Bernie Wrightson, piccoli problemi di salute per il creatore di Swamp Thing

L'Avatar del Verde che Bernie Wrightson ha creato nel 1971 insieme a Len Wein deve aver posto tutta la sua energia vitale nel disegnatore americano che, a quanto pare, ha subito una serie di piccoli infarti...

Per sua fortuna, Bernie Wrightson è stato portato subitissimo all'ospedale e quindi, nonostante la serie di piccoli infarti, questo è riuscito a cavarsela senza troppi problemi. A darne notizia sono stati i ragazzi di Comic Book Resources che, insieme ai tanti siti d'informazione fumettistica americani, si sono subito attivati per sapere le condizioni di salute di Bernie e cosa è successo precisamente in questi giorni. Da loro scopriamo che il primo a riportare dei guai cardiaci di Bernie è stato Steve Niles, amico di vecchia data del disegnatore (hanno serializzato insieme Frankenstein Alive, Alive!) che, sentito telefonicamente il disegnatore, ci ha subito informato delle condizioni di salute di Wrightson dicendoci che al momento è tutto sotto controllo. Per fortuna, come ha sottolineato la moglie di Bernie (Liz), l'artista è stato trasportato immediatamente in ospedale e qui, in un ambiente protetto e controllato, si è riusciti a tenere a bada questa piccola serie di infarti. Liz continua dicendo che i test sono buoni e che Bernie è abbastanza positivo (a detta di Niles, il disegnatore sta molestando le infermiere immaginando che siano degli zombie), ma i medici hanno dichiarato che potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Bernie Wrightson: la matita che disegnò Swamp Thing

Bernie-Wrightson-Swamp-Thing

Era il lontano 1971 quando, su una storia breve di House of Secrets #92 della DC Comics, l'autore Len Wein e il disegnatore Bernie Wrightson creavano Swamp Thing, creatura della palude che diventerà uno dei personaggi più importanti della Vertigo. Entrambi poco più che esordienti, Wein e Wrightson furono in grado di dare alla luce un personaggio così particolare che persino Alan Moore, tempo dopo, si dedicò anima e corpo allo sviluppo del mondo di Swamp Thing. Ma ai tempi (e con le bollette da pagare), Wrightson non vide subito i frutti che l'Avatar del Verde porterà successivamente alla DC Comics/Vertigo e così, guadagnata una certa fama all'interno del panorama fumettistico americano, Bernie fu assoldato per una serie ben nutrita di collaborazioni importanti. Ma è ancora su una delle antologie pubblicate dalla DC Comics (il seminale Mistery Tales) che Bernie crea, insieme a Marv Wolfman, una versione primitiva di quel Destino che Neil Gaiman inserirà successivamente nel gruppo degli Eterni che hanno animato il magnifico Sandman!

Prolifico e meticoloso, Bernie ha speso parecchio del suo tempo e del suo lavoro per presentare progetti benefici legati al mondo del fumetto, tra cui vale la pena di ricordare Heroes for Hope, un one-shot che il disegnatore e Jim Starlin realizzarono nel 1985 per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni africane colpite dalla grave carestia degli anni ottanta. Wrightson e Starlin riuscirono a coinvolgere nel progetto anche personalità del calibro di Stephen King, George R. R. Martin, Harlan Ellison e Edward Bryant, che contribuirono materialmente alla causa realizzando alcune storie inserite poi nel fumetto.

Ovviamente speriamo che Bernie possa recuperare in fretta e, per ricordarci un po' con chi abbiamo a che fare, ho trovato su Youtube una splendida intervista realizzata al disegnatore durante il Wondercon 2008. Guardatela, perché merita davvero!

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.