Mondiali Brasile 2014, le statue giganti di Captain Tsubasa /Holly e Benji a Hong Kong

In vista dei Mondiali di Calcio di Brasile 2014, ecco che Hong Kong si prepara e ci propone le statue giganti di Captain Tsubasa aka Holly e Benji. Intanto ecco il video della prima sigla di Holly e Benji.

In occasione dei Mondiali di Calcio FIFA di Brasile 2014 ecco che le statue giganti dei personaggi principali di Captain Tsubasa aka Holly e Benji hanno fatto capolino nella downtown di Hong Kong. Queste imponenti statue sono alte 16.4 piedi, circa 5 metri e onorano i personaggi più importanti dello shonen sportivo. Una statua in doppio è dedicata ai personaggi di Tsubasa Ozora e Taro Misaki mentre stanno per calciare insieme il pallone, da noi sono meglio conosciuti come Oliver Hutton aka Holly e Tom Becker; un'altra statua è dedicata a Genzo Wakabasyashi aka Benjy Price, nella tipica posa da portiere; l'ultima infine è tutta per Kojiro Hyuga, ovvero il mitico Mark Lenders, qui in posa fiera che scruta l'orizzonte (ok, questa la voglio). Tutti i giocatori indossano le scarpe e la divisa ultimo modello dello sponsor Adidas. Queste statue le trovate all'Hyasan Place e al Lee Theatre e insieme a loro ci saranno anche disegni tratti dalla serie con anche la replica gigante del pallone ufficiale usato nel Mondiali di Calcio di quest'anno. Ricordiamo anche che a Tokyo, sempre in occasione dei Mondiali di Calcio, è stata istituita una mostra dedicata a Holly e Benji.

Storia di Captain Tsubasa aka Holly e Benji


Holly e Tom

Le statue giganti di Holly e Benji

Captain Tsubasa, questo il nome originale giapponese, o Holly e Benji, se preferite la versione italiana, nasce come uno shonen sportivo scritto e disegnato da Yoichi Takahashi. La sua serializzazione comincia nel 1981 sulla rivista Shuukan Shounen Jump di Shueisha: la serie originale è formata in totale da 37 tankobon. Captain Tsubasa non è mai arrivato nei paesi del Nord America, mentre in Italia è stato pubblicato da Star Comics. Da questa prima serie sono poi nate diverse saghe collaterali: Boku wa Misaki Tarou (side story), Captain Tsubasa - Shounen Jump 40 Shuunen (side story), Captain Tsubasa Pilot Chapter (storia alternativa), Captain Tsubasa Pilot Chapter (prequel), Captain Tsubasa Tanpenshuu: Dream Field (side story), Captain Tsubasa: Saikyo no Teki! Holland Youth (sequel) e Captain Tsubasa: World Youth Hen (sequel).

Per quanto riguarda l'adattamento anime, esso è stato tratto dalle prime tre serie di Captain Tsubasa: di questo anime ricordiamo con simpatia i tiri in porta acrobatici, i suoi campi da gioco chilometrici, le partite che duravano minimo cinque puntate, l'assenza degli arbitri e guardalinee quando Mark Lenders menava gli avversari a destra e a manca. L'ultima serie in ordine di tempo è quella dal titolo Captain Tsubasa: Rising Sun e viene attualmente pubblicata sulla rivista Grand Jump di Shueisha dallo scorso 28 dicembre.

La trama di Holly e Benji è semplice da descrivere: si gioca a calcio e il Giappone riesce a vincere miracolosamente tutto. Più nello specifico, all'inizio della serie l'undicenne Tsubasa Ohzora (da noi arrivato come Holly) si trasferisce nella nuova scuola e ben presto diventa la stella della squadra di calcio dell'istituto, piuttosto scalcagnata prima del suo arrivo. Il suo allenatore di origine brasiliana Roberto Hongo nota da subito il potenziale del giovane atleta e presto gli offre l'opportunità di andare in Brasile insieme a lui. Holly continua così a giocare, diventando sempre più abile: i vecchi nemici diventano amici e la Coppa del Mondo non è poi così lontana.

Via | AnimeNewsNetwork

Foto | Pagina Facebook di Captain Tsubasa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.