One Piece, spoiler capitolo 750

Riparte One Piece ed Eiichiro Oda, a cui auguriamo di essersi ripreso completamente, ritorna qui con un capitolo molto bello dove, finalmente, si intravedono le prime contromosse dei nostri eroi!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 749 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 750.

Riassunto e spoiler capitolo 749 (link)

Spoiler capitolo 750

Gli agenti di Doflamingo guardano divertiti l'avanzata di Cavendish e degli altri che, senza alcun problema, si liberano degli sgherri di basso rango dell'esercito di Dressrosa con molta facilità. Baby-5 e gli altri commentano l'entusiasmo di quegli uomini dicendo che non riusciranno mai ad oltrepassare il blocco formato dalla Marina che, comandata da Fujitora e Bastille, dovrebbe tenere a bada i bollenti spiriti degli insorti. Ma Baby-5 capisce bene che, se "Cappello di Paglia" è riuscito a fermare Pica senza problemi, allora le cose potrebbero essere diverse da come aveva immaginato Doflamingo...

La battaglia è quindi divisa in quattro situazioni, che Eiichiro Oda ha suddiviso in base ai protagonisti dei suddetti eventi. Partiamo da Kyros che, fermato dai cittadini di Dressrosa, viene a scoprire da loro che questi non vogliono catturarlo per la taglia che pende sulla sua testa...ma tenere la loro ben attaccata al collo! Kyros non può biasimare la scelta dei cittadini, ma questo lo spinge ancor di più verso l'obbiettivo finale: uccidere Doflamingo una volta per tutte!

Usopp, Robin, i piccoli abitanti del Regno di Tontatta, Rebecca, Bartolomeo e Hack sono riusciti a raggiungere Viola e Re Riku sulla cima dell'Altopiano Reale passando per il Colosseo Arena. Arrivato in cima insieme agli altri, Bartolomeo sembra qui molto deluso: il pirata voleva incontrare Rufy, ma Robin e Usopp frenano il suo entusiasmo dicendo che il capitano dei Mugiwara non riesce a stare fermo in un posto per più di cinque minuti! Il piccolo Leo chiede a Re Riku cos'è quel Gigante di Pietra (Pica) e perché il Palazzo Reale si trova dall'altra parte, ma Rebecca interviene dicendo che gli inseguitori li stanno raggiungendo usando la rete che Robin aveva tessuto per loro usando la sua abilità. L'archeologa ritrae quindi le sue mani facendo cadere giù tutti i banditi che volevano le loro teste, scusandosi ironicamente con gli inseguitori! Arriva Viola che, salutata calorosamente da Rebecca, dice a tutti d'aver trovato la chiave delle manette di Law! Viola mostra orgogliosamente la chiave al padre e questo, dimostrando molta diffidenza nei confronti di Law e degli altri, ricorda alla figlia che questi sono dei pirati e che deve considerare bene le sue azioni. Ma la principessa crede fermamente in Rufy e negli altri e, pur sapendo che sono dei fuorilegge, Viola non vuole attendere che la Marina o il Governo Mondiale piombino su Dressrosa propagandando quella giustizia che li ha lasciati in quella situazione per ben dieci anni! Viola ha scorto in Rufy e negli altri dei sentimenti sinceri e, ben sapendo che le orecchie dei potenti non possono ascoltare le grida disperate del suo popolo, la principessa preferisce che siano "Cappello di Paglia" e gli altri ad occuparsi di Doflamingo...perché questi ragazzi hanno un cuore che sa ascoltare la sofferenza di chi ha bisogno d'aiuto! Interviene anche Leo che, piangendo insieme a tutti gli altri abitanti del Regno di Tontatta, dice a Re Riku che l'eroe Usoland ha messo a repentaglio la sua stessa vita per spezzare la maledizione dei giocattoli e, ben sapendo che Rufyland è il capo dei Mugiwaland (o Usolander), i piccoli uomini si affideranno a loro anima e corpo...nonostante questi siano dei pirati!

Tutti cercano di convincere Re Riku della bontà delle azioni di Rufy e dei Mugiwara e, ben sapendo che non ha più tempo da perdere, Rebecca si propone di portare personalmente la chiave delle manette di Law a "Cappello di Paglia". Bartolomeo, sentendo il nome di Rufy, si offre subito come accompagnatore ma Viola, preoccupata per la ragazza, dice alla nipote che i prigionieri del gioco di Doflamingo faranno tutti a gara per prendere la sua testa. Rebecca lo sa ma non sembra preoccuparsene minimamente e, quando tutto sembrava ormai scritto, Leo e gli altri si offrono di dare il loro aiuto proponendo di arrivare da Rufy passando per i tetti. Viola non ha ben capito il piano di Leo ma questo, dopo aver affidato ad Inhel la Fabbrica degli Smile, dice a tutti di tenersi pronti e di promettere di reincontrarsi sull'Altopiano Reale quando avranno svolto le rispettive "missioni"!

Ritornato nei pressi della Fabbrica degli Smile, Franky si prepara ad usare il suo Radical Beam sulla copertura della struttura, ma Señor Pink riesce ad emergere dal sottosuolo e a praticare al cyborg un supplex (mossa di wrestling) che devia il colpo del carpentiere ufficiale dei Mugiwara! Señor Pink dice a Franky che, seppur molto potente, il Radical Beam non avrebbe scalfito la copertura della Fabbrica degli Smile e, visibilmente arrabbiato, il cyborg si prepara a lottare contro l'agente di Doflamingo...

Le cose iniziano a mettersi male per gli agenti di Doflamingo che presidiano l'altopiano del Palazzo Reale: contro ogni previsione, Cavendish e gli altri sono riusciti ad eludere il blocco della Marina e ad arrivare ai piedi dell'altopiano, sbaragliando tutti i nemici che si pongono sul loro cammino! Gli agenti iniziano a preoccuparsi anche perché, al secondo piano del nuovo Altopiano Reale, Rufy si sta liberando con estrema facilità degli uomini dell'esercito di Doflamingo, puntando dritto verso le stanze del sovrano. Baby-5, che osserva tutto dal suo binocolo, informa Dellinger di quanto sta avvenendo ai loro piedi, scoprendo così che la Marina è stata trattenuta da un avversario decisamente potente: Sabo!

Sabo sta proteggendo Rufy e gli insorti e, quando qualcuno chiede al ragazzo se è nei compiti dell'Armata Rivoluzionaria quello di proteggere i pirati, questo risponde che in quanto membro dell'Esercito Rivoluzionario sarà compito suo impedire alla Marina di passare...o meglio, lo farà in quanto "fratello maggiore"! A questo punto, incuriosito, Fujitora chiede a Sabo chi è suo fratello, ma la risposta la sapremo solo nel prossimo capitolo di One Piece!

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.