Jigoku Sensei Nube, live action in vista per il fumetto

La serie a fumetti “Jigoku Sensei Nube” potrebbe presto diventare un drama live action.

Jigoku Sensei Nube, fumetto ad opera di Makura Shou e Okano Takeshi, potrebbe presto diventare un drama live action. A riportare la notizia sarebbe stato il sito giapponese Cyzo, secondo cui il nuovo drama dovrebbe uscire in Giappone entro il mese di Ottobre 2014 sul canale NTV. Secondo le prime indiscrezioni, pare che a prendere parte a questo nuovo progetto sarà Ry?hei Maruyama, membro del gruppo musicale giapponese “KANJANI”. Per il momento purtroppo non conosciamo ancora molti dettagli in merito a questo progetto, ma novità e aggiornamenti arriveranno di certo nei prossimi giorni.

Per chi non lo sapesse, Jigoku Sensei Nube è una serie di genere sovrannaturale/horror, pubblicata a partire dal 1993 sulle pagine della rivista Weekly Shonen Jump di casa Shueisha. Il fumetto ha già ispirato la realizzazione di un adattamento animato, ad opera della Toei Animation, e di un nuovo one shot dal titolo “Jigoku Sensei Nube: Omagatoki”.

Ma detto questo, scopriamo qual è la trama di “Jigoku Sensei Nube”!

Jigoku Sensei Nube, la trama della serie

Jigoku Sensei Nube

Il fumetto ruota intorno alle vicende vissute da Meisuke Nueno, noto anche con il soprannome di Nube. Il nostro protagonista è un esorcista ed un insegnante del quinto anno alla Domori Elementary. Il più grande potere di Nube è il Demon Hand o Oni no Te, ovvero il potere di un Oni del caos, che si trova sigillato nella sua mano. Il nostro protagonista userà dunque la potenza della sua mano per purificare gli spiriti maligni e risolvere i bizzarri casi sovrannaturali che gli si presenteranno davanti.

Detto questo, per il momento è tutto, per cui non ci rimane che attendere ulteriori dettagli in merito al nuovo drama in arrivo!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | ANN

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.