One Piece, spoiler capitolo 748

Capitolo molto divertente e simpatico questo 748 di One Piece, dove Eiichiro Oda fa una svolta carina alla struttura della saga per permetterci di gustare al meglio i nuovi scontri!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 747 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 748.

Riassunto e spoiler capitolo 746 (link)

Spoiler capitolo 747

Rufy si è fatto beffe della voce di Pica e, ridendo a squarciagola, il capitano dei Mugiwara ha provocato l'ira dell'agente di Doflamingo, che sembra qui intenzionato a fare a brandelli il pirata! Nonostante tutti i sottoposti di Doflamingo cerchino di dire a Rufy di smetterla, il ragazzo sembra davvero troppo divertito dalla cosa e, quando Pica vede dove si trova "Cappello di Paglia", l'enorme agente di Doflamingo carica un pugno diretto proprio verso la zona da dove provenivano le risa. Il problema è che Pica è davvero enorme e, come fanno notare gli altri agenti di Doflamingo intervenuti sul posto, il pugno che sta per scagliarsi addosso a Rufy equivale (almeno nelle dimensioni) a una città che crolla dal cielo. Zoro prova a sgridare Rufy per quello che ha fatto, ma anche lo spadaccino sembra divertito dalla voce buffa di Pica e, cercando a stento di trattenere le risate, questo fa si che il suo discorso faccia acqua da tutte le parti! Rufy dice a Zoro che la cosa è davvero troppo divertente ed entrambi, dimostrato che sono un po' "idioti", vengono puntualmente redarguiti da Law...

Il pugno di Pica si scaglia con tutta la sua potenza sul Dressorsa, facendo saltare in aria palazzi ed edifici come se fossero di cartone. L'urto è devastante e sia Rufy (che ha ancora in spalla il povero Law) e Zoro vengono scagliati a parecchi metri di distanza dal luogo della "caduta". Dopo essersi ripresi dalla botta, Rufy e gli altri pensano a come abbattere Pica che, e il paragone sembra qui esatto, è diventato grosso almeno quanto Oars (il gigante che ha combattuto insieme a Rufy nella battaglia di Marineford). Ma a un certo punto, un losco figuro si pianta proprio alle spalle di Rufy: è Cavendish! Il pirata sembra riconoscere Rufy e Zoro e, quando vede Law, prova a colpirlo con un fendente in preda alla rabbia più furiosa! Rufy riesce a salvare Law e, dicendo che adesso "Traffo" è suo amico (nonostante quest'ultimo lo neghi con tutte le sue forze), il capitano dei Mugiwara chiede a Cavendish se nutre ancora dell'odio nei suoi confronti. Cavendish risponde dicendo che non ha più nulla contro i Mugiwara perché, proprio grazie al "Dio Usopp", egli ha ritrovato le sue sembianze umane. Rufy è felice di sapere che Cavendish ha una considerazione così alta di Usopp e, mentre il pirata prova a ridare il cappello a Law (un gesto fatto solo per avere la possibilità di decapitare il pirata, reo di avergli rubato la sua amata "popolarità"), quest'ultimo rifiuta l'offerta recuperando comunque il suo amato copricapo (trovato da "Cabbage" davanti all'ingresso del Colosseo). Cavendish dice quindi a Rufy che, per ripagarlo del bel gesto fatto da Usopp, egli andrà a prendere la testa di Doflamingo personalmente e, spavaldo come sempre, dice al capitano e agli altri di andarsi a nascondere. Rufy risponde dicendo che deve ripagare Rebecca per il cibo che gli ha offerto e quindi, per il momento, l'unico che può ambire alla testa di Doflamingo è lui. Ne nasce un battibecco dove, ovviamente, Cavendish rivela che uccidere Doflamingo aumenterà a dismisura la sua popolarità, facendolo diventare molto più famoso di quanto non lo sia già...

Intervengono qui anche Don Chinjao, Sai e Boo e Rufy, spaventato dall'enorme patriarca, prova a scappare prima che questo possa attaccarlo. Ma Don Chinjao non ce l'ha più con la sua famiglia ed anzi, insieme ai suoi nipoti, l'anziano comandante rivela che il loro intento originale era quello di fermare i traffici illegali di Doflamingo...e quale modo migliore per farlo se non quello di prendere la sua testa? Don Chinjao vuole anch'egli ringraziare il "Dio Usopp" per l'aiuto, ma Rufy rifiuta categoricamente dicendo che la testa di Doflamingo è sempre affar suo! Ma uno dopo l'altro, tutti i partecipanti più forti della Battle Royale a cui ha partecipato Rufy si offrono di dare il loro aiuto al capitano dei Mugiwara: il gigante Hajrudin (che ha tenuto "fisicamente" tra le mani il "Dio Usopp"), Re Elizabello II e Dagama (intenzionati a ripagare il debito di fiducia nei confronti di Re Riku), gli assassini Abdullah e Jeet (che sono stati "investiti dalla luce del Dio Usopp", convertendosi), il Grandammiraglio Orlumbus, i combattenti Ideo e Blue Gilly e il cacciatore di teste Boia Suleiman sono tutti vogliosi di uccidere Doflamingo...e vogliono tutti farlo prima di Rufy! Zoro chiede quindi a tutti se vogliono aiutare i Mugiwara a liberarsi di Doflamingo una volta per tutte e, notato che questi vogliono solamente fare a gara a chi ucciderà prima lo Shichibukai, lo spadaccino esclama sconsolato che ognuno di questi "stramboidi" è dotato di un ego pressoché enorme!

A un certo punto, mentre Rufy tiene a precisare con gli astanti che sarà solo lui a prendere la testa di Doflamingo (scatenando una ridda di reazione avverse, tutte motivate dagli astanti con quello in cui credono), spuntano dal nulla alcuni individui che vengono subito riconosciuti come ex-giocattoli e che, vedendo Rufy e gli altri, sono intenzionati a farli fuori per intascare le taglie. Furiosi per l'ingratitudine mostrata, Hajrudin e gli altri abbattono gli ex-giocattoli dimostrando fedeltà alla causa del "Dio Usopp" e, in mezzo alla folla, Rufy ritrova il suo amico Ucy, il toro che ha cavalcato durante la Battle Royale. L'animale sembra riconoscere Rufy e, guardandolo, il toro si dimostra felice di rivedere il pirata...

Intanto, a Piazza Giocattolo, i sottoposti di Doflamingo stanno cercando i cadaveri di Rufy e degli altri, convinti che il pugno di Pica li abbia uccisi o comunque schiacciati. L'agente ordina ai sottoposti di cercare con attenzione perché, se questi fossero sopravvissuti, lui dovrà proteggere Doflamingo dall'attacco dei pirati personalmente. Uno degli scagnozzi vede avvicinarsi qualcosa da lontano e, diradato un po' il fumo causato dal pugno di Pica, questo nota che c'è un uomo a cavallo di una mucca: è Rufy! Questo tende quindi il fucile verso il pirata per provare a colpirlo, ma nota che dietro al pirata sta avvenendo qualcosa di strano: un sacco di uomini si sono uniti a lui e, mentre Rufy fatica a contenere la furia omicida dei vari partecipanti alla Battle Royale, i soldati di Doflamingo contano disperati il numero di persone "pericolose" che si sono unite alla causa dei Mugiwara! Pica dice che possono essere anche trecento, il numero non conta...lui li spazzerà subito via con uno dei suoi pugni devastanti! Quello che Pica non sa è che sia Don Chinjao che Re Elizabello sono pronti a contrattaccare e, quando l'agente sferra il suo colpo, questi reagiscono contrastando la "manata" dell'enorme uomo di pietra distruggendo parte del suo braccio!

Mentre Elizabello (che ha usato una versione "leggera" del suo pugno) e Don Chinjao si occupano di Pica, Rufy e il resto dei partecipanti alla Battle Royale si avviano verso il Palazzo Reale...ma Pica lo permetterà?

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.