Takehiko Inoue, l'autore di Vagabond aiuta i giapponesi a realizzare un washi da record!

Da queste parti adoriamo tutti Takehiko Inoue e, sapendo che quest'ultimo si è reso protagonista di una iniziativa abbastanza curiosa, abbiamo deciso di rendervi partecipi della sua ultima performance...

Mai avrei immaginato che Takehiko Inoue, che certamente non è uno che si tira indietro difronte alle sfide, avrebbe accettato di fare qualcosa di così enorme e straordinario...e invece, ancora una volta, sono stato smentito dai fatti: il mangaka giapponese ha aiutato venti connazionali a creare un foglio di washi (carta giapponese di cui vi parlerò dopo) da record...ben 3,3 x 10,70 metri! L'impresa è stata compiuta alla Ueyama Paper Mill di Echizen, città della prefettura di Fukui conosciuta ed apprezzata proprio per la produzione di washi. Ma perché Inoue ha deciso di aiutare gli artigiani della carta di Echizen a preparare un foglio così grande? Come sapete (ne abbiamo parlato anche in passato), Inoue ha girato in lungo e in largo la Spagna (è stato anche ambasciatore per il Giappone nella penisola iberica) appassionandosi alle opere di Gaudí, tanto da aver realizzato un libro interamente dedicato ai suoi diari di viaggio. L'amore per Gaudí e le sue opere ha ispirato qui una mostra, intitolata Gaudí x Takehiko Inoue - The Source of Synchronized Creativity che, apprendiamo da Anime News Network, l'autore e disegnatore giapponese aprirà il 23 luglio 2014 al Mori Arts Center Gallery di Roppongi, quartiere di Minato (che, a sua volta, è un quartiere speciale di Tokyo). E cosa farà Inoue con quell'enorme foglio di washi? Indovinate un po'...

Un Washi da record per Takehiko Inoue

Takehiko-Inoue-Anime-News-Network

Ma concretamente...cosa se ne fa Takehiko Inoue di un washi grosso 3,3 x 10,70 metri? Ovviamente l'autore proverà a disegnare qualcosa su quest'imponente foglio di carta artigianale, ma come ha detto lo stesso Inoue, sarà molto difficile avere una visione completa di quello che andrà a realizzare su uno spazio così grande. Inoue ha comunque dichiarato di voler cercare un "dialogo" con questo washi da record (credo che possa tranquillamente entrare nei Guinness World Record) e, avendolo davanti agli occhi, sono sicuro che l'autore riuscirà a tirar fuori qualcosa di meraviglioso ispirandosi alle opere dell'immortale Gaudí. Il bello è che Inoue ha partecipato personalmente alla realizzazione di questo washi, dimostrandosi molto umile e allo stesso tempo servizievole. Bravo Inoue!

Sono sicuro che ora vi starete chiedendo cos'è esattamente il washi e come si fabbrica questa carta artigianale molto pregiata...beh, cercherò di riassumere le varie fasi della realizzazione di un foglio di washi in pochi passi! Partiamo dagli ingredienti: il Gelso da Carta (Broussonetia papyrifera), il Gampi (Diplomorpha Sikokiana), il Drago Rosso (Edgeworthia Papyrifera) e la Euonymus Sieboldianus sono le piante da cui si estraggono le fibre per creare i fogli di carta, ma talvolta vengono usate anche le fibre di riso, bamboo, canapa e frumento. Dopo esser state bollite, le fibre vegetali vengono private della corteccia residua e divise in piccoli filamenti, che saranno poi lasciati ad essiccare. Questi filamenti verranno poi bolliti, rilavati, sbiancati e ripassati per togliere le ultime impurità. Infine, dopo tutto questo lavoro, le fibre sono pronte per il passaggio finale, dove avviene la produzione del washi vero e proprio.

Ho postato un video trovato su Anime News Network che mostra i vari procedimenti quindi, se vi ho incuriositi, potete darci un'occhiata. Ho scoperto che il washi ha tantissime qualità, e viene usato anche qui da noi per alcuni lavori "di fino"!

via | Anime News Network

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.