Ai Mai Mi, promo video per la seconda serie di animazione

Nuova stagione di animazione per Ai Mai Mi!

Il video promozionale per la serie di animazione Ai Mai Mi: M?s? Catastrophe ( Ai Mai Mi: Delusional Catastrophe) è uscito! Canzone di sottofondo dal titolo Hyakka Ry?rei (100-Flower Elegance) cantata dal cast della serie con testi di Rekka Katakiri, musica di Hatori F?ga (studio CHANT) e ritornello di Hiromi ?hashi.

Annuncio fatto dalla voice actress Yuka ?tsubo che ringrazia i fans e avvisa di prepararsi ad una estate indimenticabile. La nuova serie di animazione, infatti, debutta a partire dal primo di luglio. Confermati cast e staff della prima stagione, di cui la ?tsubo presta voce alla protagonista Ai, Aya Uchida dà voce a Mai e Maaya Uchida tornerà a dare voce a M?, infine, Ai Kayano sarà nuovamente Ponoka-sempai. Seitar? Mukai appartenente al duo Tenshin fa in pratica da voce "narrante".

Itsuki Imazaki dirige la serie per lo studio Seven.

Trama semplice ma "intensa":

le protagoniste sono Ai, Mai e Mi, fanciulle dagli originalissimi nomi. Queste ragazze fanno parte di un manga club. Quando però non compongono manga, hanno a che vedere con situazioni assurde, paradossali e bizzarre tra le quali “combattere” contro gli invasori della terra e le forze malvagie. Le ragazze infatti, invece che dedicarsi 24 ore su 24 alla loro passione-disegnare manga- spaziano in tutte le altre direzioni possibili distraendosi e facendo tutt'altro.

Ammetto che non sono mai andata matta per questa animazione, nè trovo esaltante la grafica. Il four-panel manga originale è di Choboraunyopomi, pubblicato da 2009 sulla rivista Manga Life Win, attualmente in singolo tankobon e in corso.

Vi ricordo che il debutto della seconda stagione è previsto per il primo di luglio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.