X-Men film, Quicksilver tornerà in X-Men: Apocalypse

Neanche il tempo di vederlo in azione su X-Men: Giorni di un Futuro Passato che Quicksilver, figlio di Magneto e personaggio tra i protagonisti del film, è stato già confermato per X-Men: Apocalypse!

A riconfermare il ruolo che Evan Peters (il Quicksilver scelto dalla 20th Century Fox) avrà in X-Men: Apocalypse è Simon Kinberg, scrittore e produttore di X-Men: Giorni di un Futuro Passato e figura di spicco della casa di produzione cinematografica americana. La notizia è molto importante perché, come ben sapete, tra la 20th Century Fox e i Marvel Studios c'è una guerra silenziosa proprio a causa del personaggio di Quicksilver che, insieme al resto degli Avengers scelti da Joss Whedon per il ritorno del supergruppo sul grande schermo, sarà protagonista di Avengers - Age of Ultron. E visto che il secondo capitolo delle avventure cinematografiche dei Vendicatori uscirà solo nel 2015, l'unico Quicksilver che possiamo giudicare oggi è quello che andremo a vedere tra qualche giorno al cinema...ovvero, quello interpretato da Peters! L'attore americano sarà sicuramente felice di sapere che Kinberg ha deciso di volerlo ancora nel ruolo di Quicksilver in X-Men: Apocalypse, ma credo proprio che i Marvel Studios avranno pronti una contromossa efficace per questo annuncio a sorpresa...

Quicksilver contro Quicksilver: chi vincerà?

HBO's "The Normal Heart" Premiere

La notizia della probabile riconferma di Quicksilver anche in X-Men: Apocalypse sarebbe passata in secondo piano se, come ho detto, i Marvel Studios non avessero inserito il personaggio in Avengers - Age of Ultron, sequel del film campione d'incassi che la Disney ha prodotto insieme agli studios della casa editrice americana. E invece, avendo qui due Quicksilver provenienti da due film totalmente diversi e da due studi di produzione assolutamente "non compatibili", è bene capire perché la notizia è stata data ora e se questa potrebbe avere delle ripercussioni su un franchise piuttosto che sull'altro. Intendiamoci: i Marvel Studios non rinunceranno mai alla possibilità di inserire Quicksilver in Avengers - Age of Ultron e, come ben sapete, le prime immagini sul personaggio circolano già da qualche tempo. Allora perché Simon Kinberg ha deciso di annunciare il ritorno di Quicksilver in X-Men: Apocalypse proprio quando nelle sale cinematografiche di tutto il mondo sta per sbarcare X-Men: Giorni di un Futuro Passato?

Credo che Kinberg, da furbone, abbia deciso di mettere in risalto la figura di Evan Peters per far si che i potenziali spettatori si concentrino sul personaggio e, quando uscirà Avengers - Age of Ultron, questi saranno quindi "costretti" (o meglio, incuriositi) a notare con attenzione anche il Quicksilver marveliano per un giusto raffronto. Sarà quindi compito di Aaron Taylor-Johnson (presente in questi giorni nelle sale cinematografiche con Godzilla) cercare di convincere gli spettatori che il Quicksilver da lui interpretato sarà migliore di quello portato sul grande schermo da Peters, ma così facendo Kinberg ha messo molta pressione sul giovanissimo attore britannico, che qui dovrà fare molta attenzione alla sua prestazione. Un vero "colpo basso" da parte di Kinberg, che è sicuramente informato del fatto che Avengers - Age of Ultron è ancora in lavorazione...

A questo punto è chiaro che, con una semplice dichiarazione, Kinberg potrebbe aver scatenato un Butterfly Effect di quelli potenzialmente devastanti, ma è anche vero che noi non abbiamo ancora visto X-Men: Giorni di un Futuro Passato e quindi, fino a quel momento, nessuno potrà dire se Peters ha recitato bene oppure no. Kinberg ha quindi giocato d'anticipo, azzardando una mossa potenzialmente letale...funzionerà?

via | Spinoff Online

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.