Iron Man, Kireon Gillen abbandona la testata

Sembra che alla Marvel abbiano dimenticato di citare qualcosa di molto importante nelle socilitations per i nuovi titoli che andremo a leggere nei prossimi mesi: la dipartita di Kireon Gillen da Iron Man!

Proprio ieri sera, tramite un post sulla sua pagina ufficiale di Tumblr, l'autore britannico ha annunciato che non farà più parte del team creativo della testata dedicata ad Iron Man, che qui sta vivendo un momento molto importante della sua nuova genesi. Kireon Gillen ha quindi specificato che lascerà la testata tra la conclusione di Original Sin: Iron Man vs. Hulk e Rings of the Mandarin, storie che la Marvel pubblicherà il mese prossimo. Ma perché Gillen ha deciso di abbandonare così presto la guida artistica di Iron Man? L'autore ha dichiarato che la Marvel gli ha offerto una proposta molto allettante e, viste le enormi prospettive che il progetto sembra offrire a Gillen, questo ha deciso di abbandonare Iron Man per concentrarsi solo ed esclusivamente su questa nuova avventura lavorativa. E con Gillen, gli autori "di peso" che lasciano le testate di punta della Marvel sono saliti a tre: a far buona compagnia al bravo Kireon ci sono infatti Mark Waid e Warren Ellis, che nei giorni scorsi hanno annunciato di voler lasciare al loro destino due testate di peso quali Hulk e Moon Knight. Ma cosa sta succedendo alla Marvel? Perché gli autori scelgono di abbandonare le testate così in fretta?

Scrivere fumetti per la Marvel: troppo faticoso?

Iron-Man-Hulk-Original-Sin-Marvel-Comics

Fermo restando che ogni autore dev'essere assolutamente libero di scegliere cosa voler fare e cosa no (e questa mi sembra abbastanza giusto ed onesto, visto che sono proprio loro a mandare avanti la carretta), il fatto che ben tre degli autori di punta della Marvel si siano dedicati ad altro pur di rimanere sulle testate a cui erano stati assegnati è un dato che fa riflettere. Spesso vi ho parlato di come gli editor delle grandi case editrici americane cerchino di tenere sempre sotto controllo ogni aspetto delle storie che andremo a leggere e, avendo a che fare con persone molto creative e piene di idee, figure professionali come quelle ricoperte da Axel Alonso o Joe Quesada devono sempre cercare di fungere da ponte tra le direttive editoriali e la creatività dei propri autori. Pensate solamente a questo: la storia di Original Sin, l'ultimo crossover che la Marvel sta per pubblicare, era stata presentata come un soggetto "in divenire" ben tre anni fa e, prima di arrivare tra le mani di Jason Aaron (che ha completato il soggetto e presentato le prime sceneggiature), questa è dovuta passare tra le scrivanie di tutti gli editor marveliani...

Questi processi sono, oltre che lunghissimi, anche decisamente logoranti sia per gli editor che per gli autori che, avendo magari una buona idea per una nuova saga dedicata a un personaggio marveliano (di cui i diritti, è bene ricordarlo, appartengono sempre alla casa editrice), devono aspettare un tot di tempo prima di sapere se il loro progetto è stato approvato oppure no. E guai a provare a inserire un nuovo personaggio perché, quasi automaticamente, i diritti per la pubblicazione delle storie verranno subito acchiappati dalla Marvel "per contratto" anche se, e qui è bene specificarlo, sembra che la casa editrice americana stia attuando delle modifiche affinché anche gli autori possano godere di piccoli contributi derivanti dalle loro opere di ingegno.

Spero che la Marvel faccia qualche passo in avanti e che possa conciliarsi con i propri autori che, come ho detto, sono quelli che insieme ai disegnatori portano avanti le testate della casa editrice americana. Ah, se vi state chiedendo perché ho messo il video di Avengers in cui Hulk salva Iron Man, beh...leggete quello che ha combinato Gillen su Original Sin: Iron Man vs. Hulk e lo capirete!

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.