Orfani n. 9 Freddo come lo spazio, la recensione del fumetto di Recchioni, Cavenago e Dell'Edera

Comicsblog vi offre in anteprima la recensione dell'albo Orfani n.9 - Freddo come lo spazio, realizzato per la Sergio Bonelli Editore da Roberto Recchioni, Gigi Cavenago e Werther Dell'Edera.

Orfani ha compiuto un balzo qualitativo in avanti definitivo. La trama della serie di fantascienza a colori più discussa dell'anno ha raggiunto un punto di svolta cruciale e per questo gli autori hanno potuto "rilassarsi" offrendo un nuovo capitolo dove l'azione è predominante, ma c'è spazio per l'analisi di contorti giochi di squadra. Questo è il sunto di quanto leggerete nella nostra recensione in anteprima dell'albo Orfani n.9, intitolato Freddo come lo spazio, pubblicato dalla Sergio Bonelli Editore, scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Gigi Cavenago e Werther Dell'Edera.

Trama

bonelli orfani 9

Freddo come lo spazio è una storia molto più lineare delle precedenti. Il passato viene utilizzato per mostrarci le prime conseguenze della catastrofe che ha sconvolto il mondo e che ha avvicinato le grandi potenze mondiali, pronte a tutte pur di nascondere la grande bugia ai civili. Nel caos generale crescono a suon di pugni gli Orfani, chiamati a misurare le proprie qualità e a sperimentare le nuove tute in una divertente "caccia a Ringo". Purtroppo, nel futuro, questa caccia si rivelerà più spietata che mai, poiché Ringo e Juno hanno intenzione di tradire il gruppo per rivelare al mondo quanto scoperto in Orfani n.8 War Pigs. Jonas, Raul e Sam si mettono sulle loro tracce per obbedire agli ordini, ma le loro azioni comprometteranno per sempre quel feeling (talvolta solo professionale) costruito per anni con i compagni.

Soggetto e sceneggiatura

orfani b

Il parallelismo tra passato e presente è sempre più forte. Da una parte Roberto Recchioni costruisce la grande bugia, dall'altra la distrugge. Da una parte rafforza un gruppo impossibile da comporre, dall'altra lo annienta del tutto, lasciando emergere definitivamente le personalità dei protagonisti, chiamati a prendere decisioni drastiche nel momento più stressante della loro vita. La storia si apre con una panoramica sulla gente, su chi non si arrende e non accetta l'arroganza dei governi che hanno saputo insabbiare l'impossibile. I riflettori si spostano veloci sui giovani Orfani, che vengono messi alla prova in un gioco di inseguimenti avvincente. Il "tutti contro Ringo" è in realtà un "tutto contro tutti", il quale fa dimenticare presto la parentesi festosa dedicata alla tecnologia avanzata aggiunta alle nuove tute da combattimento.

Il passato è passato, ma è proprio in esso che il presente affonda le sue radici. Per questo non stupisce la reazione dei singoli protagonisti, che si ritrovano ad affrontarsi come fossero nemici, forzandosi a dimenticare sentimenti di amicizia e amore, frantumando ricordi sereni (la mente vola immediatamente alla scene d'amore posta a metà dell'albo) e sogni. Ringo e Juno contro Jonas, Raul e Sam è una sfida che diverte, esalta e, talvolta, uccide.

Disegni

Quest'albo propone due coppie di disegnatori e coloriste: Gigi Cavenago e Alessia Pastorello si sono occupati di illustrare il passato degli Orfani, mentre Werther Dell'Edera e Giovanna Niro hanno disegnato il presente. Non è stato eguagliato il lavoro magistrale fatto da Davide Gianfelice su Orfani n. 8 War Pigs. Comunque la testata rimane sempre su buoni livelli da un punto di vista grafico. Mentre le tavole di apertura illustrano dettagliatamente il caos generale creatosi nel mondo e le tavole di chiusura sono limpide e poetiche, la sequenza della caccia a Ringo appare più svogliata e meno complessa, vista anche un'ambientazione più spoglia dettata dalla trama e una colorazione volutamente elementare. Il dinamismo resta ottimo, soprattutto nei combattimenti. Alcune incertezze si riscontrano nella seconda parte dell'opera, ma che vengono immediatamente oscurate da sequenze spettacolari e di azione pura.

Vi consigliamo di sfogliare la nostra gallery con le tavole in anteprima di Orfani n.9 per godervi il risultato portato a casa dal team artistico.

Copertina e scheda tecnica

orfani c

Massimo Carnevale questa volta ha pensato allo spazio profondo, affogando i protagonisti nel cielo nero e sottolineando il loro tentativo disperato salvare l'umanità, restando aggrappati alla verità. La tavola è epica, forte e richiama la grande fantascienza, strizza l'occhio alle grandi odissee che hanno segnato per sempre il mondo del cinema.

Scheda tecnica Orfani n.9

    Uscita: 14/06/2014
    Soggetto e sceneggiatura: Roberto Recchioni
    Disegni: Gigi Cavenago e Werther Dell'Edera
    Copertina: Massimo Carnevale
    Colori: Alessia Pastorello e Giovanna Niro
    Formato: tipico Bonelli
    Prezzo: 4,50 euro

Giudizio finale

orfani d

Con Orfani n. 9 Freddo come lo spazio si ha la sensazione che ci stiamo avvicinando ad un'epica conclusione che rivoluzionerà tutto quello che è stato descritto fino ad oggi. Alcuni elementi finiranno per esaurirsi, come estremo sacrificio per dare alla saga una seconda vita. In questo numero si è capito chiaramente chi sono i veri protagonisti ed il loro conflitto interno ha reso la serie ancora più avvincente. Ci troviamo sicuramente di fronte ad un albo di passaggio, dove però non mancano sorprese e piccole svolte, anche difficili da digerire.

Cosa ci piace - Cosa non ci piace




Cosa ci piace
Cosa non ci piace


  • L'azione pura

  • Le scelte spietate dei protagonisti

  • La sfida annunciata nella tavola conclusiva




  • Disegni un livello sotto a quelli dell'albo precedente

  • La storia del passato perde il confronto con quella del presente

  • Rinunciare ad un personaggio così presto



    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.