Billy Bat, sta per ricominciare il seinen di Naoki Urasawa

Siete pronti? Sta per ricominciare la pubblicazione del seinen sovrannaturale/storico Billy Bat di Naoki Urasawa e Takashi Nagasaki. Nel video intanto potete vedere una recensione di questa serie.

Vi ricordate che un po' di tempo fa vi avevamo detto che il seinen sovrannaturale/storico Billy Bat, quello scritto da Naoki Urasawa e Takashi Nagasaki e disegnato dal solo Naoki Urasawa era andato in pausa? Ebbene, adesso il 25esimo numero di quest'anno della rivista Morning di Kodansha ha annunciato ufficialmente che la pausa è finita e che la serie tornerà ad essere pubblicata regolarmente (più o meno) a partire dal prossimo numero del magazine, quello in vendita a partire dal 29 maggio 2014. Billy Bat, pubblicata in Italia da GP Manga, già in precedenza l'anno scorso era stata bloccata da maggio fino ad agosto, salvo poi riprendere le pubblicazioni regolari (la serie è diventata settimanale sin dal 2012) e far uscire in Giappone il 13esimo tankobon a novembre 2014. Continua a rimanere avvolta nel mistero la causa di queste sospensioni.

Storia di Billy Bat


Billy Bat

Billy Bat nasce come un seinen storico/psicologico/sovrannaturale/mystery. Scritto da Takashi Nagasaki e Naoki Urasawa e disegnato dal solo Naoki Urasawa, la sua serializzazione è iniziata nel 2008 sulla rivista Morning di Kodansha. Attualmente sono stati realizzati 14 tankobon: la serie è ancora in corso d'opera, ma come abbiamo visto fa spesso delle pause. La serie non è ancora arrivata nei paesi di lingua inglese, mentre in Italia viene pubblicata da GP Manga, non ha titoli alternativi e non vanta ancora serie collaterali.

La trama di Billy Bat è una specie di fumetto nel fumetto. Il vero protagonista è un artista giapponese-americano di nome Kevin Yamagata che disegna la serie Billy Bat per la Marble Comics. Due detective del mondo reale, che assomigliano sospettosamente a Stanlio e Ollio in versione Dick Tracy (praticamente hanno abiti d'epoca e anche il trench), bussano alla porta della stanza di Kevin per poter cominciare la sorveglianza di una stanza vicina a quella del nostro protagonista.

Uno dei due detective, il magro "Stanlio", legge il lavoro di Kevin e si scopre che è un fan sfegatato di Billy Bat. L'altro detective, "Ollio", si mette così anche lui ad osservare una pagina del fumetto e sostiene che i personaggi abbiano un'aria stranamente famigliare, finendo per accusare Kevin di aver tradotto un vecchio fumetto giapponese. Ma non appena "Ollio" ricorda il fumetto al quale Kevin si starebbe illecitamente ispirando, ecco che facciamo un balzo nel tempo nella Tokyo del 1949...

Via | AnimeNewsNetwork

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.