti insieme potranno dire d'aver fatto "gioco di squadra". Kakashi, notato che Madara è riuscito ad avere il Rinnegan sinistro, pensa tra se e se che la parte inferiore del suo corpo sta cedendo, e che potrebbe non riuscire ne a combattere ne a scappare. Naruto invece, vedendo che Obito sembra così "accondiscendente" nei confronti di Madara, si rivolge direttamente all'Uchiha chiamandolo per nome...purtroppo, per sua sorpresa, Obito ormai ha ceduto la sua mente e il suo corpo allo Zetsu Nero che, con estrema arroganza, dice ai ragazzi che l'Uchiha sperava con tutto il cuore di poter essere d'aiuto alla causa di Naruto, pregando che loro stessero bene e che le cose si risolvessero nel migliore dei modi.

Madara si guarda un po' in giro e Sakura, che non gli ha tolto gli occhi di dosso per un momento, pensa a come possono fare lei e gli altri a contrastare un'arte così potente come quella del Rinnegan. Ripensando a Naruto e Sasuke e al fatto che è riuscita finalmente a riappacificarli, Sakura attiva il Byakugo e, lanciandosi a gran velocità verso Madara, dice agli amici che proverà a distrarlo mentre loro cercheranno di attaccarlo. L'intento di Sakura è quello di evitare che Naruto e Sasuke si allontanino di nuovo e, lanciandosi direttamente contro il nemico, la ragazza spera che i due amici possano trovare lo stimolo necessario per abbattere un nemico così potente. Madara riesce facilmente ad infilzare Sakura con una delle sue barre nere, ma il Byakugo permette alla ragazza una rigenerazione istantanea e quindi, seppur ferita gravemente, la kunoichi può attaccare direttamente il nemico. Madara riconosce subito la tecnica di Tsunade e, nonostante Sakura provi ad attaccarlo direttamente con uno dei suoi terribili pugni, il colpo si ferma a pochi centimetri dalla faccia del nemico...come se una barriera invisibile lo proteggesse. Anche Sasuke e Naruto provano ad attaccare Madara e, mentre l'Uchiha continua a sferrare colpi potentissimi al nemico, il figlio di Minato prende Sakura per la cintola e la porta a distanza di sicurezza. Sakura dice a Naruto che lei sta bene e, guardando Sasuke, la ragazza pensa se all'Uchiha importa qualcosa di lei e della loro amicizia...

Sasuke chiama Naruto e questo, capendo subito cosa vuole dire l'Uchiha, risponde dicendo che Madara si sta moltiplicando. Sakura scopre qui che l'occhio sinistro di Sasuke si è tramutato in un Rinnegan che, per fortuna, da al ragazzo la possibilità di vedere che Madara ha creato altre quattro copie "oscure". Madara, tracotante di arroganza e sicuro di se stesso come non mai, dice ai ragazzi che ormai il palco è pronto e, levitando fino ad arrivare a parecchi metri di altezza, inizia ad usare una tecnica molto simile a quella che ha usato nel combattimento contro i cinque Kage...solo che stavolta, invece di staccare e lanciare solo due massi giganti, Madara vuole lanciare sul campo di battaglia porzioni enormi di terreno! Sakura è impressionata dal potere del nemico e Gaara, insieme ad altri shinobi, dice di andarsene e di lasciare lo spazio di manovra a Naruto e gli altri...

Sasuke chiede a Naruto di prestare attenzione alle copie oscure di Madara e di non lasciarsi distrarre dalla tecnica che questo sta usando anche se, proprio mentre l'Uchiha sta facendo discendere le porzioni di terreno/roccia sul campo di battaglia, le copie oscure del nemico si muovono minacciosamente verso i tre shinobi. Naruto crea quindi dei Kage Bushin che vanno a scontrarsi contro le copie mentre Sasuke, attivando il suo Susanoo, vola in direzione del nemico. Avendo le copie che combattono per lui, Naruto chiede a Kurama di prestargli il suo potere per creare un Rasengan infuso con il chakra della volpe e, mentre Sasuke affetta tutte le rocce una dopo l'altra, l'amico lancia l'enorme palla di chakra verso il cielo per provare a rendere il procedimento più veloce. I due riescono a lavorare molto bene in coppia, e Sakura si accorge subito che gli amici sono in grado poter tenere un po' testa a Madara...

Ma distratti dalle rocce e dalle copie oscure, Naruto e gli altri non si sono accorti che Madara sembra essersi avvicinato alla Luna e, staccandosi i corni dalla testa, lo shinobi ricorda le parole scritte sulla stele degli Uchiha: "...quando colui che ha risvegliato il potere del Rinnegan si sarà avvicinato alla Luna, un occhio si aprirà guardando in direzione dell'astro, dando vita a un sogno senza fine". E paradossalmente, quanto scritto sulla Stele degli Uchiha si è rivelato esatto perché, appena Madara si avvicina alla Luna, un terzo occhio si apre proprio in mezzo alal fronte dell'uomo! Apertosi completamente l'occhio, Madara pronuncia la formula di attivazione dello Tsukuyomi Infinito che, a quanto pare, è stato ormai lanciato...

Madara ce l'ha fatta? Lo Tsukuyomi Infinito è stato attivato senza problemi? E cosa succederà adesso?

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.